Top

G-Drive Mini: Recensione Completa

In questi ultimi giorni Ziogeek ha potuto testare il nuovo G-Raid Mini, hard disk prodotto da G-Technology. L’unità testata ha dimostrato come un hard disk da 2.5 pollici da 7200 rpm offra ottime performance ed allo stesso tempo le dimensioni sono adatte per essere il compagno di viaggio ideale. Andiamo a vedere in dettaglio come è andata.

G-Drive_8

Hard Disk Con Ottime Performance

Qualche mese fa, abbiamo parlato dell’acquisizione, da parte di Western Digital, di Hitachi Global Storage Technologies. Vi è da sottolineare, però, come Western Digital abbia voluto nettamente separare questi due brand invece di farli coesistere sotto un unico nome. Questa strategia è dovuta al fatto che HGST detiene il marchio G-Technology, hard disk che sono sinonimo di qualità coniugata ad un design ricercato. La presenza di G-Technology sul mercato ha offerto, a molti professionisti, la possibilità di acquistare soluzioni appositamente studiate e destinate ad offrire le massime performance. Queste informazioni, siamo riusciti ad averle anche da test che abbiamo effettuato tra il G-Raid e il Western Digital My Book Studio Edition II. Questi hard disk, infatti pur essendo simili ed ora prodotti all’interno dello stesso gruppo, hanno evidenziato performance nettamente diverse ed a favore del G-Raid. Oggi, però, andremo a parlare del nuovo G-Drive Mini, un hard disk che coniuga dimensioni contenute e da 7200 rpm.

G-Drive_11

Prima di descrivere da un punto di vista tecnico il G-Drive Mini, è opportuno raccontare due avvenimenti che sono successi a due diversi clienti che dimostrano quanto il G-Drive Mini sia affidabile. In un post apparso su Facebook circa un anno fa, un utente ha postato alcune fotografie che ritraevano il proprio G-Drive Mini in queste condizioni:

g-drive-mini-facebook

La storia raccontata dall’utente dimostra come il case di alluminio sia abbastanza resistente ed offra completa protezione ai dati contenuti all’interno dell’hard disk. Infatti, pur passando un autobus sopra al pacco contenente l’hard disk, le decine di gigabyte di registrazioni con videocamera RED ONE non sono andate perse.

So there I was, packed up tight and enjoying my trip from Miami to Colorado, when out of nowhere – BAM! – I fall out of the delivery truck and get run over by a passing bus! It happened in an instant. And man, it hurt!

But when Mammoth HD plugged me in to load me up with gigs of RED ONE footage, my vital signs were good– I showed up on the desktop, and I could still feel my hard drive! Thanks to my rugged design and all-aluminum enclosure, I survived and still continue to function normally.

Un’altra storia, invece, riguarda uno studio di registrazione che è andato a fuoco, ma dopo svariati giorni, i proprietari hanno ritrovato il G-Drive  Mini in queste condizioni:

tumblr_me61qt6qGr1r2kmr7o1_500

Connesso al computer, l’hard disk si è accesso e i proprietari si sono accorti di avere ancora i dati all’interno. Seppur il calore possa aver rovinato la superficie esterna del case, l’interno è rimasto completamente protetto e ciò ha permesso la protezione completa dei dati.

Performance And Reliability

G-Drive_5

Dopo queste due storie, andiamo a vedere alcuni dati tecnici del nuovo G-Drive Mini. Il modello che abbiamo provato, grazie a G-Technology, è dotato di hard disk Hitachi Travelstar 7k1000 (1TB) da 7200 rpm e 32 MB di buffer. Nel catalogo, però, vi è presente anche una versione dello stesso hard disk in taglio da 500GB. Dopo un lungo periodo di utilizzo, è da sottolineare come questo hard disk sia particolarmente silenzioso e il dissipatore in alluminio posto nella parte inferiore del G-Drive Mini risulta particolarmente utile, poiché permette di avere un’ottima dissipazione. L’hard disk arriva già preformattato per Mac OS, ma gli utenti Windows possono facilmente riformattarlo in NTFS.

G-Drive_4

G-Drive_13

Il nuovo G-Drive Mini, sul fronte delle connessioni, offre 2 porte Firewire 800/400, di cui una utile per il daisy-chain, ed una porta USB 3.0. Qualora, la corrente erogata dalla porta USB 3.0 del proprio computer non fosse sufficiente ad alimentare il G-Drive Mini, è possibile acquistare separatamente un alimentatore esterno. I nostri benchmark, inoltre, dimostrano come i 7200 rpm siano particolarmente utili, sia per velocizzare l’accesso ai dati ma anche per quanto riguarda la velocità di trasferimento. Per quanto riguarda la velocità utilizzando la tecnologia USB 3.0, si registrano punte di 126 MB/s in lettura e 120 MB/s in scrittura mentre con Firewire si arriva a circa 50 MB/s in scrittura e 54 MB/s in lettura, risultati che riteniamo ottimi se comparati anche con quelli di altri hard disk portatili come il Western Digital My Passport.

Screen Shot 2013-04-11 at 11.36.29 AM

Firewire 800

G-Drive_14

2 Porte Firewire, 1 Porta USB 3.0, Interuttore e ingresso per alimentatore esterno (opzionale)

Infine, a differenza di molte aziende di questo settore, G-Technology è attenta anche al packaging e non solo. Abbiamo notato, infatti, che i cavi dati in dotazione sono stati realizzati ad-hoc per G-Technology poiché vi è impressa una G in uno dei due terminali. Inoltre, la presenza di una custodia in pelle (vera pelle), inclusa all’interno della confezione, è un valore aggiunto che permette all’utente di non aver bisogno di comprare una custodia per l’hard disk. Cosa ne pensate? Quali sono le vostre opinioni? Vi piace?

G-Drive_6

G-Drive_10

G-Drive_12

Link | G-Technology

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273