Top

AndroidNews: Busybox, Tamagochi su Android, 4.x Vicino Al 50%, Nokia Ed Android

Busybox: Il Coltellino Svizzero di Linux E Android

Tutti gli utenti Android che amano “smanettare” con il proprio terminale avranno certamente sentito parlare di busybox.

Non tutti però sanno con precisione di cosa si tratta. La man page relativa definisce busybox come il coltellino svizzero di Linux per embedded. Questa descrizione in effetti calza a pennello, Busybox infatti è una pratica alternativa a un numero elevato di utility e comandi comuni nei sistemi UNIX.

Anche se i moderni cellulari hanno sempre maggiori risorse, e come potenza di calcolo sono certamente superiori ai personal computer di qualche hanno fa, sono sempre dei sistemi embedded in cui non ci si può permettere di sprecare nulla.

Busybox permette di ottimizzare comandi come ls, cat, cp, dir, head, tail che condividono una buona parte di codice in comue, ma anche di fornire (con funzionalità ridotte) valide alternative a comandi essenziali e complessi come (ifconfig , netstat, route).

Negli ultimi anni Busybox ha aumentato la sua popolarità è aumentata, e i comandi supportati sono cosi numerosi da poter rimpiazzare un intero filesystem minimale.

Busybox

Normalmente per installarla sul proprio telefono non basta scaricare l’eseguibile, ma i geek più esigenti potrebbero avere l’esigenza di compilarne una propria versione personalizzata, per creare il proprio filesystem.

Chi ha familiarità con il kernel Linux non avrà difficoltà a compilare la Busybox. Il sistema di compilazione è infatti molto semplice, e basato sulla classica interfaccia ncurses, come indicato in figura:

Busybox-Configuration

Dopo aver dato “make menuconfig” e scelto le nostre opzioni (principalmente i comandi da suportare), si può compilare con un “make“. A questo punto sarà sufficiente creare un link simbolico all’eseguibile della busybbox con il nome del programma che si vuole emulare. ad es:

$ ln -s /bin/busybox /bin/ls

Basta ripetere il procedimento per ogni comando del filesystem ed ecco pronto un sistema minimale basato su busybox. Cosa aspettate a provarlo sul vostro terminale ?

Maggiori informazioni, sul sito ufficiale busybox.net

Tamagotchi Digital Arriva Su Android

Gli sviluppatori e le principali aziende del settore dei giocattoli stanno sempre di più puntando nel creare prodotti che offrono ai nuovi nativi digitali un’esperienza di gioco innovativa. Tamagotchi, qualche anno fa, conquistò una buona parte dei bambini di tutto il mondo divenendo un gioco “must-have”. Dopo molti anni e con l’arrivo degli smartphone, Tamagotchi ha pensato di sviluppare un’app che emula questo popolare gioco. Andiamo a vedere in dettaglio.

Tamagotchi

Un Ritorno Al Passato

Sono passati un po’ di anni da quando è esploso, anche in Italia, il fenomeno Tamagotchi. Vi ricordate? Forse i Tamagotchi erano un gioco sviluppato con la finalità, oltre che di renderci felici, anche di farci diventare più nervosi, poiché il piccolo animalino che dovevamo accudire necessitava di cure mediche, cibo e molto altro ancora e se moriva dovevate necessariamente effettuare strane e complicate manovre per rincominciare il gioco da capo.

Crediamo che la maggior parte dei bambini abbiano avuto un’esperienza un po’ “traumatizzante” con il proprio Tamagotchi ed inoltre, si può dire che questo gioco fosse molto “time-consuming”. Oggi è veramente raro trovare un Tamagotchi in commercio, anzi quasi impossibile ma crediamo che in oriente vengano ancora prodotti.

Per celebrare i 16 anni di business, Tamagotchi è sbarcato su Android e sbarcherà presto anche su iPhone, tuttavia crediamo che, oggi, riprendendo in mano questo gioco potrete accudire il cucciolo con meno stress comprendendo, allo stesso tempo, le sue necessità. L’applicazione è gratuita ed offre una maggiore risoluzione rispetto all’originale. Se volete riprovare “l’emozione” di ritornare bambini e indietro nel tempo, potete scaricare da questo link l’applicazione. Cosa ne pensate?

