Top

Facebook, Google, LinkedIn E Twitter Presentano WebScaleSQL

Dietro al mondo del web sono presenti basi di dati, sistemi di gestione dei dati e tutta una serie di applicativi “invisibili”, ma allo stesso tempo i meccanismi di gestione dei dati sono fondamentali per quanto riguarda sia le performance che la gestione complessiva dei dati raccolti attraverso il web. Facebook, Google, LinkedIn e Twitter, non a caso, stanno lavorando a WebScaleSQL, riprendendo alcune caratteristiche di MySQL, ma integrando funzionalità per basi di dati di grosse dimensioni, che aiutino a migliorare sia le performance che la gestione dei dati. Andiamo a vedere in dettaglio. 

WebScaleSQL

Il Web Sta Cambiando

Le principali aziende del mondo “social network” hanno, recentemente, annunciato WebScaleSQL, un progetto collaborativo che permette agli ingegneri di risolvere problemi e realizzare un sistema di gestione intelligente di database veramente grandi. Come il nome suggerisce, WebScaleSQL è una versione customizzata di MySQL e sviluppata per le grandi aziende che possiedono piattaforme sul web. Facebook, Google, LinkedIn e Twitter hanno deciso di condividere i propri set di cambiamenti in modo completamente open source. Il progetto coinvolge, principalmente, i team di ingegneri MySQL di queste quattro aziende e, molto probabilmente, vi sarà spazio anche per altre aziende ed ingegneri che conoscono nel dettaglio MySQL.

Facebook ha rivelato quali siano i progetti a cui stanno lavorando gli ingegneri e che porteranno WebScaleSQL a diventare uno standard open per la maggior parte delle aziende. L’obiettivo è quello di realizzare un framework automatizzato che, per qualsiasi cambiamento proposto, effettuerà il “run” e pubblicherà i risultati del sistema di test integrato in MySQL. Non solo, vi sarà anche spazio per una nuova suite di stress test ed i prototipi per effettuare testing di performance del sistema, in modo completamente automatico. Gli ingegneri, non solo, stanno effettuando una revisione alla struttura del codice cercando di semplificare e ridurre i potenziali conflitti. Questi cambiamenti, quindi, permetteranno di lavorare più semplicemente sul codice e aiuteranno a realizzare rapidamente aggiornamenti, di quanto oggi avviene con MySQL.

To help the more than 1.23 billion people who use Facebook to share and connect with each other, we’ve had to build an expansive and incredibly advanced infrastructure — including one of the largest deployments of MySQL in the world. Along the way, we’ve learned and benefited from code changes made by the MySQL community. Today we’re announcing WebScaleSQL, a collaboration among engineers from several companies that face similar challenges in running MySQL at scale and seek greater performance from a database technology tailored to their needs.

Facebook, non solo, ha rivelato su cosa stia lavorando il proprio team WebScaleSQL, tra cui un client asincrono MySQL e l’aggiunta di meccanismi di logica per “Read-Ahead” che permetteranno di ottenere performance migliorate fino a 10 volte, qualora venga effettuata una scansione della tabella. Da un punto di vista “user-side” le principali differenze tra MySQL e WebScaleSQL riguardano il fattore velocità nella risposta alle query, ma allo stesso tempo queste quattro aziende dimostrano come sia possibile realizzare il web del futuro, lavorando e migliorando anche piattaforme ormai consolidate come MySQL. Cosa ne pensate?

WebScaleSQL is a collaboration among engineers from several companies that face similar challenges in running MySQL at scale, and seek greater performance from a database technology tailored for their needs.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273