Top

Google Porta Android Nelle Scuole, 15GB Con Gmail, Google+ E Drive

Google Porta Android Nelle Scuole

Durante la Google I/O, BigG ha presentato una nuova piattaforma denominata Google Play for Education e che sarà principalmente destinata agli studenti per acquistare o scaricare gratuitamente materiale e applicazioni dedicate a singole materie. Andiamo a vedere in dettaglio quali sono le novità.

android

Android + Google Play for Education

Uno dei settori in cui il mondo IT ha iniziato ad investire, riguarda quello dell'”educational”. Anche in Italia ed in molte altre nazioni si preferisce far acquistare decine di libri agli studenti invece di farli studiare su e-book reader o tablet. Ovviamente vi sono aspetti positivi e negativi quando gli studenti, fin dai primi anni di vita, utilizzano dispositivi come tablet o e-book reader.

Questi strumenti, tuttavia, possono essere comunque una sorta di ulteriore dispositivo per l’apprendimento senza sostituire del tutto i libri cartacei. Già Apple con iBook, iPad ed iPad Mini è riuscita ad offrire ad alcune scuole negli Stati Uniti i propri servizi, ma anche Google ha presentato un ecosistema che offre applicazioni e libri dedicati a varie età. Il Google Play for Education, che sarà disponibile in autunno, sarà il “luogo” in cui gli studenti potranno trovare tutto il materiale di cui necessitano.

Durante la Google I/O, inoltre, è stato sottolineato che circa sei scuole elementari del New Jersey saranno le prime a “testare” la piattaforma. Le maestre ed i professori, inoltre, sono completamente coinvolti in questo progetto ed infatti hanno testato più di 500 applicazioni già sviluppate, anche se nei prossimi mesi ed in particolare durante l’estate arriveranno altre centinaia o migliaia di applicazioni.

La digitalizzazione dell’educazione è uno delle principali sfide e richiederà investimenti in termini di tempo e finanziari da parte delle scuole per realizzare le infrastrutture adatte a supportare centinaia o migliaia di dispositivi. Cosa ne pensate? La scuola, soprattutto quella italiana, dovrebbe utilizzare anche strumenti digitali per favorire un miglior apprendimento?

Link | cnet

Google Offre 15GB Con Gmail, Google+ E Drive

Finalmente Google non impone più limiti per l’archiviazione cloud delle singole applicazioni come Drive, Gmail, Google+. Andiamo a vedere in dettaglio cosa cambia.

shared-storage

Drive + Gmail + Google+ Photo = 115GB

Il mondo del cloud sta rapidamente crescendo. Molte aziende del settore IT e non solo stanno investendo nello sviluppo e creazione di data center dove gli utenti possano archiviare i propri dati in modo permanente e con soluzioni di backup all’avanguardia. Una delle principali novità e punti di forza del cloud è quella di poter accedere ai propri dati e Google, realizzando Drive ed altri servizi cloud, si sta sempre di più dirigendo verso questa strada.

Vi sono, inoltre, buone notizie per coloro che possiedono un account Gmail! In questi ultimi giorni, infatti, Google ha potenziato i propri servizi cloud offrendo la possibilità di gestire in modo flessibile i 15GB di spazio offerto. Precedentemente, infatti, venivano offerti 10GB per tutte le e-mail e gli allegati ed inoltre vi erano 5GB per i vostri documenti e fotografie.

Adesso Google offre la possibiltà di gestire in modo intelligente il proprio spazio e decidere quanto spazio dedicare ad ognuno dei servizi. Se siete amanti della fotografie e volete archiviare sul cloud le vostre fotografie avete a disposizione 15GB, a patto di non utilizzare Gmail o Drive. Infine, se avete acquistato applicazioni di Google, il vostro spazio disponibile sul cloud verrà unificato lasciandovi la possibilità di avere 30GB di spazio dati da poter gestire in modo flessibile. Cosa ne pensate?

Link |Engadget

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273