Top

Che Fine Ha Fatto AMD?

Al Computex di Taipei AMD ha presentato la nuova ammiraglia di processori che però non ha convinto gli addetti ai lavori. Nel web ormai molti geek sostengono che AMD non sia riuscita a rivaleggiare contro Intel e per questo la “guerra” che è durata anni si può dire conclusa a favore dell’azienda di Santa Clara.

AMD KO?

Negli ultimi anni molti geek erano pronti a vedere due grandi marchi come Intel e AMD rivaleggiare nel settore dei processori per computer. Oggi, però, ci troviamo in un periodo in cui Intel ha circa la totalità del mercato e con gli ultimi processori delle serie i3, i5 e i7 ha definitivamente fatto retrocedere AMD.

Molti di voi si ricorderanno i confronti tra Duron e Celeron, Pentium e AMD Athlon 64 3200+. Stiamo parlando del 2004 e a quell’epoca AMD stava conquistando importante rilievo nel mercato con la sua nuova serie a 64bit che permetteva di avere ottime performance ed essere pronti per il futuro. Un lento ed inesorabile declino, però, ha portato AMD a ritrovarsi ad essere una piccola percentuale in un mercato dominato da Intel. Nel 2012, però, possiamo ancora trovare qualche processore AMD in dotazione a computer fissi e portatili HP, ma stiamo parlando di computer di fascia bassa mentre nel settore professionale e anche server Intel è il marchio principale.

AMD negli ultimi anni ha acquistato ATI, azienda che produce schede video, e ancora oggi ad differenza delle CPU vediamo confronti nel settore delle GPU tra ATI e Nvidia. Crediamo che la concorrenza sia un’ottima cosa in un mercato come quello odierno e permetta anche agli utenti di avere una maggiore possibilità di scelta. Infine, le novità proposte da AMD al Computex a Taipei, a nostro avviso, non riescono a contrastare la spietata concorrenza ad esempio: i nuovi processori con architettura Trinity nei benchmark hanno dimostrato solo una migliore autonomia rispetto ad Ivy Bridge, mentre le nuovi APU Brazos 2.0 sono principalmente dedicate al mercato netbook che ormai è stato dichiarato “defunto” per far posto ai tablets.

Link | cnet

@albertmarini

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273