Top

Entro Il 2020 Ogni Persona Avrà 5200 GB Di Dati Prodotti

Secondo un report realizzato da parte di Digital Universe, nei prossimi 8 anni, il totale dei dati immagazzinati a livello digitale supereranno i 40 zettabytes ovvero 5200 gigabyte per persona presente sulla Terra. Andiamo a vedere in dettaglio.

40 Zettabytes In Totale Di Storage Sulla Terra

Un recente studio di Digital Universal, a partire dal 2012 fino al 2020, verranno prodotti circa 40 zettabytes di dati. Lo studio ha evidenziato come questa immensa mole di dati non verrà prodotta da esseri umani, bensì da “macchine” che dialogano tra di loro attraverso network di dati come, ad esempio, sensori e smart devices. 40 zettabytes sono 40 trilioni di gigabytes e se questa immensa cifra fosse divisa tra tutti gli abitanti della Terra, ogni persona avrebbe prodotto circa 5200 gigabyte. Tra gli addetti ai lavori, inoltre, si stima che l’interazione tra smart devices potrebbe comportare un ipotetico raddoppio dei dati prodotti ogni anno.

The majority of data between now and 2020 will not be produced by humans but by machines as they talk to each other over data networks. That would include, for example, machine sensors and smart devices communicating with other devices.

Queste previsioni, ovviamente, possono rapidamente cambiare e può accadere che venga stimato un ulteriore aumento della quantità di dati che saranno immagazzinati fino al 2020 visto che, in questi ultimi anni Digital Universe, precisamente a giugno 2011, aveva predetto che sarebbero stati prodotti “solamente” 35 zetabytes ma in queste ultime ore ha dovuto ritoccare le stime. Cosa ne pensate?

The digital universe includes everything from images and videos on mobile phones uploaded to YouTube to digital movies populating the pixels of high-definition TVs to transponders recording highway tolls. It also, naturally, includes more traditional corporate data, such as banking data swiped in an ATM, security footage at airports and major events such as the Olympic Games, as well as subatomic collisions recorded by the Large Hadron Collider at CERN.

Link | Computerworld

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273