Top

Arriva Il Kernel Linux 3.0, Col Contributo Di Microsoft e IBM

Importante novità nel mondo ICT: è il giorno del debutto ufficiale del kernel 3.0 di GNU/Linux, finalmente “pushed out” (come ha detto il creatore Linus Torvalds questa mattina su Twitter). Un numero di versione che segna la storia di un kernel – per chi non lo sapesse il “nucleo” del sistema operativo – davvero rivoluzionario, capace di far resuscitare il buon vecchio UNIX e persino di competere (seppur marginalmente) con il colosso di Redmond.

Un kernel arrivato con un po’ di ritardo: la causa, si dice, un bug dell’ultim’ora che ha costretto gli sviluppatori a sospendere la pubblicazione (tra l’altro, corretto prontamente) ma che ha spinto il meticoloso Torvalds a rinviarla poi di qualche settimana. Certo che se ne è fatta di strada dal 14 marzo 1994, quando verrà rilasciata la versione 1.0.0; allora Linux era il semplice erede di Minix, il celebre OS realizzato dal professor Tanembaum. Attualmente il supervisore è invece Andrew Morton, e il kernel supporta tante novità prima assenti: multitasking, virtualizzazione e tante altre.

Microsoft? Uno dei maggiori contribuenti

La notizia più curiosa circa il kernel 3.0 di Linux riguarda Microsoft: l’azienda fondata da Bill Gates (sopra in una storica foto) è infatti risultato il quinto maggior contribuente allo sviluppo del sistema operativo. Assieme all’azienda di Redmond anche altri grandi nomi, come Google, Nokia (per i propri sistemi operativi mobili) e naturalmente Novell, Red Hat, IBM e Intel, i principali produttori commerciali.

La partecipazione di Microsoft non deve comunque destare troppa sorpresa: già nel 2009 la multinazionale oggi capitanata da Steve Ballmer contribuì con circa 20.000 righe di codice al progetto Linux. Il motivo però è semplice: Microsoft promuove su Linux il sistema Hyper-V, una tecnologia di virtualizzazione alternativa a quelle già popolari (come VMWare).

Dopo l’iniziale collaborazione, l’azienda ha però abbandonato lo sviluppato, diventando bersaglio di pesanti critiche dalla comunità. Ha dunque deciso di tornare a dare il proprio contribuito, decisamente positivo. Come si suol dire, insieme è meglio.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273