Top

HP Smartphone Low-Cost, 18% Dei Reati a NYC sono Furti di iDevice, Ubuntu Touch

HP Pronta Al Lancio Di Uno Smartphone Low-Cost

In un’era tecnologica come questa in cui viviamo, trovare qualcuno che non sia provvisto di smartphone o tablet è diventata ormai quasi una dura impresa. In ogni caso nei paesi emergenti la situazione non è la stessa, e comprare uno smartphone risulta molto difficile economicamente. A questo proposito sembra essere intervenuta HP che, secondo gli ultimi rumor, pare sia impegnata nella produzione di uno smartphone low-cost per questi mercati.

Solo Indiscrezioni?

hp_logo

I rumor sono stati portati alla luce da 9to5Google che però ha preferito far rimanere anonima la fonte delle informazioni ricevute: secondo queste indiscrezioni il colosso dell’informatica HP sarebbe pronta a lanciare nei prossimi mesi uno smartphone low cost dedicato principalmente a tutti i mercati emergenti. Le caratteristiche trapelate ci parlano di un dispositivo con display da 5,5 pollici, al limite tra smartphone e phablet, con risoluzione HD 1280×720 pixel. Il colosso Hewlett Packard, come molti sapranno, aveva già annunciato diversi mesi fa di essere intenzionata a produrre un dispositivo di questo tipo, ma nessuno avrebbe puntato sulla scelta dei mercati emergenti.

Dobbiamo senz’altro proporre uno smartphone, soprattutto se si considera che in molti paesi questa tipologia di dispositivo rappresenta l’unica via di accesso alle tecnologie di computing. Ci sono territori in cui le persone non avranno mai un tablet, un laptop oppure un computer desktop. In questi casi, tutto viene fatto tramite smartphone. Siamo una società basata sul computing e dobbiamo puntare anche su questo form factor.

Meg Whitman, CEO di HP, ha dunque “anticipato” l’uscita del dispositivo in questione con questa dichiarazione. Solo indiscrezioni o pura realtà?

Furti Di iDevices Sono Il 18% Dei Reati Di New York

Che Apple è una delle aziende più famose nel mondo della tecnologia, non c’era alcun dubbio, così come non vi sono dubbi nell’affermare che nel settore fornisce anche i prodotti forse più costosi: ciò, ovviamente, fa aumentare l’appeal tra il pubblico e perciò gli iDevices sono tra i dispositivi più rubati nell’intera città di New York.

18% dei Crimini

It-s-Official-Apple-Will-Launch-Its-Newest-iPhone-and-iPads-in-China-This-December-2

 

Secondo un recente report rilasciato dal dipartimento di polizia di New York, i furti di dispositivi targati Apple costituirebbero oltre il 18% dei reati dell’intera città. Il dato è abbastanza allarmante in quanto i furti, negli ultimi mesi, sono aumentati a colpo d’occhio, nonostante il colosso di Cupertino con iOS 7 abbia introdotto un gran numero di protezioni in più per evitare il verificarsi di questi avvenimenti.

I prodotti Apple sono così popolari tra i criminali tanto che il NYPD traccia specificatamente questo marchio. Nel 2013, i prodotti Apple hanno segnato più del 18% di tutti i reati minori – più di 8.000 dispositivi, secondo la polizia. Nel 2002, ci sono stati solo 25 furti di terminali Apple.

8465, dunque, il numero di furti preciso per gli iDevices nel corso dell’anno appena trascorso: un gran numero se si pensa che negli anni scorsi i furti registrati erano poco più di un centinaio. Cosa bisogna fare? Sicuramente stare più attenti al proprio dispositivo è un suggerimento abbastanza scontato, ma la prudenza non è mai troppa.

Ubuntu Touch: Sarà Supportato Solo Su Nexus 4 e Nexus 7 2013

Recentemente abbiamo avuto modo di provare qui in redazione il nuovo Ubuntu Touch che il team di Canonical ha rilasciato per la gamma Nexus di Google. Il sistema operativo, seppur abbastanza funzionante in tutte quelle che sono le funzioni “base” di uno smartphone, ha ancora molta strada da percorrere e sicuramente qualche progresso lo si vedrà solamente nei mesi a seguire.

Stop Al Supporto Per Tutti i Nexus

phone-photo-hero

In una recente nota, Canonical e il suo team hanno deciso di dare un taglio allo sviluppo di Ubuntu Touch sui dispositivi della gamma Nexus: ciò non significa, però, che lo sviluppo non verrà continuato, bensì che sarà dedicato solamente al Nexus 4 e al Nexus 7 2013. Stop al supporto, dunque, di tutti i restanti dispositivi quali Nexus 10, Nexus 7 e Galaxy Nexus.

La decisione presa, dunque, prevede aggiornamenti futuri solo per l’ex top di gamma Nexus 4 e l’attuale Nexus 7 2013: dopo gennaio gli altri dispositivi continueranno ad essere compatibili con Ubuntu Touch, ma non riceveranno più update e bug fix. Inoltre Canonical sostiene che non comincerà lo sviluppo dell’OS anche su Nexus 5, in quanto i costi di progettazione sono estremamente alti. Non ci resta che aspettare, dunque, ulteriori novità e soprattutto miglioramenti per questo sistema operativo.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273