Top

Il caso di Perry4faith: il Truffatore delle Inserzioni Online

Quando fai  acquisti su internet o vendite online attraverso portali di aste o inserzioni come eBay è bene fare attenzione ai possibili campanelli d’allarme che possono verificarsi. In questo post vorrei fare una riflessione su quanto mi è accaduto pochi giorni fa.

Difendersi dalle truffe, ecco cos’abbiamo scoperto

Come molti utenti di internet mi capita spesso di frequentare portali di vendite online per fare acquisti come eBay o il noto servizio italiano Subito.it, quest’ultimo considerato dal sottoscritto  un ottimo servizio di inserzioni online veloce ed efficace.

Dopo circa poche ore dall’avvenuta inserzione di un oggetto che avevo deciso di mettere in vendita, mi arriva una dubbia  e-mail con indirizzo “perry4faith@gmail.com con“; riporto l’esatto testo a seguire:

Hello….
i Am Perry from USA
regarding to your item which you list for sale do
you still have the item for sale? what is the
condition and the last price thanks waiting to
hear from you soon..

Considerando che l’annuncio che avevo effettuato era stato realizzato con un  portale italiano di inserzioni online come Subito.it, il solo fatto di un email straniera, per di più di provenienza d’oltreoceano mi mette subito in guardia.

A parte gli evidenti errori di ortografia in sostanza con questa email l’amico” Perry“, from USA,  mi chiede se l’oggetto è ancora  in vendita è  di informarlo sul suo “ultimo” prezzo (come se il prezzo non fosse già chiarito sull’annuncio, penso io).

Accertato ormai di un email spammer decido comunque di approfondire la questione e quindi faccio quello che tutti gli utenti dubbiosi dovrebbero sempre fare: gogglare!

Dopo aver inserito nel motore di ricerca l’indirizzo “perry4faith@gmail.com”  trovo subito due risultati rilevanti; uno mi riporta a questo  blog di livejournal tenuto da un ragazzo americano che racconta la sua sventura con il misterioso e fantomatico  Perry.

Il ragazzo sfortunatamente è caduto nella trappola; stava tenendo una delle sue prime  aste, questa volta però su  eBay per la vendita di un suo oggetto quando gli arriva l’email di Perry (con il testo sopra citato); lui risponde e Il truffatore gli  invia una seconda email, questa volta più dettagliata e con richieste esplicite.

Il  testo dell’email cita testualmente:

hello thanks for your mail and sorry for the late reply
i am Mr Jonathan From Canada i am really interested in buying the
item from you but i want to send it to my client new store in west
Africa Nigeria i supposed to come down to your country for the pick
up but due to my work i am working in oil company in Canada and i have
no time to waste in my office so i will be glad if you can help me ship
the item to my Client in Nigeria and i am willing to know to the
total cost of the item from you and the postage through EMS speed post
or DHL and as well payment will be made through paypal or bank
account so i want you to choose your payment mode and if your true you
can get back to me with your payment mode so that i can ready for the
payment thanks
this details need form you… for the payment
Bank Holder Name…
Bank Account Number..
Bank Address..
Bank Swift/IBAN
or Paypal
get back to me with your paypal email account
i will be glad if you can kindly get back to me as soon
as possible
Jonathan

Da segnalare che questa stessa email arriva anche al sottoscritto poche ore più tardi dalla prima  e senza aver risposto a quest’ultima.

In sostanza, qui il truffatore si firma ora come un tale” Mr Jonathan”, questa volta dal  Canada, e dice di essere molto interessato all’acquisto del bene per conto di un suo cliente che si trova in Nigeria; si scusa inoltre di non poter venire lui stesso a ritirare il bene perchè è troppo preso con il suo lavoro in Canada, in quanto lavora per una compagnia petrolifera – quanta immaginazione, aggiungerei io :)

La seconda parte dell’email però è molto schietta: Qui il truffatore chiede di inviargli subito alcuni dati come le coordinate bancarie, IBAN,  il nome del titolare del conto e  infine il proprio account di posta paypal. Il truffatore  sembra utilizzare anche un’altro indirizzo falso “paypalconsultant@mail2world.com” per fingersi un finto dipendente di paypal nel caso le cose dovessero andargli male.

Casi come questi, purtroppo  sono all’ordine del giorno, in un mondo dove stanno aumentando gli acquirenti/venditori  online e quindi anche  le potenziali vittime.

E’ preoccupante, infine,  il fatto di questa email straniera che a quanto pare non è indirizzata ai soli  utenti di portali d’aste come eBay  ma  anche a servizi di inserzioni online di tutto rispetto come  il caso di Subito.it –  il monito è quindi quello solito di fare sempre attenzione, non inviando mai  dati sensibili  e nel dubbio effettuare una breve ricerca su uno dei tanti motori come Google , Bing o Yahoo per approfondire la questione e assicurarsi in anticipo contro una  possibile truffa.

E a te è capitato un caso simile? Se si parlane  o suggerisci un possibile modo per evitare truffe online in questi portali :)

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273