Top

News Febbario: Google Now Riconosce i Parenti, Nuova Grafica per Twitter, 8 GB Extra su OneDrive

Google Now Riconosce i Parenti

Forse dal titolo i torni non contano, ma adesso che vi spiegheremo nel dettagli di cosa si tratta tutti i nodi verranno al pettine. Google Now, o anche conosciuto come Ricerca Google a bordo della maggior parte dei dispositivi Android, l’assistente vocale prodotto da BigG, si è recentemente aggiornato e ha introdotto alcune nuove funzioni che vale la pena citare.

now1

Come vedete nello screen qui in alto, con il nuovo aggiornamento, sarà possibile effettuare le chiamate ai nostri “parenti più stretti” (testato fino a mamma, papà, zii, nonni e cugini), anche se nel loro nome non è presente la parentela. Se ad esempio scegliamo “Chiama mamma” e non è stato trovato alcun nome (anche perché l’assistente non ha la sfera di cristallo e se noi abbiamo memorizzato il numero con il nome di “tizio e caio”, sicuramente Google Now non saprà mai che è nostra madre), ci offrirà la possibilità di aggiungere un contatto.

Volete risparmiare tempo nel restare in contatto con le persone a voi care? Oppure non far cadere il vostro telefono o le borse della spesa mentre cercate di trovare il numero da chiamare? Potete continuare a scorrere tutti i vostri contatti o in alternativa pronunciare semplicemente “Ok Google, chiama mamma” oppure “Ok Google, invia un messaggio a mia moglie”. A partire da oggi, l’applicazione Ricerca Google dei telefoni Android sarà in grado di trovare il contatto giusto e, nel caso in cui vostra madre non sia stata salvata come “mamma”, vi aiuterà a farlo velocemente.

Tutti questi sforzi di Google sono dovuti proprio al fatto di voler “ottimizzare” al massimo l’utilizzo dello smartphone con i comandi vocali e, a dirla tutta, pare che di strada ne sia stata fatta molta.

Twitter testa una nuova interfaccia grafica: un mix tra Facebook e Google Plus

twitter-update1

Twitter non ferma i suoi esperimenti e dopo aver lanciato delle particolari funzioni, sotto forma di utenti della piattaforma, si concentra sull’interfaccia grafica. La piattaforma di microblogging ha già modificato la sua barra superiore che da nera è divenuta non solo bianca, ma include anche delle icone differenti che seguono uno stile minimal ed essenziale.

Il noto sito mashable ci mostra una nuova interfaccia grafica del servizio web che potrebbe rivoluzionare completamente il volto della nota piattaforma sociale. L’immagine proposta da Matt Petronzio ci mostra un profilo utente molto differente dall’attuale che ricorda molto sia l’interfaccia grafica di Facebook sia quella di Google Plus. Ci troviamo dinnanzi ad una sorta di mix che risulta anche abbastanza confusionale.

Twitter, sporca o migliora l’esperienza utente?

Nella parte superiore è sempre presente la nuova barra bianca, con le solite icone, seguita da un’enorme copertina che contraddistinguerà i vari profili. Le dimensioni raccomandate dallo staff, addirittura, sono 1.500 x 500 pixel! Le informazioni sull’utente sono sistemate sulla sinistra, in pieno stile Facebook, mentre a destra possiamo trovare i vari tweet condivisi che di conseguenza conquistano l’attenzione del visitatore.

TwitterLayout1

Twitter, dunque, vuole concentrarsi sui contenuti, ma dobbiamo ammettere che il cambiamento appare un po’ troppo estremo. Non tutti gli utenti sono pronti a dire addio al buon vecchio servizio di microblogging che non aveva nulla a che fare con Facebook e Google Plus. Le somiglianze sono tante, forse troppe, soprattutto per una piattaforma che per anni non ha mai avuto bisogno di rincorrere gli avversari.

Al momento la nuova grafica è solo un esperimento, quindi il team di Twitter potrebbe decidere di archiviare quest’idea e mantenere l’attuale interfaccia.

OneDrive, 8 GB di spazio extra per gli utenti: la prima strategia del CEO Nadella one-drive-microsoft

Come sicuramente avrete avuto modo di leggere, Microsoft ha un nuovo CEO e quest’ultimo cercherà di puntare molto sul servizio di cloud storage. Stiamo parlando di SkyDrive o, per meglio dire, di One Drive. La nuvoletta di casa Redmond è stata costretta dalla British Sky Broadcasting a cambiare il nome del suo servizio.

A quanto pare, una delle prime strategie di Nadella si focalizzerà su OneDrive che, dopo il cambio nome, deve riuscire a conquistare nuovamente gli utilizzatori. Proprio come Dropbox, anche il cloud storage Microsoft permette di espandere lo spazio di archiviazione a prezzo zero: gli utenti non dovranno far altro che seguire dei semplici passaggi.

One Drive, il cloud storage che offrirà più spazio gratuito

Gli utilizzatori potranno aggiungere 5GB di spazio invitando nuovi amici ad usare OneDrive. Ogni iscritto, fino ad un massimo di 10, permetterà di ottenere 500mb in più. Inoltre, per espandere la memoria di altri 3GB ci sarà bisogno di sincronizzare le foto con la galleria fotografica del dispositivo portatile, quindi sfruttando le applicazioni mobili disponibili per iOS, Android e ovviamente Windows Phone.

onedrive

Niente di nuovo, visto che Dropbox aveva già lanciato una strategia simile molto tempo fa, ma anche se la “mossa” risulta un po’ datata di certo risulta ancora efficace. Dobbiamo ricordare, inoltre, che nel settore SkyDrive si è sempre differenziato grazie allo spazio offerto gratuitamente agli utenti: 7 GB per i nuovi iscritti e ben 25 per i fedeli che da anni utilizzavano il servizio.

Se la nuova offerta dovesse essere confermata, al momento è un’indiscrezione lanciata dal noto Liveside, lo spazio di archiviazione gratuito massimo potrebbe toccare i 33GB (15GB per i nuovi iscritti). OneDrive, dunque, attirerebbe i tanti utenti che hanno bisogno di archiviare molti file.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273