Top

HeekNews: ARM Presenta Cortex A12, MSI GT60 con Schermo 3K, Pagamenti con la SIM

ARM Presenta Cortex A12

Il Computex di Taipei ha riservato molte sorprese per gli addetti ai lavori, oltre ad Intel, ARM ha presentato il nuovo Cortex A12. Un processore dedicato al mondo mobile e che promette performance di alto livello con consumi ridotti rispetto al precedente Cortex A9. Andiamo a vedere in dettaglio.

30819_1_arm_releases_new_cortex_a12_processor

Cortex A12 A Fine 2014?

Negli ultimi anni, ARM ha realizzato una vasta gamma di processori riuscendo a conquistare l’attenzione da parte di aziende come Apple. Il successo di ARM sul settore mobile è, ancora oggi, senza dubbio importante ed ha dimostrato come questa architettura sia particolarmente efficiente sia a livello di prestazioni che consumi. Durante il Computex di Taipei, in corso in questi giorni, ARM ha recentemente presentato il nuovo Cortex A12.

Questo nuovo SoC (System-on-a-chip) sarà il successore del famoso Cortex A9 che è stato utilizzato da parte di Samsung per il Galaxy S3 ed anche Apple all’interno dell’iPhone 4S. Con quattro core, il nuovo Cortex A12 secondo ARM è circa il 40% più efficiente a livello energetico ed il 30% più veloce rispetto all’A9. ARM, rilasciando il Cortex A12, spera in una crescita di grosse dimensioni nella fascia “mid-range” degli smartphone nei prossimi mesi a venire.

Si stima, infatti, che gli smartphone raggiungeranno un prezzo di circa 200$ ed entro la fine del 2015 verranno spedite oltre 500 milioni di unità. Il mercato dei processori per smartphone, tuttavia, sta comunque diventando più competitivo visto che aziende come Qualcomm, Broadcom, Samsung, Intel ed Apple stanno proponendo valide alternative ai processori di ARM. A nostro avviso, il processore Cortex A12 arriverà sul mercato verso la fine del 2014 o i primi mesi del 2015. Cosa ne pensate?

MSI GT60: Portatile Con Schermo 3K

Avete sempre desiderato possedere un computer portatile con schermo che offre una risoluzione superiore al Full-HD? Il nuovo MSI GT60 3K Edition segue la strada tracciata dal MacBook Pro Retina visto che questo notebook è dotato di display con risoluzione 3K e dell’ultima generazione di processori Intel Haswell e scheda video discreta Nvidia. Andiamo a vedere in dettaglio le specifiche.

sc001_6_620x350

3K Su 15.5 Pollici? Possibile

In un mondo in cui l’alta definizione sta diventando lo standard nel mondo dei video, le aziende del settore IT stanno sempre di più cercando di introdurre, sia nell’ambito delle televisioni che quello dei computer, display dotati di risoluzioni che superano il Full-HD. Il fomato 4K è alle porte e già alcuni produttori, tra cui anche LG, hanno realizzato i primi televisori che supportano questa risoluzione.

Nel settore IT stiamo assistendo all’introduzione di pannelli LCD dotati di risoluzioni che, fino a qualche anno fa, era impossibile raggiungere. MSI, durante il Computex di Taipei, ha presentato il nuovo notebook MSI GT60 3K Edition con display da 15.5 pollici ed una densità di pixel pari a 213 ppi. Il display da 15.6 pollici supporta risoluzioni fino a 2880×1620 pixel (3K) ma la densità di pixel può essere comparata con quella del Chromebook Pixel e del MacBook Pro di Apple dotato di Retina Display.

Un computer portatile come il GT60 3K , ovviamente, richiede hardware che offra performance di alto livello e non a caso l’azienda taiwanese ha deciso di integrare l’ultima versione del nuovo processore Haswell Intel Core i7-4930MX ed una scheda video Nvidia GeForce GTX 780M discreta con 4GB di VRAM GDDR5 “on-board”. Se per qualche motivo lo schermo da 3K non vi dovesse bastare potrete connettere al GT60 3K fino a 3 monitor utilizzando la tecnologia Matrix Display grazie all’utilizzo delle uscite DisplayPort e quella HDMI.

Per il momento non vi sono ulteriori informazioni riguardanti il prezzo e l’arrivo sul mercato, anche se gli addetti ai lavori ritengono che questo computer portatile arriverà verso la fine del 2013. Cosa ne pensate?

Pagamenti Sul Playstore con la SIM Card Sono Realtà


images

Negli Stati Uniti è una realtà consolidata da diversto tempo, ne avevamo già parlato circa un anno fa; tuttavia qualcosa si sta muovendo finalmente anche nel nostro Belpaese. Il provider a fare da apripista per tutti gli altri è Vodafone, ma a partire da giugno anche la Wind ha offerto questa possibilità ai suoi utenti, ed è lecito attendersi che anche gli altri operatori si adegueranno in tempi brevi.

Per chi non lo sapesse stiamo parlando della possibilità di acquistare giochi e applicazioni da GooglePlay pagando direttamente dal credito della propria sim (sia ricaricabile che a contratto). Il mercato delle app, soprattuto sull’apple store, ma anche su google play, è certamente una realtà che ha dato molte soddisfazioni e che continuerà a crescere e ad espandersi negli anni a venire.

Ora è possibile pagare applicazioni e giochi con il credito telefonico: Wind si unisce a Vodafone

Ci sono ancora molte persone che non dispongono di carta di credito o non sono disposte ad utilizzarle perchè diffidenti riguardo agli acquisti su internet o perchè non vogliono “scomodare” la carta di credito per pagamenti irrisori da pochi centesimi. Molti scettici del web quindi rinunciavano all’idea di acquistare applicazioni dagli store. Questa fetta di mercato, soprattutto per un’utenza come quella italiana, era difficile da raggiungere se non offrendo questa comoda soluzione di pagamento.

Non a caso la richiesta di poter pagare utilizzando il credito della sim era una delle caratteristiche più richieste dagli utenti, finalmente pare che, anche in Italia, questa possibilità sia una realtà.

Noi di ziogeek abbiamo provato per voi questa procedura e dobbiamo dire siamo rimasti piacevolmente sorpresi: la procedura è facile e guidata. Dopo il primo pagamento google wallet mantiene in memoria i dati per (eventuali) successivi pagamenti.
Il disporre di un terminale piuttosto datato (Acer Liquid Metal) non ha costituito affatto un impedimento. I contenuti sono diventati disponibili immediatamente, e il credito disponibile si è aggiornato nel giro di mezzora.

Questa possibilità rappresenta un ulteriore passo in avanti per lo sviluppo dei pagamenti in mobilità, garantendo la possibilità a tutti di acquistare i contenuti del Google Play Store in tutta facilità, con un solo click e senza dover disporre di una carta di credito. Avete già provato la nuova procedura? Come vi siete trovati?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273