Top

Apple O Microsoft, L’Eterno Dilemma

Il mese appena trascorso è diventato il campo battaglia tra i sostenitori e i detrattori di Apple, l’azienda di Cupertino guidata da Steve Jobs. Leggevo proprio su ZioGeek, tra i commenti di questo articolo, di un utente che critica chi ha “inventato”, a suo dire, lo scandalo chiamato (secondo me con un po’ di esuberanza) Antennagate. Lo stesso utente parla di un Apple rivoluzionaria e decisamente avanti rispetto a Microsoft, ormai in decadenza.

Rispondendoti, vorrei precisare che forse hai ragione quando noti una sorta di campagna mediatica contro Apple. E’ indiscutibile e insindacabile che sotto la guida del suo CEO l’azienda sia diventata leader del mercato; è anche vero, come dici tu, che il predominio di Microsoft sia stato frutto di vicende tutt’ora poco chiare della storia di Redmond.

Uno sguardo d’insieme

Non è però tutto rose e fiori: non è vero che l’iPhone 4 non possiede gravi problemi hardware. A testimoniare questo, le fresche dimissioni del suo vice-presidente Mark Papermaster, uno dei più capaci ingegneri elettronici del mondo. Lo scandalo, forse, è stato ampiamente gonfiato, ma non ha nulla da invidiare (come ho già avuto modo di dire) al problema di accelerazione delle Toyota, scandalo poi risoltosi nel peggiore dei modi per la multinazionale nipponica.

Ma non si tratta solo di questo: la verità è che Apple è e rimarrà un marchio per pochi, il classico dispositivo hardware che non ha nulla di particolarmente eccezionale (L’iPad è davvero utile, almeno quanto un pc? L’iPhone ha una fotocamera degna di questo nome?) ma che viene venduto a prezzi altamente supervalutati (in Italia addirittura c’è il picco di costi per gli utenti).

Inutile parlare, a questo punto, di schermate blu e problemi (eternamente irrisolti) di Windows. Il successo di Microsoft è stata la sua scelta di non combattere la pirateria informatica, rendendo di fatto i suoi sistemi accessibili a chiunque, a tutto vantaggio del suo business (perché, sia chiaro, Apple o Microsoft non guadagnano dalle vendite di Mac OS X o di Windows 7, che sono l’1%).

Se Windows 7 è usato, in maniera legale o illegale, dalla maggioranza di utenti, inevitabilmente i pc venduti nei negozi e alle aziende sono forniti con questo sistema operativo: e poco importa se Ubuntu è migliore e Mac OS X è più performante. E parlando invece di servizi satellite (Windows Live, Messenger, MSN), dove sta la controparte Apple?

Se andiamo a vedere, Microsoft ha un utile netto superiore di circa il 180% rispetto ad Apple. E allora, basta parlare dei pro e contro delle due aziende: la scelta, alla fine, è solamente personale.

PS: Ci piacerebbe conoscere l’opinione degli utenti su questo tema, ci aspettiamo tantissimi commenti!

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273