Top

Google Ara: Lo Smartphone Modulare Alla Google I/O 2014

Alla Google I/O 2014 sono state presentate tantissime novità, tra le quali una in particolare di cui vogliamo parlarvi oggi: Project Ara. Quest’ultimo è un progetto, ancora in fase di sviluppo mentre scriviamo e che si pone l’obiettivo importante di creare smartphone modulari e proporli sul mercato. Il capo tecnico del team di Project Ara, Paul Eremenko, ha presentato i progressi effettuati in questi ultimi mesi, a partire dallo scorso aprile. Non solo, è stato mostrato anche un prototipo funzionante.

Project_Ara_scattered_parts

Lo Smartphone Modulare: Tra Futuro e Realtà

Quando si parla di prodotti geek, molto spesso ci dimentichiamo la presenza di alcuni progetti estremamente intriganti, che vanno al di là dei classici prodotti per i consumatori “comuni”, ma che sono proprio pensati per chi la tecnologia la ama, letteralmente. Project Ara ad esempio, sviluppato da Google, si pone come obiettivo quello di creare uno smartphone completamente modulare e con componenti intercambiabili, il paradiso degli smanettoni e di tutti quelli che si sono sempre assemblati i computer da soli.

Alla Google I/O 2014 è stato mostrato un prototipo semi-funzionante, dal momento che è stato possibile vedere il telefono Ara acceso, ma con molti bug e freeze ancora da fixare. Eremenko, inoltre, durante la presentazione, ha annunciato una sfida per gli sviluppatori. Per vincere i 100 mila dollari in palio, gli sviluppatori dovranno realizzare un componente modulare in grado di implementare una funzionalità inedita.

Project-Ara-2

Ovviamente, il progetto Ara, che inizialmente sembrava impossibile, è diventato sempre di più realtà. Sono passati mesi e mesi prima che il team riuscisse a quantificare la mole di lavoro da dover svolgere. Come potete ben immaginare i problemi tecnici sono molti ed il gruppo Ara sta cercando nuove forme di investigazione per risolverli. Per il momento mettiamoci il cuore in pace, infatti prima di vedere uno smartphone modulare con Android installato sopra ci vorrà un bel po’ di tempo, e sarà anche uno stress test per verificare se il sistema operativo sia flessibile a sufficienza da permettere importanti cambi di codice.

Il progetto Ara è innovativo e lo stesso team di sviluppo sta cercando di sviluppare nuove batterie più potenti ed in grado di durate più a lungo, ma meno cicli di carica e scarica. Forse, in futuro prossimo, saremo anche in grado di stampare in completa autonomia il proprio dispositivo Ara. Cosa ne pensate? Superfluo o l’idea che può rivoluzionare, di nuovo, il modo dei device mobili?

“Guys, this will be hard, but we’re going to do it together,”

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273