Top

Guida: rendere la navigazione sul web sicura per i bambini

“Come rendere la navigazione sul web sicura per i bambini?” Ecco. Lo diciamo sempre, le nuove generazioni sono informatizzate fin dalla più tenera età, oramai non ci si deve stupire più quando si trova il proprio figlio di 5 o 6 anni, davanti al computer intento a smanettare con mouse e tastiera. Se da un lato tutto questo ha i suoi vantaggi, dall’altro non si può e non si deve consentire che un bambino possa accedere a tutta una serie di contenuti di cui il web è non pieno, ma pienissimo. La rete è uno strumento formidabile per l’accesso all’informazione, per imparare, per scoprire nuove forme di “socializzazione” virtuale, per accedere a tutti i servizi che offre, ecc… Ma come tutte le cose richiede misura e questa è quantomai necessaria quando sono dei bambini a sedersi davanti al monitor del computer.

Andiamo sul concreto: cosa deve fare un genitore per equipaggiare un computer veramente alla portata di un bambino? Tanto per iniziare sarebbe molto consigliabile impostare dei filtri ai siti web visitabili e ai contenuti a cui poter accedere, ma questi filtri devono operare in modo automatico, dato che controllare tutto quello che si fa al computer sarebbe praticamente impossibile per un genitore. Vediamo come fare.

Come rendere la navigazione sul web sicura per i bambini

La prima cosa da fare è impostare un filtro per tutti quei contenuti che potrebbero turbare il bambino (parliamo chiaramente di siti pornografici, contenuti violenti, siti di scommesse e gioco d’azzardo ecc…). Per fare questo possiamo utilizzare Family Shield, il servizio offerto da Open DNS, grazie al quale sfruttando i loro DNS al posto di quelli offerti dal nostro operatore, verrà filtrato l’accesso a questo tipo di siti.

Non occorre per il nostro fine parlare approfonditamente di cosa siano i DNS (Domain Name System), ma se sei curioso, prima di proseguire nella lettura della guida puoi leggerti la pagina su Wikipedia dedicata ai DNS.

Il funzionamento di Family Shield è molto semplice: si sostituiscono i DNS offerti dal nostro fornitore di internet, con quelli di Open DNS; in tal modo sarà impossibile accedere a

  • siti per adulti
  • server proxy utilizzati per agirare i filtri impostati
  • siti di truffe e pishing on line
  • siti contenenti software malevoli per il computer

Come sostituire i DNS del fornitore di internet, con quelli di Open DNS? Abbiamo due possibilità

  1. modificare le impostazioni del router così come indicato nella guida per impostare i DNS di Family Shield dal router (in questo modo verranno impostati i DNS per la navigazione web da qualunque dispositivo collegato nella rete)
  2. impostare i DNS nel singolo computer seguendo l’apposita guida per impostare i DNS di Family Shield in Windows, Mac, Unix/Linux, dispositivi mobili e Wii (in questo modo i filtri saranno applicati solo per il computer in uso dal bambino)

Ma questo non è tutto: Family Shield rappresenta un’ottima soluzione, ma da sola non basta.

Altro fondamentale elemento è impostare il Parental Control su Youtube, dove specie i giovani alla ricerca di video divertenti, trascorrono molto del loro tempo. Con il Parental Control sarà possibile impostare un filtro ai video di Youtube, impedendo la visualizzazione di quei video a contenuti inadatti alla visione da parte di un bambino.

Per attivare questa funzionalità, ti rimando alla nostra guida per impostare il Parental Control su Youtube.

Ancora però non è tutto. Se dal punto di vista dei contenuti specialmente visivi potremo stare oramai tranquilli impostando Family Shield e Parental Control di Youtube, così non è per altri siti, come per esempio le tantissime chat on line o sui vari social network. Se volete bloccare l’accesso a determinati siti web ai vostri bambini, potrete usare BinarySwitch, un’applicazione appositamente pensata per impedire la visualizzazione di siti web ai bambini.

Dato che prevedere su quale sito di chat o quale social network andrà a navigare il nostro bambino, è quasi impossibile, visto che sono tantissime le possibilità… Di conseguenza è impossibile andare a bloccare tutti i siti di chat presenti sul web, ma a questa mancanza si potrà sopperire soltanto con un controllo umano e non da parte di software… Se proprio non si ha il tempo materiale, allora una soluzione potrebbe essere andare ad “ispezionare” la cronologia web dopo che il bambino ha terminato di usare il computer, ma eliminare la cronologia è talmente semplice, anche per utenti alle primissime armi, che potrebbe rivelarsi una tattica inefficace.

Oltre a questo ci sono alcuni consigli che possiamo darvi e che potrete mettere in atto per rendere più sicura la navigazione su internet da parte dei vostri bambini:

  • mantenete il vostro sistema operativo in uso sempre aggiornato
  • aggiornate sempre l’antivirus e tutti i programmi di sicurezza che utilizzate per la protezione del computer e laddove disponibile attivate sempre la funzione di Parental Control del vostro antivirus
  • rendete consapevoli i vostri bambini del fatto che internet è uno strumento formidabile, ma come per tutto il resto, non se ne deve abusare, ma si deve usare con criterio e prestando la massima attenzione
  • rendete consapevoli i bambini del fatto che quello che trovano scritto sul web “non è legge”, non ha valore assoluto, perciò dovete insegnare loro a capire quali siano fonti attendibili e quali no, magari visitando voi un sito prima di loro
  • insegnategli a prestare massima attenzione nel gestire i dati personali, indirizzie e telefoni (non dimenticate che sul web è facilissimo divenire preda di malintenzionati, specie per un bambino che magari per gioco o divertimento entra in chat)
  • insegnate a fare attenzione alle email di spam (come quelle che promettono posti di lavoro da 3.000€ al mese senza far nulla ad esempio) e ai siti truffa (ricordare ogni tanto il vecchio detto per cui “nessuno ti regala niente” non fa mai male)
  • stabilite una quantità di tempo ragionevole che il vostro bambino potrà passare su internet, senza lasciare carta bianca, specie all’inizio, quando cadere nella trappola di ore ed ore passate al computer tra Facebook, Twitter e Youtube è sempre dietro l’angolo
  • attrezzate il computer dei vostri bambini con i filtri di cui vi abbiamo parlato e cercate di passare con loro il maggior tempo possibile, anche davanti al computer

Concludendo vi ricordiamo che tutto ciò per alcuni potrà sembrare scontato, ma non lo è per niente e una buona educazione sull’uso di internet da parte dei minori è il primo passo da fare per evitare problemi sul web.
E tu come ti assicuri della sicurezza sul web dei tuoi bambini?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273