Top

Facebook Ha Svolto Esperimenti Psicologici Sugli Utenti

Abbiamo sempre saputo che le potenzialità di Facebook erano in via di sviluppo e che prima o poi ci avrebbe stupido, ma forse non fino a questo punto! Facebook è più di un social network ormai, è ufficialmente un laboratorio scientifico online. Pazzesco? Si, ma a quanto pare l’azienda di Mark Zuckerberg ha rivelato che in una delle precedenti settimane sono state tracciate le emozioni di oltre 700 mila utenti. Ciò, quindi, ha permesso di analizzare il comportamento degli utenti e comprendere le loro emozioni. Vediamo come è stata condotta questa ricerca e quali risultati ha portato.

zuckerberg_

News Feed Modificato Per Test

Il news feed (la nostra home page di facebook, con tutte le notizie e gli aggiornamenti di stato dei nostri amici) di oltre 689 mila utenti è stato modificato di proposito da parte di Facebook. Questa scelta è stata effettuata per misurare le emozioni che coinvolgono le persone e le loro attività di condivisione post. Alcuni utenti sono stati esposti a post più positivi, mentre un altro gruppo è stato esposto a contenuti di tipo più negativi, da parte dei loro amici. Il progetto è stat realizzato grazie ad un algoritmo estremamente complicato e selettivo, che analizzava post dopo post l’impatto negativo o positivo. Ecco uno schema di come agiva l’algoritmo:

F1.large__580-0

Da questa ricerca, è emerso che l’emozione, all’interno dei post, è contagiosa. Chi ha visto, nei giorni precedenti, post con contenuti positivi tendeva ad un atteggiamento più positivo. Il contrario, invece, è ancora vero per coloro che hanno visualizzato post con contenuti negativi. Quindi, lo studio psicologico effettuato da Facebook conferma il fatto che, sempre di più, siamo in qualche modo “plasmati” da ciò che ci circonda ed, in particolare, da ciò che vediamo condiviso sui social network. In pratica siamo più propensi a condividere contenuti della stessa tipologia di quelli che visualizziamo, è naturale che questo esperimento ha visto modificare il tipo di contenuto visualizzato da una porzione degli utenti che, normalmente, avrebbero ricevuto imput sia negativi che positivi durante l’arco della giornata.

Allo stesso tempo, molte persone hanno reclamato a Facebook di manipolare i contenuti, ma il famoso social network ha risposto che non sono stati violati i termini, dal momento che tutti coloro che si iscrivono accettano tutte le condizioni. Seppur, fino a oggi, nessuno aveva mai pensato di fare “test” psicologici sui navigatori, Facebook potrebbe diventare uno degli strumenti più utili, visto l’abbondante numero di utenti presenti. Cosa ne pensate di questo tipo di attività? La considerate parte integrante dell’esperienza web oppure pensate che sia un limite che non dovrebbe essere varcato dalle aziende?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273