Top

Acquisti Su Internet: Meglio Prepagata PayPal o PostePay?

Chi si imbatte per la prima volta nel fare acquisti su Internet, ad esempio su eBay o su YouBuy, oppure intende riscuotere soldi di una vincita online (magari su PokerStars), e non possiede carte di credito o conti bancari, si troverà prima o poi a conoscere quella vera e propria manna dal cielo che è PayPal, il conto freecost di eBay.

Si tratta di un conto virtuale dalle potenzialità infinite (salvo che uno non necessiti di un conto bancario). Consente, già in versione Personal, di effettuare gratuitamente pagamenti e ricevere pagamenti con commissioni molto basse: non richiede costi di gestione, né di attivazione. Insomma, alla portata di tutti.

Quale carta prepagata associare al conto PayPal?

Noi però non siamo qui, ora, a elogiare le potenzialità del conto PayPal, arcinote a chiunque. Piuttosto, se dovessimo fare un passo in più, ci chiederemmo: bene, abbiamo il conto Paypal, ma a questo punto i soldi sono solo virtuali. Sì, possiamo acquistare su Internet, effettuare ricariche telefoniche e pagare bollette… ma se volessimo ritirare i soldi?

Sorge dunque la necessità di associare un conto bancario (l’abbiamo già escluso a priori) o una carta di credito al conto. E visto che queste ultime hanno di solito dei costi di gestione, meglio una prepagata che si comporti da carta di credito ma sia gratuita da gestire (o quasi: ci sono molti limiti però ai trasferimenti di denaro).

Sia chiaro, prepagate ce ne sono tante: eppure le più diffuse sono senz’altro la Postepay (classica) di Poste Italiane e la PayPal dell’omonimo servizio. Ma quali vantaggi/svantaggi offrono? Quale delle due conviene? Lo scopriremo ora, in base alle nostre esigenze. Precisiamo che entrambe hanno un costo di attivazione di 5 euro una tantum, e possono essere usate come carte di credito qualsiasi.

Costi di attivazione

La Postepay ha un costo di attivazione complessivo di 10 euro (5 di costo e 5 di ricarica minima). In sintesi, ricaricare la carta alla Posta costa solo 1 €, mentre in un qualsiasi punto Sisal/Lottomatica costa 2 €. La Paypal, invece, può essere caricata tramite bonifico oppure sempre da punti Sisal/Lottomatica ad un costo di soli 0,90 €. Insomma più conveniente da questo punto di vista, anche perché i tabacchini sono più diffusi degli uffici postali. Di contro però, ha un costo di attivazione complessivo di 15 euro (5 di costo e 10 di ricarica minima).

Da PayPal alla prepagata e viceversa

Bene, ma quanto costa trasferire soldi da una prepagata a PayPal? Niente, è gratuito e anzi, non è possibile farlo. Semplicemente se il conto è al verde, PayPal preleva automaticamente (con il nostro consenso) i soldi necessari dalla carta associata. Quindi entrambe non creano problemi.

Quanto costa invece trasferire i soldi dal contro PayPal alla carta? E’ gratuito se si possiede la carta PayPal, è gratuito per importi superiori ai 100 € se usiamo la PostePay (altrimenti 1 € di commissione). Precisiamo inoltre che il trasferimento di soldi da PayPal alla sua carta è molto più veloce che quello da PayPal alla Postepay, che richiede invece esattamente 72 ore.

Prelevare i soldi

Prelevare i soldi dalla carta, ossia ritirarli in contanti, ha un costo variabile per la PayPal. Se ci rechiamo presso uno Sportello Bancomat (ATM) di una filiale Banca Sella, è gratis. Presso gli ATM di altre banche o in un centro Sisal ha un costo di commissione di 1,50€.

Prelevare dalla PostePay è consentito solo allo sportello Postemat (ATM presso ufficio postale), ed ha un costo di commissione di 1€.

