Top

Flappy Bird: Scompare L’App e Arriva l’Alternativa Flappy Fly

Nel settore della tecnologia, in qualsiasi “branca”, il successo di un prodotto non è sempre dovuto alle sue effettive qualità: spesso, infatti, è più venduto un prodotto ben pubblicizzato ma inferiore, rispetto ad un prodotto meno pubblicizzato ma sicuramente migliore nell’aspetto relativo alle prestazioni.

Ad ogni modo un “esemplare” che ha riscosso un successo allucinante negli ultimi giorni è stato Flappy Bird, un’applicazione di pochi kb per Android e iOS che ha fatto impazzire (ed imprecare, oserei dire) milioni di giocatori.

Business pericoloso?

Flappy-Bird-windows-phone-2

Una grafica al limite dello spartano e ben 50.000$ al giorno sono, in sintesi, le caratteristiche principali di Flappy Bird, un giochino che in poche settimane ha raggiunto un successo allucinante sia su iOS che su Android.

Il titolo, sviluppato da un giovane developer indipendente, ha raggiunto una fama incredibile nelle ultime settimane tanto da far guadagnare al suo sviluppatore la bellezza di 50.000$ al giorno, per qualche settimana, grazie alla presenza dei banner all’interno dell’applicazione.

Il successo, però, sembra abbia scatenato qualche piccolo problema tanto che lo sviluppatore si è visto costretto (o forse è stata una scelta voluta?) a rimuovere il gioco sia dal Play Store che dall’App Store. In molti ipotizzano che il problema sia legato alla copyright, vista la somiglianza di alcune parti del gioco ad altri videogiochi del passato. Fatto sta che i possessori di Android non avranno problemi a reperire Apk in rete, mentre per gli iDevices bisognerà ricorrere necessariamente al Jailbreak.
Da giorni in rete era diventato ormai un fenomeno mediatico, ma da circa 3 giorni si sono perse le sue tracce sui vari Market di App di smartphone e tablet. Parliamo di Flappy Bird, il gioco per Android e iOS che da pochi giorni, dopo aver fatto incassare centinaia di migliaia di dollari al suo sviluppatore è scomparso da Play Store e App Store senza alcun tipo di spiegazione da parte del developer: oggi, però, ci giunge qualche informazione in più.

Rimosso perché Stressante

FlappyBirdDeath

Probabilmente si tratta di una delle peggiori scuse che lo sviluppatore potesse trovare, ma a quanto pare Dong Nguyen ha rimosso la sua applicazione dagli store solo per questo futile motivo, vale a dire “creava dipendenza“. E’ alquanto strano come uno sviluppatore, che ha raggiunto un successo mondiale e un incasso giornaliero di quasi 50 mila dollari decida di rimuovere la sua applicazione perché “creava dipendenza”: probabilmente questo motivo avrebbe fatto ottenere un successo ancora maggiore a Dong Nguyen. ma pare non ne voglia sapere.

Flappy Bird è stato pensato per trascorrere qualche minuto in pieno relax, ma si è rivelato un prodotto che dà assuefazione. Penso sia diventato un problema e, per risolverlo, ho deciso di eliminarlo. Per sempre.

Ovviamente online circolano gli APK del gioco e i file .ipa per i dispositivi Apple dotati di Jailbreak e sarà possibile continuare a giocare a Flappy Bird anche se lo sviluppatore ha rimosso l’app dagli store.

Si sa, ogni volta che ci si appresta a fare qualcosa è sempre meglio “prendere spunto” (ma non troppo) da qualcosa simile già esistente. Flappy Bird e il suo creatore, probabilmente, hanno fatto ciò ma si sono lasciat trascinare troppo dal “prender spunto” tanto è che si vocifera che il gioco sia stato rimosso per aver “rubato” parte della grafica di Super Mario Bros. Detto ciò, sui market sono apparsi già decine di clone del pluriscaricato Flappy Bird che nonostante tutto continua a far parlare di se.

Flappy Fly!

FlappyFLy-1

Ciò che accomuna Flappy Bird e Flappy Fly è solamente l’idea, perchè nel videogioco per Android tutto italiano, non compaiono nemmeno i famigerati uccellini “odiosi” e snervanti, ma una più simpatica mosca (è una mosca vero?!) che, sostanzialmente, deve svolgere lo stesso compito dei protagonisti precedenti. L’applicazione, che abbiamo detto essere stata realizzata in Italia, è decisamente superiore in grafica ed opzioni rispetto a Flappy Bird che, onestamente, non si sa nemmeno per quale motivo abbia riscosso un tale successo.

Addio Cloni di Flappy Bird: Apple e Google iniziano a bloccarli

Inarrestabile la moda di Flappy Bird. Lo sviluppatore ha rinunciato persino agli introiti dell’applicazione pur di conquistare un po’ di pace. Il piccolo, semplice e banale uccellino giallo ha creato un tormentone così forte che addirittura è stato bandito anche per mettere fine alla dipendenza che aveva generato. Gli utenti erano praticamente drogati da Flappy, proprio per questo motivo gli sviluppatori hanno voluto prendere la palla al balzo e sfornare una serie infinita di cloni.

Il volatile giallo è stato sostituito da cagnolini, ranocchi, porcellini, mosche, supereroi ed ogni altra sorta di persona/animale, ma l’impresa era sempre la stessa: riuscire a superare gli ostacoli senza far urtare il personaggio principale. Il tormentone non si arresta e per bloccarlo definitivamente i piani alti devono scendere necessariamente in campo. Le ultime indiscrezioni dichiarano che sia il team di App Store sia quello del Play Store hanno iniziato a respingere i cloni del gioco.

I Cloni di Flappy Bird rifiutati automaticamente da Apple e Google

I game che includono nel loro nome la parola “Flappy” vengono automaticamente respinti dai negozi virtuali. Questa mossa non è altro che un evidente sforzo che cerca di arginare gli infiniti cloni che stanno attaccando gli store!

Avvertiamo, dunque, tutti gli sviluppatori italiani che sono ancora alle prese con la preparazione di un qualsiasi clone di Flappy Bird. Il loro lavoro potrebbe andare sprecato, visto che Apple e Google non accetteranno il gioco se nel nome sarà presente l’ormai vietata parola.

Non sappiamo se gli store inizieranno a cacciare anche i giochi già presenti sullo store, ma ad ogni modo questa nuova strategia aiuterà a tirerà il freno a mano dell’assurda moda di Flappy Bird.

E voi, potrete fare a meno dei tanti nuovi cloni dell’uccellino giallo?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273