Top

GoogleNews: Maps negli Stadi, Retail Store Pronto, 86000 Stampanti HP Indicizzate

Google Maps Entra Dentro Gli Stadi

Tutti i geek, ormai, sanno che Google Maps riesce ad arrivare ovunque. L’ultimo progetto firmato BigG è quello di registrare e pubblicare online le immagini degli stati di football americani. Tutto ciò permette, quindi, di effettuare un vero e proprio tour virtuale. Andiamo a vedere in dettaglio.

google-maps-inside-nfl-stadium

Stadi E Google Maps

Uno degli strumenti più utili realizzati negli ultimi anni è Google Maps, infatti questo servizio permette di poter visitare varie parti del mondo con il proprio computer e grazie a Street View è possibile visualizzare qualsiasi strada ed edificio presente in una determinata città. L’azienda di Mountain View, però, ha ampliato le proprie ambizioni cercando di utilizzare la tecnologia alla base di Street View per registrare le immagini e la cartografia di molte piste da sci americane, centri commerciali, Apple Store e non solo.

Il Super Bowl è uno dei principali, se non il principale avvenimento, dell’anno negli Stati Uniti e Google sta, piano piano, utilizzando la tecnologia Street View per entrare all’interno degli stadi di football. Il primo stadio ad entrare all’interno del database di Google Maps è la casa degli Indianapolis Colts, ovvero il Lucas Oil Stadium. A nostro avviso sarebbe molto interessante se Google registrasse le immagini quando sono in corso eventi sportivi, con la finalità di mostrare come gli eventi trasformano gli stadi presenti in tutto il mondo.

Ci domandiamo quando Google arriverà anche in Europa per entrare all’interno degli stadi europei ed italiani. Cosa ne pensate? Qui sotto potete vedere un paio di ulteriori immagini del Lucas Oil Stadium.

Screen Shot 2013-02-23 at 2.38.46 PM

Screen Shot 2013-02-23 at 2.39.07 PM

Google Pronta A Presentare Retail Store

Nelle ultime ore sono arrivate voci sulla possibilità che l’azienda di Mountain View apra dei negozi Retail dove potrà esporre device prodotti da BigG. Per un’azienda come Google questa può essere una mossa azzardata, poiché fino ad ora non esiste un vero e proprio canale retail firmato Google, ma può essere anche un modo attraverso il quale ottenere una migliore visibilità. Andiamo a vedere in dettaglio.

google-retail-store-rumor

Il Successo Attraverso I Canali Retail

Il successo di Apple, grazie anche agli Apple Store, dimostra come l’utenza apprezzi la possibilità di poter aver a disposizione una sorta di contatto diretto con l’azienda di Cupertino. Infatti, se visitate un’Apple Store durante il week-end noterete che vi sono centinaia di utenti che chiedono ausilio al Genius Bar o acquistano prodotti. Anche Google, con Chrome OS ed Android, potrebbe aprire degli store permanenti in alcune location.

Per il momento, questo rumor è stato rivelato da 9to5Google, che ha sottolineato come a Mountain View siano interessati alla realizzazione dei “Google Store”, dove poter esporre e vendere prodotti come computer portatili con Chrome OS, smartphone Nexus, il Chromebook Pixel e tutti i prodotti che verranno presentati nei prossimi mesi.

Per quanto riguarda le tempistiche si stima che entro la fine del 2013, soprattutto per le festività natalizie, verranno aperti i primi store, anche se in alcuni aeroporti vi sono già location temporanee dove vengono esposti i devices di Google. Questo avvicinamento allo stile di Apple, permette di poter stimare che l’azienda di Mountain View, in futuro, vorrà vendere attraverso i propri canali retail sia gli occhiali Project Glass che il tanto rumoreggiato “X Phone” creato in collaborazione con Motorola e molti altri gadget che verranno prodotti. Cosa ne pensate?

Google Ha Indicizzato Oltre 86000 Stampanti HP!

La sicurezza dei nostri dati è fondamentale; ma anche tenere al sicuro le nostre stampanti è fondamentale, poichè può accadere che alcuni utenti mandino in stampa centinaia di fogli e modifichino importanti parametri obbligandoci, così, a dover ricomprare consumabili e fogli di carta o la stessa stampante. Google in questi anni ha indicizzato oltre 86000 stampanti HP alle quali utenti esterni e soprattutto hacker possono accedere. Andiamo a vedere in dettaglio.

hp

Stampanti HP Indicizzate: Un Potenziale Pericolo

Possedete una stampante HP connessa ad internet? Sappiate che Google potrebbe aver indicizzato anche la vostra stampante senza accorgervene. Infatti, in queste ultime ore è stato reso noto che attraverso una semplice stringa digitata su Google.com è sufficiente per poter accedere all’interno di alcune stampanti che sono in dotazione a Università (come la Washington University), privati ed aziende.  Se volete verificare la presenza della vostra stampante vi basterà scrivere su Google:

inurl:hp/device/this.LCDispatcher?nav=hp.Print

A questo punto visualizzerete una lista di stampanti che sono connesse ad internet e a cui è possibile accedere.

screen-shot-2013-01-25-at-12-49-20-v1-530x259-1

Ovviamente, aver indicizzato circa 86000 stampanti pubbliche è veramente pericoloso, poichè hacker ed anche semplici utenti possono mandare in stampa qualsiasi file, riuscendo anche a modificare parametri della periferica e non solo. Tutti coloro che possiedono una stampante HP connessa ad internet, per evitare questo problema, devono quindi adottare un firewall ed inoltre un accesso VPN. Nel momento in cui scriviamo il numero di stampanti indicizzate non è diminuito e una buona parte di utenti devono ancora adottare misure di sicurezza adeguate. Cosa ne pensate? Avete adottato tutte le misure di sicurezza per non avere “printing attack” da parte di utenti esterni?

screen-shot-2013-01-25-at-13-00-20-523x436

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273