Conclusioni

Tirando le somme, se utilizziamo la carta per riscuotere più che per pagare, e per importi pari o superiori a 100 € per volta, meglio la PostePay (risparmiamo sull’attivazione e sui prelievi, inoltre preleviamo in un Ufficio Postale qualunque). Inoltre trasferire più di 100€ da PayPal alla carta è gratis.

Se riscuotiamo spesso, ma importi decisamente bassi, dell’ordine di 20 euro per volta (se non vale la pena aspettare che diventino almeno 100), meglio la PayPal: trasferire i soldi alla carta è sempre gratis, e il prelievo ci costerà al più 1,50 €, con la PostePay sarebbero stati 2. Ancora meglio se preleviamo soldi da uno sportello Banca Sella vicino casa, in tal caso molto meglio la PayPal.

Infine, se usiamo la carta per pagare, meglio anche stavolta la PayPal: caricarla costerà meno (0,90€) e potremo farlo in qualsiasi tabacchino Sisal abilitato, ad esempio, per giocare al Superenalotto.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About

Nato a Cagliari, nel 2009 consegue il diploma di maturità scientifica con 100 e lode. Dal 2010 studia Informatica all'Università di Cagliari. Oltre ad essere un grande appassionato di musica e sport, si occupa di tecnologia e web, con un particolare interesse rivolto al mondo di Windows Live Messenger. Sempre nello stesso anno incomincia la sua collaborazione con il blog ZioGeek.com... ed eccomi qua!

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti

16 Risposte su “Acquisti Su Internet: Meglio Prepagata PayPal o PostePay?”

  1. Simone on gennaio 13th, 2011 11:03

    Con la postepay in realtà puoi prelevare anche dagli sportelli delle altre banche, io prelevavo addirittura dalla Thailandia con la postepay :D

  2. Giorgio on gennaio 13th, 2011 12:12

    Ottimo articolo, preciso completo.
    Manca un aspetto che, seppur marginale, mi ha portato ad attivare (anche) la carta Paypal: sul sito Ryanair non si pagano commissioni mentre con la PostePay Visa sono 5 euro in più.

  3. francesco on gennaio 13th, 2011 13:33

    Senti ,da quando hanno tolto il codice dispositivo di 10 cifre e messo il lettore di banco-posta , mi è divenuto impossibile ricaricare la postepay da internet, morale della favola mi son fatto la paypal prepagata !

  4. luponet on gennaio 13th, 2011 15:37

    perchè non considerare fineco?
    - Carta di credito gratis
    - Carta di credito prepagata 5,95 euro/anno indioendentemente dalle cariche/scariche fatte
    )

  5. DeST on gennaio 13th, 2011 16:26

    Sarà, ma ho un paio di dubbi sulla questione…
    PayPal come si comporta di fronte a possibili frodi?
    (clonazione carte, carta smarrita, ecc…) se succede qualcosa non mi fiderei tanto di un supporto a “distanza” attraverso la rete…

    Con PostePay almeno posso recarmi presso gli uffici postali e esporre reclami denunce ecc… (non che non ci siano gli stessi rischi anzi!!)

  6. Sebastian on gennaio 13th, 2011 17:22

    E’ una giusta osservazione quella che fai, non ho approfondito l’argomento sicurezza in questo articolo, perché è più incentrato sui costi.

    Comunque posso dirti che la PayPal è abbastanza affidabile e ci sono numerazioni gratuite e servizi di reclamo appositi in caso di problemi, sono efficienti.

    In ogni caso il consiglio è di non lasciare mai oltre 150 euro su una carta prepagata per più di 10 giorni (meglio ritirarli, utilizzarli o tenerli sul conto PayPal). Il conto in sé è infatti molto più sicuro:

    1. E’ protetto da una password e non da un numero identificativo (basterebbe copiare i due numeri della carta per poter effettuare acquisti via Internet). Inoltre tale password non può essere mai memorizzata in un browser.

