Top

Apple E L’Hack Per Gli Acquisti In-App

Nel mondo del web le notizie circolano rapidamente e anche gli hack che vengono creati come quello per gli acquisti in-app ha subito raggiunto migliaia di possessori di devices Apple. Un gruppo di hacker russi ha creato, recentemente, un hack attraverso il quale si può non pagare gli acquisti effettuati in-app. Al momento Apple ha schierato i suoi ingegneri al lavoro per risolvere questa falla. Andiamo a vedere in dettaglio.

Hacker Russi Creano Hack Per L’Acquisto In-App

Nell’ultima settimana è circolata la notizia di alcuni hacker russi che sono riusciti ad aggirare l’acquisto delle applicazioni in-app. Per l’azienda di Cupertino ed anche per gli sviluppatori, l’acquisto in-app risulta essere una delle maggiori fonti di guadagno. Gli hacker russi, però, sono riusciti nell’eludere il pagamento in-app grazie ad un hack denominato App Proxy, che consente anche a coloro che non hanno il jailbreak di poter usufruire gratuitamente della modalità d’acquisto in-app. Ovviamente al momento non abbiamo altre notizie riguardo alla pericolosità dell’hack, ma riteniamo che tutto ciò non sia nemmeno sicuro per gli utenti, visto che si è obbligati ad accedere al server per l’hack con i nostri dati personali come l’ID.

A Cupertino, invece, dopo la scoperta dell’hack si sono messi subito al lavoro nel tentativo di risolvere questa problematica che risulta dannosa per tutti gli sviluppatori iOS coinvolti e non solo.

“The security of the App Store is incredibly important to us and the developer community,”

Una risposta ufficiale da parte di Natalie Harrison, rappresentante di Apple, è arrivata ed ella sottolinea come l’ecosistema App Store sia fondamentale e come Apple si sia subito messa all’opera per investigare e risolvere tutti i problemi.

“We take reports of fraudulent activity very seriously and we are investigating.”

Ovviamente questo danno, oltre a riguardare gli sviluppatori, riguarda la stessa Apple che da ogni vendita effettuata tramite l’hack e non pervenuta veda svanire la commissione del 30% sulla transazione. A nostro avviso a Cupertino stanno cercando in modo rapido ed efficace una soluzione  visto la grande comunità di sviluppatori iOS presente all’interno dell’ecosistema degli Apple devices. Ora viene da domandarci come verrà risolto il problema. Aggiorneranno iOS o la loro infrastruttura per i pagamenti in-app?

Link | The Loop | i-ekb

@albertmarini

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273