Top

A Pisa Nasce Il Competence Centre Grazie A Dell Ed Intel

In questi ultimi giorni, a Pisa è stato presentato il nuovo Competence Centre che nasce grazie ad una stretta collaborazione tra 2 grandi aziende del settore IT come Dell, Intel e l’Università di Pisa assieme alla Scuola Normale Superiore. Andiamo a vedere in dettaglio quali novità porta questa nuova infrastruttura.

dell

Competence Centre Per Un Futuro Migliore

Negli ultimi mesi, molto spesso, abbiamo parlato di infrastrutture cloud e di come quest’ultime stiano trainando buona parte del settore IT. In Italia è raro poter vedere investimenti importanti da parte di Università ed aziende, ma vi sono alcune realtà, come Pisa, in cui la ricerca e l’innovazione è connessa ed insita all’interno del territorio stesso. La Toscana, infatti, secondo gli ultimi dati della ANVUR, è la seconda regione in Italia per numero di brevetti e la terza per le Spin-off accademici. Questi numeri, uniti alla collaborazione con grandi aziende del settore IT, sono fondamentali per comprendere come in Italia vi siano realtà in cui  è possibile realizzare infrastrutture di importanza nazionale ed anche internazionale. Il nuovo Centro di competenza per le tecnologie del calcolo ad alte prestazioni e il cloud, realizzato a Pisa, riunisce l’Università di Pisa, la Scuola Normale Superiore e due aziende leader nel settore IT come Dell ed Intel. Questo centro è dotato delle apparecchiature di ultima generazione di Dell (Dell Networking Force 10, Dell Software SonicWall, Dell Server PowerEdge C8000, Dell EqualLogic & PowerValt MD Storage) e l’implementazione del coprocessore Intel “Xeon Phi”. Grazie al supporto di due partner come Dell ed Intel è stato firmato anche un protocollo d’intesa, il quale ha anche offerto la possibilità all’Università di Pisa e la Scuola Normale Superiore di ospitare, per la prima volta in Italia, il Summit Internazionale in ambito HPC, in cui si è parlato di servizi HPC e Cloud, visualizzazione remota e virtualizzazione di workstation. Il Competence Centre di Pisa nasce principalmente da una collaborazione con l’Università del Texas, ad Austin, in cui è ospitato il Texas Advanced Computing Center, supercalcolatore che occupa la posizione n.7 nella TOP500. Questa esperienza ha permesso all’Università di Pisa ed la Scuola Normale Superiore di poter prendere spunto dal TACC per realizzare il nuovo Competence Centre.

intel

A differenza di un supercomputer classico, il Competence Centre di Pisa è un data center distribuito visto che il cluster HPC è connesso tramite cavi in fibra ottica che in futuro trasmetteranno fino a 40Gb, al cluster Cloud che dista 2.5 km. Quest’ultimo, invece, è connesso tramite 23 km di fibre all’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Fondazione “Stella Maris”, che si trova a Calambrone. Presso questo Istituto è stata, recentemente, inaugurata una nuova risonanza magnetica a 7 tesla di Imago 7 e grazie all’interazione con il Competence Centre viene offerto completo supporto per l’archiviazione e l’elaborazione dei dati medici acquisiti.

Il nuovo Competence Centre potrà essere utilizzato in molteplici ambiti a partire da quello medico fino ad arrivare a quello culturale. Questa nuova infrastruttura distribuita e che è stata realizzata grazie al contributo di partner fondamentali come Dell ed Intel potrà giocare un ruolo importante sia nell’ambito regionale ma anche quello nazionale. La Scuola Normale Superiore, inoltre, ha anche realizzato un Centro di Supporto per la Ricerca denominato DREAMS (Distribuited Research Enviroment for Advanced Modeling and Simulation) che applica le nuove tecnologie ICT al servizio della scienza, sia dal punto di vista computazione che dalla visualizzazione di dati grazie a sistemi altamente interattivi.

kinect

Queste premesse, infine, sono una solida base per riuscire a realizzare un’università locale che diventi attrattiva per l’industria IT e non solo. A nostro avviso, l’Università di Pisa, la Scuola Normale Superiore, Dell ed Intel, con la realizzazione del nuovo Competence Centre, hanno aperto la strada verso un futuro che vedrà aziende del settore IT e l’Università italiana impegnate nel creare infrastrutture all’avanguardia per il settore della ricerca.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti

Comments are closed.

Bottom