Top

Come Controllare Contenuti Duplicati e Copiati dai Nostri Siti – Guida Completa

Nel momento in cui si va a scrivere articoli online è importante essere originali, altrimenti le conseguenze possono essere diverse, a partire dal semplice plagio. Nulla può colpire la credibilità di un sito internet come un’accusa di plagio e non parliamo poi del fastidio che si prova quando sono gli altri a copiare i nostri contenuti senza permesso.

Nel corso degli anni abbiamo scritto diverse guide e tutorial per controllare chi copia i nostri contenuti, ecco un pratico riassunto di tutti i metodi più efficaci con:

  • la lista dei siti internet che ti aiutano a scovare i copioni dei tuoi contenuti,
  • una impostazione di wordpress molto utile per ricevere i trackback di chi ti linka,
  • un addons per firefox veloce e pratica,

Siti che ti permettono di controllare i contenuti duplicati

1. Crossrefme ha un algoritmo innovativo e unico che consente di confrontare tra milioni di pagine web per controllare se il contenuto in esame è stato già pubblicato altrove. La pagina dei risultati è ben progettata e i collegamenti mostrano da dove il contenuto viene copiato, indicandoci anche una percentuale di somiglianza tra le due versioni.

2. Dupli Checker ha molte opzioni per ottimizzare il controllo dei duplicato. Gli utenti possono scegliere tra duplicato classico ed opzioni avanzate. Nessuna delle due opzioni modifica il modo in cui i risultati sono calcolati, ma solo la loro visualizzazione a schermo.

3. CopyGator è un servizio online gratuito e senza registrazione che ci permette di monitorare i feed del nostro blog e notificare se qualcuno ha copiato il nostro articolo senza averci chiesto il permesso. Per far analizzare il nostro blog, basterà recarsi sulla homepage dove troveremo un box in cui digitare l’indirizzo del nostro blog e successivamente saremo indirizzati a una pagina in cui appariranno quali articoli sono a rischio e dove sono stati copiati fornendoci anche ulteriori dettagli come per esempio la data e l’ora per verificare se il contenuto è stato veramente copiato.

La cosa utilissima di CopyGator è che per monitare il nostro sito e chi copia i nostri articoli non dobbiamo ogni volta recarci sul sito. Infatti abbiamo due possibilità molto comode che sono o quella di segnalare il proprio feed RSS e avere una pagina dedicata con tutte le segnalazioni oppure aggiungere un banner che ci porterà alla pagina di CopyGator relativa al nostro blog con tutte le segnalazioni, la cosa interessante è che il banner assumerà un colore verde quando non c’è da preoccuparsi, un colore rosso quando qualche altro blog ha lo stesso contenuto del nostro. Se questi due modi non vi soddisfano potrete ricevere eventuali segnalazioni via email.

Un servizio comodo per smascherare chi si appropria del nostro lavoro spacciandolo per il proprio.

Se infine volete un metodo universalmente valido, allora potete usare Google oppure Bing. Vi basta infatti fare copia e incolla di un pezzo di frase del testo che volete controllare e valutare i risultati che il motore di ricerca ridà.

Questo non solo rivela i siti che copiano i contenuti, ma anche se il vostro sito web è indicato in cima ai risultati, o se un sito fregone è riuscito persino a scavallarvi nei risultati di ricerca. Quando cercate una frase su un motore di ricerca mettete le virgolette ad inizio frase e termine frase, in questo modo:

“Il mattino ha l’oro in bocca”

In questo modo i motori di ricerca vi segnaleranno chi ha utilizzato la vostra frase esattamente come l’avete scritta voi.

4. CopyScan è un vero e proprio motore di ricerca adibito a questa funzionalità, vi basta inserire l’indirizzo del vostro articolo e potrete trovare tutti i duplicati.

5. Plagiarisma.net invece vi permette di copiare ed incollare il testo, uplodarlo dal vostro computer in formato HTML, DOC, DOCX, RTF, TXT, ODT, PDF, fare il check dell’url o scaricare anche l’omonimo programma per Windows.

Controllare i contenuti duplicati con WordPress

Un altro sistema utile, se come noi, all’interno dei vostri articoli molto spesso ci sono dei link interni al vostro sito vi basterà abilitare i pingback ed i trackback di altri siti, su wordpress potete farlo da Impostazioni > Discussione >, come potete vedere da questa schermata. Questo significa che ogni volta che un vostro articolo sarà ri-pubblicato da qualcun altro (chi lo fa in modo automatico non si metterà di certo a controllare i link interni o esterni) vi apparirà, sotto forma di commento all’articolo.

pingback

Count Words: l’Addons Per Firefox Che Scova i Copioni

count words

Se però non avete il tempo e la voglia di copiare e incollare tutti i paragrafi articolo per articolo nei motori di ricerca, è possibile utilizzare Count Words, una pratica addons per Firefox segnalata dal sito ghacks.net. Tutto quello che dovete fare è installare l’estensione e utilizzare la nuova icona che si sarà aggiunta alla barra di stato del browser per cercare le parole che evidenziate nei vostri articoli in Google Search.

Quello che dovete fare quindi una volta installato questa estensione è scegliere uno o più dei vostri articoli e iniziare a sottolineare alcune frasi (non più di due o tre, tanto le query di ricerca in Google sono limitate a 32 parole), poi tasto destro > Word Count > potete scegliere se contare le parole (in realtà molto utile comunque se siete webmaster) o fargli cercare le copie di questa esatta frase che avete selezionato R There Copies?

Se ci sono dei siti che vi stanno copiando potrete provare a contattare il webmaster per chiedergli di rimuovere il materiale che vi appartiene, se c’è un modulo di contatto o una mail. Altrimenti c’è sempre il modulo di Google, come abbiamo detto nell’altro articolo.

Download | Count Words

Il passo successivo è quello di segnalare a Google chi vi copia i contenuti, ecco come fare qui.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273