url

Android 4.x Vicino Al 50% Di Tutti I Devices

In un periodo in cui Windows Phone sta crescendo rapidamente in Italia, Android sta lentamente riducendo la propria frammentazione, soprattutto grazie ai nuovi tablet e smartphone dotati di Android Ice Cream Sandwich e Jelly Bean. Andiamo a vedere in dettaglio il nuovo report di Android Developers Dashboard.

android

Android 4.x Guadagna E Si Avvicina A Gingerbread

Nel mondo degli smartphone, negli ultimi anni, Android occupa una grande fetta del mercato, al punto tale da riuscire ad aiutare le vendite di smartphone di aziende come Samsung. Uno dei principali problemi, però, che la maggior parte degli analisti sostengono è la frammentazione del sistema operativo, poichè ancora oggi in commercio vi sono devices che possiedono Android 2.x o 3.x.

Ovviamente, coloro che possiedono uno smartphone di fascia bassa ed avranno installato il sistema operativo Android (ad es. 2.x) si ritroveranno nell’impossibilità di poterlo aggiornare. Tuttavia, in queste ultime ore, giungono buone notizie che dimostrano come Android 4.x stia conquistando l’utenza ed anche il mercato stia cercando di offrire prodotti dotati delle ultime versione di Android.

Infatti, in un report della Android Developers Dashboard vengono svelate le percentuali riguardanti la diffusione delle varie versioni del sistema operativo di Google. I dati sono stati registrati per un periodo di 14 giorni e riguardano principalmente gli utenti che hanno effettuato l’accesso al Google Play Store.

28347_01_android_4_x_adoption_is_getting_serious_close_to_50_now_full

Andando ad analizzare i dati vediamo come Ice Cream Sandwich sia una delle principali release installate sui terminali Android ma allo stesso tempo vi è da constatare che Gingerbread 2.3.3-2.3.7 è installato sul 45.4% degli smartphone che hanno effettuato l’accesso al Google Play Store.

A nostro avviso, però, è da sottolineare che le versioni Android 4.x sono in crescita e nei prossimi mesi, Gingerbread, molto probabilmente, perderà ancora qualche punto. La frammentazione, ovviamente, è un “problema” ancora presente nell’ecosistema Android e ciò non aiuta ad uniformare l’offerta anche se, da un punto di vista commerciale, permette la vendita di smartphone a basso costo e con discrete performance per un’utenza non esigente. Cosa ne pensate?

28347_02_android_4_x_adoption_is_getting_serious_close_to_50_now_full

Nokia Ed Android? Elop Non Smentisce

Il mercato degli smartphone sta vedendo l’introduzione di molteplici tipologie di device. Nokia, con la serie Lumia, ha inserito sul mercato smartphone dotati di sistema operativo Windows Phone, ma il CEO Elop, in un’intervista rilasciata ad El Pais, ha lasciato una porta aperta ad Android per il futuro. Andiamo a vedere in dettaglio.

1357311412_694701_1357554495_noticia_normal

In Futuro Android Sui Nokia Lumia? Forse

Può accadere che, dopo i recenti dati positivi riguardanti i livelli di vendita degli smartphone Lumia, Nokia tra qualche mese, forse, riuscirà a ritornare competitiva sul mercato smartphone e a raggiungere ottimi livelli di vendite. In un’intervista rilasciata al quotidiano El Pais, il CEO di Nokia Stephen Elop sembra aver aperto la strada, per il futuro, di un’adozione del sistema operativo Android.

L’adozione del sistema operativo Windows Phone, offerta da Microsoft in modo “privilegiato” per Nokia, è stata l’unica strada per salvarsi dal fallimento e ad oggi l’azienda finlandese sta sempre di più “aggredendo” varie fasce di prezo e sta riscuotendo feedback molto buoni da parte dell’utenza. Il cambiamento di strategia attuato nel 2011 sta lentamente dando i suoi “frutti” ma Stephen Elop ha sottolineato, durante l’intervista al quotidiano spagnolo, che l’azienda ha già iniziato a guardare al futuro e a sistemi operativi basati su HTML 5 ed Android.

L’opinione di Elop è quella che, per il momento Nokia è presente sul mercato con Windows Phone ma, in futuro, ci potrà essere anche la possibilità di utilizzare altre tipologie di sistemi operativi. A nostro avviso, qualora Nokia presentasse smartphone dotati di sistema operativo Android, potrebbe offrire agli utenti una gamma simile a quella di Samsung e a molte altre aziende del settore cercando di conquistare la “fetta più grossa” del mercato. Cosa ne pensate?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273