Top

Il Cloud Secondo Nvidia

Le nuove piattaforme cloud, oltre ad avere la chiara funzionalità di archiviazione dati, consentono di poter creare un ambiente nel quale poter sfruttare l’immensa potenza di calcolo messa a disposizione. Tra le tante aziende che nel corso dei mesi si sono cimentate in questo settore, Nvidia ha recentemente proposto la sua  idea di cloud presentando alcune novità. Andiamo ad analizzarle in dettaglio.

Il Gaming Sulla Nuvola

Molti addetti ai lavori se lo aspettavano da tempo, ma solo recentemente Nvidia ha svelato le carte cercando di creare chips grafici dedicati ad infrastrutture cloud. Le potenzialità offerte da questo nuovo modo di pensare il gaming sono molteplici e consentono di poter supportare anche il multiplayer su una sola infrastruttura.  Grazie alla potenza dei nuovi chips Kepler possiamo avere 3,072 Nvidia “CUDA” cores e una potenza computazionale di circa 4.7 teraflops (trillion floating point operations per second) su shader 3D.

Tutto ciò consentirà ad infrastrutture cloud di poter avviare molteplici giochi nello stesso server e distribuirli all’utenza. Le GPU, è fatto risaputo, sono maggiormente performanti nell’ambito di renderizzazione rispetto alle tradizionali CPU prodotte da marchi come Intel.  L’effetto immediato sarà, per i possessori di tablet come iPad e Android, quello di poter giocare con videogames di fascia high-end visto che non verrebbero supportati dall’hardware al loro interno. Ipotizziamo, inoltre, come possa aumentare la durata della batteria dei nostri tablet poichè quest’ultimi dovranno solo ricevere i dati e visualizzarli, limitando l’utilizzo della CPU. Nel frattempo Nvidia si sta accordando con Gaikai, azienda che possiede due dozzine di datacenters negli States, OnLive e altre compagnie per effettuare una rapida transizione degli interi datacenters verso la tecnologia Kepler.

“GeForce GRID represents a massive disruption in how games are delivered and played”
Kepler GPUs deliver faster streaming “making a remote data center feel like it’s just next door”

Link | cnet

@albertmarini

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273