Top

Google AdSense: I Segreti Del Programma, Come Non Essere Bannati

Decine di utenti, ogni giorno, riempiono i blog specializzati di domande sul servizio Google Adsense, il popolare circuito pubblicitario per editori di BigG, presente anche in versione Adsense per Mobile. Tra le domande più quotate si trovano quesiti del tipo “Ho fatto click su un mio annuncio, verrò bannato dal programma?” oppure “Quanto si guadagna con AdSense?“.

Le risposte a mio giudizio non sono mai sufficientemente esaurienti. Vi propongo allora un dettagliato resoconto sui segreti di AdSense basato sulla mia esperienza e su avanzati studi nel settore, che cercherà di cogliere gli aspetti salienti.

Le risposte ai quesiti più spinosi su Google AdSense

Per facilità di lettura e di organizzazione dei contenuti, simulerò una conversazione domanda/risposta con alcune tra le domande più ricercate:

D. Ho cliccato una volta su un mio annuncio, sono a rischio?

R. Bisogna valutare diversi aspetti. In generale, con un unico click non si rischia molto perché si hanno (eventualmente) elevate probabilità di essere riammessi al programma con un ricorso. E’ assurdo infatti, e lo capiscono gli stessi sviluppatori del programma, che un utente non clicchi neanche per sbaglio in un proprio annuncio. Di solito il sistema non considera i click ritenuti non validi, ma attraverso controlli incrociati potrebbe tenerne conto per il ban definitivo.

D. Come fare a eludere il controllo sui click fraudolenti?

R. Ovviamente non è il nostro scopo quello di illustrale tecniche illegali per ingannare il programma. A solo scopo informativo comunque possiamo fare delle precisazioni. Anzitutto Google effettua, come detto, dei controlli incrociati. Questo significa che Google utilizza dei cookie per controllare quando il proprietario del sito visiona i propri annunci. A ciò si aggiungono controlli di prossimità tra gli indirizzi IP (infatti non è mai conveniente far cliccare altri da parte nostra. Due IP localizzati nella stessa zona vengono tracciati) e controlli su SO, browser e risoluzioni utilizzate.

La parte più consistente del controllo riguarda comunque il numero di click effettuati da uno stesso IP o stesso Host nell’arco di 24 ore e dal tempo medio di permanenza nel sito di destinazione. A questo proposito, aprire e chiudere immediatamente il sito dell’annuncio è uno dei fattori che può fortemente penalizzare il proprio account. Infine, vi sono dei controlli sulle percentuali di click e sull’utilizzo di proxy.

D. Ho generato click fraudolenti, c’è modo di rimediare?

R. No ed è una risposta certa. Google ti permetterà di raggiungere la soglia di pagamento (100 $), dopodiché bloccherà il pagamento ed effettuerà i controlli. Senz’altro l’account e sarà bloccato ed un eventuale ricorso, salvo trovare una motivazione valida (difficile), verrà bocciato e non se ne potranno presentare altri.

D. Quanto si guadagna con AdSense?

R. Nessuno vuole dirlo (in realtà anche per ragioni di contratto), e tutti rispondono con la solita noiosa affermazione: “dipende”. Si è vero, dipende, ma in realtà AdSense è uno tra i circuiti più redditizi ed i suoi click sono remunerati (come d’altronde si legge anche, implicitamente, nelle Linee Guida) tra i 15 e i 30 centesimi caduno.

D. Il mio account non è stato approvato, perché?

R. Google chiarirà le ragioni via email. Le motivazioni sono quasi sempre le solite: difficoltà di navigazione nel sito, proprietà del dominio non verificata, sito in costruzione. In realtà se si cerca di evitare questi tre casi, si riesce ad ottenere l’account; la domanda può essere ripresentata infinite volte. In ogni caso, una stessa persona (o meglio due stessi indirizzi di casa) non può avere due account.

D. Il mio account può essere visualizzato in altri siti diversi da quello indicato?

R. Si può ed è un’opzione predefinita dei nuovi account. Si può anche utilizzare un account su siti di Revenue Sharing, infatti il contratto chiarisce che è possibile visualizzare annunci di diversi publisher per ogni sito, ma non due annunci di due persone diverse in una stessa pagina.

Per ora finiamo qui: se hai altri dubbi o domande “imbarazzanti” sul programma AdSense, lascia un commento e ti risponderemo.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273