Top

Ancora Problemi Per La Top-Gamma HTC One

Sono stati da poco lanciati sul mercato ma già risultano pieni di problemi ! Stiamo parlando dei nuovi  HTC, il One S e il One X. Inizialmente girava voce di un browser buggato e laggoso, poi ci sono stati problemi con la cover  e oggi scopriamo un problema riguardante alla connessione Wi-Fi e un altro piccolo problema che riduce la durata della batteria (ma solo per One X).

Top-Gamma HTC One: Problema Wi Fi

Il problema del Wi-Fi affligge entrambi gli HTC One e si verifica quando il telefono connesso alla rete wi-fi va in “idle, cioè quando è acceso ma con schermo bloccato, in standby. Mentre i normali device restano connessi, alcuni HTC One S e One X si disconnettono e non si riconnettono più fino a quando non vengono sbloccati.

Fortunatamente , nel frattempo HTC ha un facile fix pronto per tutti i suoi utenti.Ciò consiste nell’assegnazione manuale di un IP alla tua rete Wi-Fi, invece che usare il DHCP. Per chi non sapesse come agire, ecco a voi una dettagliata spiegazione.

Tutti i settaggi li potete trovare in questa foto:

  1.   Andare su Impostazioni> Wi-Fi e chiedere al cellulare di disconnettersi dalla rete.
  2.   Selezionare la rete WiFi dalla lista di quelle disponibili e immettere la password.
  3.   Selezionare l’opzione “Mostra opzioni avanzate”. Selezionare “Impostazioni IP” e scegliere “Static” invece di “DHCP”.
  4.   Indirizzo IP, ovvero l’indirizzo IP che si desidera assegnare al telefono e deve essere scelto nella fascia di IP disponibili da parte del router al quale ci si deve connettere. Quindi, se per esempio il router ha come banda di disponibilità per l’assegnazione in DHCP dal 192.168.0.2 al 254, dovremo scegliere un indirizzo all’interno di quella banda.
  5. Gateway: L’indirizzo IP del router, solitamente 192.168.0.1, 192.168.1.1 o 192.168.1.254.
  6.   Lunghezza del prefisso del network: la subnet non va precisata come 255.255.255.0, ma basta il valore di default 24. Esiste comunque una tabella di conversione
  7.   DNS1/DNS2: per i DNS bisogna utilizzare quelli del proprio internet provider, o – in assenza di quelli – i public DNS di google inserendo 8.8.8.8 e 8.8.4.4.
  8.   Fare clic su “Connect”.

Se dopo quest’operazione avete ancora problemi con la connessione Wi-Fi, provate a abilitare “Migliore prestazione Wi-Fi”, nelle impostazioni Wi-Fi avanzate. Se avete problemi a connettervi oppure riuscite a connettervi ma non ad accedere a internet, controllate i settaggi, in particolar modo il gateway e i DNS.

In caso di fallimento anche dopo aver modificato correttamente le impostazioni Wi-Fi, continuate a connettervi tramite IP DHCP e aspettate il nuovo firmware contenente il fix.

Top-Gamma HTC One: Problema Batteria

Inoltre sempre in questi giorni uno sviluppatore di XDA Developers ha infatti scoperto che l’applicazione che gestice il risparmio energetico di Tegra 3 (il SoC su cui si basa lo smartphone) è stata messa nella directory sbagliata.

Nel dettaglio, il file NvCPLSvc.apk si trova in system/bin anziché in system/app, e ciò porta a un consumo della batteria superiore a quello che sarebbe normaleRiportando il file nella posizione giusta seguendo le istruzioni pubblicate sul forum di XDA Developers gli utenti hanno scoperto che si riesce ad aumentare l’autonomia del 10/20%.

Chiaramente, per eseguire l’operazione è bene avere un po’ di dimestichezza con il sistema operativo; quanti non si sentono in grado di intervenire al livello richiesto faranno bene ad aspettare la prossima versione del firmware, la 1.28 dove il problema sarà risolto

Update 2014

HTC One M8: La Questione Dei Benchmark Fasulli

Diciamoci la verità, chi non direbbe una bugia (magari a fin di bene) per riuscire ad avere qualche consenso in più dalla plebe?

Praticamente è quello che ultimamente molti produttori stanno facendo con i loro smartphone top di gamma, modificando in positivo i risultati dei benchmark in modo da ottenere un punteggio più in alto nella scala e, dunque, sembrare più performante di un altro prodotto in commercio. Naturalmente qui il fin di bene è tutto da vedere, è una bugia a tutti gli effetti a fini di lucro, più che di bene.

Ovviamente il tutto è molto scorretto e, oltre a Samsung, una delle ultime aziende cadute in questo tranello è HTC, vediamo come anche questa azienda è finita nella bufera dei fake benchmark.

Anche One M8 ci Casca: I Benchmark Fasulli

htc-one-m8

 

Ebbene sì, anche i benchmark del nuovo HTC One M8 pare siano stati letteralmente “truccati”. Come risponde HTC a questa accusa di frode?

A differenza di Samsung che, in qualche modo, ha cercato di smentire quanto scoperto dai vari esperti del settore, HTC ha cercato di giustificarsi sostenendo che questi ottimi risultati sono dovuti alla nuova funzione “High Perfomance Mode” che si attiva (aumentando le prestazioni del dispositivo) quando lo smartphone effettivamente lo ritiene necessario.

Ovviamente dalle Opzioni sviluppatore è possibile disattivare la nuova funzione, vedendo effettivamente i risultati del benchmark (che perde addirittura 11 mila punti su Antutu, non proprio briscolini).

Quanto sia regolare tutto ciò è davvero in dubbio, ciò che ci stupisce è come HTC sia riuscita a cavarsela con questo stratagemma dell’ High Performance Mode, a differenza di Samsung che si è vista obbligata a confessare.

Cosa ne pensate di questi stratagemmi delle aziende? Da una parte è vero che l’utente normale difficilmente va a studiarsi tutti i benchmark e i vari dati prima di un acquisto, ma sicuramente andrà a visitare forum, blog e siti del settore per sentire il parere degli esperti.

Ed è indubbio che gli esperti, per fare paragoni sulle prestazioni, si basano anche sui benchmark, ma se questi non sono attendibili dove andremo a finire?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273