Top

eMule E’ Morto? Dossier ZioGeek

Per anni è stato un software indispensabile per qualsiasi informatico, installato ancor prima di Adobe Flash: è eMule, la più popolare applicazione di file sharing (peer to peer) nel mondo. Ma ora è in declino: pochi lo installano sui nuovi pc, tanti lo rimuovono. Le cause? Le abbiamo analizzate in un dossier esclusivo realizzato da ZioGeek.

La fine di un mito: eMule perde consensi, vi spieghiamo perché

Da aprile è giunto alla versione 0.50a (clicca qui per scaricarla), ma a moltissimi questo upgrade è passato inosservato. Forse perché le differenze dalle precedenti build sono sempre meno, e questo anche a causa degli scarsissimi aggiornamenti che vengono eseguiti (ci si chiede come mai non si è ancora raggiunta una versione 1.0): basti pensare che in passato si trovava una nuova versione ogni 10-15 giorni, ora ogni 8-9 mesi.

Abbiamo analizzato per voi le statistiche di download del progetto Sourceforge, da cui è possibile scaricare ufficialmente le build di eMule. Con le dovute premesse: anzitutto è evidente che non tutti i download provengono da Sourceforge (ma abbiamo considerato questi come indice statistico direttamente proporzionale, o quasi, al totale); inoltre è da non sottovalutare il fatto che questo portale in passato era meno conosciuto e meno utilizzato.

E’ risultato che per la versione 0.49a, scaricabile dal sito ufficiale tra maggio e agosto 2009, siano stati effettuati oltre 22 milioni di download. Per la versione 0.50a, invece, disponibile da aprile di quest’anno (e dunque per un tempo maggiore), i download effettuati siano appena 11 milioni. Si tratta, conti alla mano, di oltre il 50% in meno (essendo passati più giorni). Consideriamo però che è possibile che nel 2010 degli utenti abbiano continuato a scaricare la versione 0.49a.

In ogni caso, con le dovute considerazioni, è evidente come il calo sia comunque strutturale: si scopre inoltre che mentre prima ogni 15 download dell’installer, una persona scaricava i sorgenti, ora ciò avviene ogni 35. Il che può essere un segnale del fatto che c’è meno interesse a sviluppare le mod o ad aggiornarle.

Il crollo di eMule si spiega sbrigativamente con la guerra che è stata fatta da chi tutela le major: i server fake (qui trovi la lista sicura dei server eMule) sono una minaccia per gli utenti, che temono di essere intercettati e multati. E, seppur raramente, capita.

In realtà però il vero problema è il sistema stesso: oltre ai blocchi imposti da molti provider, ed alla difficoltà di configurazione che riscontrano gli utenti meno esperti, gli utenti trovano oramai maggior semplicità nell’uso dei torrent (spesso più pratici e veloci). E si sentono anche più sicuri. Senza contare che servizi come MegaUpload e lo stesso Youtube hanno man mano semplificato il download di programmi illegali e musica.

Aspettiamo le vostre opinioni: secondo voi eMule è davvero destinato all’estinzione?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273