Top

Android, Il 99% Degli Smartphone È Vulnerabile Agli Attacchi

Questa notizia sta trapelando molto velocemente in tutta la rete, lasciando perplesse moltissime persone a riguardo. Ebbene cari utenti il tanto elogiato Android questa volta sembra essere caduto in guai di tutto il rispetto. Non ci si sarebbe mai aspettato un tale colpo basso al sistema operativo, non a questo punto. Va ricordato che Android si sta espandendo in tutto il mondo, in America già lo ha fatto, quasi a macchia d’olio, andando a sostituire tutto ciò che ormai viene reputato vecchio nel mondo della telefonia mobile. Risulta essere il maggior sistema operativo venduto ed utilizzato.

Duro colpo per Android

Lasciando i dati a parte torniamo a quanto accennato all’inizio, un episodio che fa non poco vergognare i più grandi rappresentanti di Big G. Sembra che stia circolando un rapporto al quanto allarmante circa la sicurezza di Android ed entrando nello specifico viene a galla una falla che permetterebbe la penetrabilità dei dati degli utenti che utilizzano tale sistema operativo.

Leggendo il sito inglese “The Register”, ecco che scopriamo che il 99% dei telefoni cellulari Android è vulnerabile e soggetto ad exploit che potrebbero minare le informazioni degli account utente delle varie persone che lo possiedono. La colpa dovrebbe essere di un implementazione impropria del protocollo di autenticazione , conosciuto come ClientLogin. Il protocollo in questione è presente nella versione 2.3.3, l’ultimissima, ma anche in tutte quelle precedenti, andando a toccare praticamente l’intera utenza Androidiana.

Tale bug lascia aperto l’account degli utenti per 14 giorni consecutivi, dando la possibilità ai malintenzionati di rubare le credenziali d’accesso per impadronirsi dell’account. Ultimamente si è sentito parlare molto del problema di localizzazione da parte di Apple, ma ora a quanto pare a finire nei casini è stato proprio Google, con la sua punta di diamante Android.

Il consiglio nostro è quello di non mantenere memorizzare password su client come Twitter, Facebook e via dicendo, ma di effettuare l’accesso qual’ora ci vien bisogno di farlo, per poi effettuare il logout. Probabilmente questo potrebbe portare meno danni rispetto a quelli a cui siamo già esposti.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273