    2. Segnala tutti i trasferimenti di denaro all’indirizzo email, perciò si sa immediatamente se vi sono stati utilizzi illeciti dei fondi.

  7. blond88 on gennaio 13th, 2011 17:26

    Vorrei aggiungere che con la carta prepagata PayPal per ricariche di importo superiore ai 400€ il costo della commissione (0,90€) non si paga.

  8. Mattia on gennaio 13th, 2011 18:18

    Scusate, qualcuno sa se su itunes per gli acquisti su AppStore accettano la carta prepagata di Paypal oppure solo Postepay?
    grazie :)
    Ottimo articolo

  9. Sebastian on gennaio 13th, 2011 19:36

    Accettano carte di credito/prepagate e non accettano PayPal (il conto, ma la carta penso di si). Ora non ricordo infatti se fossero ammesse solo le Visa, ma penso che siano ammesse tutte.

  10. Michele on gennaio 14th, 2011 11:10

    Farei attenzione a considerare il servizio offerto da “Poste italiane” alla stessa stregua del servizio offerto da una Banca propriamente detta, così come non si può ritenere PostePay un servizio di pagamento vero e proprio.
    Infatti la mancanza di una causale per la quale si effettua il versamento (cosa che avviene ad esempio con il vaglia, il versamento su conto corrente postale) rende effettivamente l’operazione una semplice ricarica di una carta altrui e non un pagamento, inteso in senso proprio, dimostrabile.
    Le operazioni con Carta di Credito (servizio bancario) associano implicitamente la causale alla transazionee con tutti gli estremi utili per una contestazione, così come previsto con la carta ricaricabile PayPal.
    Basta effettuare una semplice ricerca “postepay causale” per trovare conferma.
    Ciao.

  11. Sebastian on gennaio 14th, 2011 15:28

    Qui si parla di carte prepagate associate a PayPal, le transazioni PayPal sono sempre accompagnate da causale, e poi si parla di piccoli acquisti.

  12. Mattia on gennaio 15th, 2011 14:08

    Avrei deciso di fare la prepagata di Paypal. qualcuno sa se ci sono limiti di acquisti minimi.
    ad esempio, se lascio nella prepagata solo 5 euro per 2 anni e non li spendo cosa succede? c’è un limite?

    ps: quanto al commento di prima ho scoperto che Itunes accetta anche le prepagate del circuito mastercard quindi anche quella di paypal e non solo la postepay.

  13. Gregorio on gennaio 23rd, 2011 22:21

    Due domande: la prepagata paypal dove si richiede?
    La prepagata postepay che mi sscade tra 3 mesi va rinnovata e come? devo recarmi all’ufficio postale che l’ha emessa? Mi arriva a casa senza fare nulla?

  14. bird on febbraio 1st, 2011 14:26

    @Gregorio
    Per Paypal ci sono due strade, farlsela inviare a a casa o ottenerla presso un punto Lottomatica:
    https://www.paypal-prepagata.com/richiedi-la-carta.aspx

    Il rinnovo della Postepay devi richiederlo e dovresti riceverla a casa in 30 giorni lavorativi, qui c’è la procedura da seguire:
    http://www.postepay.it/rinnova.html
    È possibile, e ti consiglio di farlo on tale anticipo, fare richiesta di rinnovo (e quindi di sostituzione della carta) nei due mesi che precedono la data di scadenza.

    Ciao :)

  15. Aeroporti on ottobre 5th, 2011 16:53

    Sicuramente meglio la Postepay, la Paypal è in genere più cara.

  16. Carlo Paolini Scultore on maggio 22nd, 2013 06:58

    Grazie per le delucidazioni molto utili, non riesco comunque ad usare la mia prepagata , sono sicuramente io il problema e non la carta.Sono per altro molto determinato ed imparerò, grazie di nuovo e ciao.

Lascia il tuo segno, lascia la tua impronta, lascia un commento :D





Bottom