Top

Curiosità Sul Nuovo “Google Doodle”, Non Mancano Le Polemiche

C’è molta curiosità attorno al Doodle, logo “artistico” del motore di ricerca di Mountain View, apparso oggi sull’home page. Tante palline colorate (o palloncini, a seconda delle interpretazioni) si allontanano in modo rocambolesco sullo schermo al passaggio del mouse, per ritornare in posizione – costruendo la classica scritta Google – quando il cursore di ferma.

Nessuna ricorrenza, però, e nessun click che chiarisca l’improvvisata degli autori. E così gli utenti si sono domandati a cosa fosse dovuta tanta “allegria”. La risposta arriva in mattinata da Google Italia, intervistata sulle colonne de Il Corriere della Sera. Ecco uno stralcio per voi.

Il Doodle è servito, ma gli ecologisti mettono in evidenza i consumi

Il Doodle (che letteralmente ha un significato simile a sketch, disegno artistico o “a matita”) è ormai diventata un’arte che ha coinvolto, in numerosi concorsi, anche gli utenti del motore: una tradizione sostenuta dai fondatori, Brin e Page, sin dal 1999.

Secondo Google Italia, l’animazione di oggi non è legata alla ricorrenza dei 12 anni dalla nascita di Google: piuttosto si tratterebbe di una metafora della “velocità, interattività e semplicità” del motore di ricerca. Tratti che effettivamente possiamo riconoscere nelle sobrie palline “vaganti”, così come anche l’idea di svago e tempo libero. Non mancano persino le polemiche sull’impatto ambientale: secondo gli ecologisti, il Doodle odierno aumenta di oltre l’80% il consumo elettrico delle CPU di tutto il mondo per elaborare l’animazione, con pesanti ricadute sulle emissioni di CO2.

E’ comunque evidente, è una nostra analisi personale, che Google voglia mantenere la curiosità e l’interesse attorno a sé, forse anche per una questione di marketing ed una sfida alla concorrenza. E non escludiamo che, com’è in uso da parte dei “disegnatori” dell’azienda, nei prossimi giorni avremo qualche informazione in più per capire la curiosa mossa di BigG.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273