Top

Il Crollo Dell’Industria Hi-Tech Giapponese

In questi ultimi anni abbiamo visto il declino dell’industria tecnologica giapponese sviluppatasi negli anni ’80  mentre l’industria tecnologica statunitense è riuscita a mantenersi sempre a “galla” rinascendo ultimamente con l’espansione sul web di aziende come Google e Facebook.  Oggi aziende come Apple, IBM e Microsoft sembrano dei giganti se paragonati all’attuale valore di Sony, Panasonic, Nintendo e Sharp.

Una Crisi Progressiva

Negli anni ’80 le aziende giapponesi che creavano ed innovavano nel campo tecnologico hanno potuto mostrare interamente il loro potenziale solamente negli ultimi anni abbiano assistito ad un‘inesorabile e progressivo declino. Negli Stati Uniti a farla da padrone, negli ultimi anni, sono stati i venture capital, investimenti che hanno permesso ad aziende come Facebook di potersi sviluppare in modo rapido e conquistare sempre di più il mercato.

Il web è stata la chiave di volta per creare innovazione e gli Stati Uniti sono stati tra i primi a riceverne l’influsso e a sfruttarne le potenzialità. D’altro canto, il Giappone, non ha compreso effettivamente le potenzialità non riuscendo a creare vera innovazione sul fronte web. Negli anni ’80 e ’90 l’economia Giapponese, inoltre, poteva mantenere bassi prezzi per i prodotti ed ottima qualità anche se la vera e propria crisi è risultata da una vera e propria bolla azionaria. Una compagnia come Sony è riuscita a perdere il 72% del suo valore azionario,  Sharp il 76%, Panasonic 66% e Nintendo 60%. Quando l’industria hi-tech giapponese era al massimo apice poteva vantare di riuscire a dominare il campo dei videogiochi con Nintendo, Sega e Sony, anche nel campo musicale poteva vantare colossi come Sony e Yahama che hanno dato e crediamo daranno molte innovazioni in questo campo.

Sul fronte delle televisioni Sony, Sharp e Panasonic detenevano un “monopolio” negli anni ’80 ma in questi ultimi anni le tv stanno diventando mezzi di connessione al web attraverso il quale potremo vedere trasmissioni ad alta definizione e fruire contenuti web.  Venture Beat sottolinea soprattutto come il Giappone non sia riuscito ad adattarsi al trend connesso al web riuscendo così a non fare innovazione come sta avvenendo da parte di aziende come Facebook, Samsung, Apple e anche altre. Speriamo, comunque, che le aziende giapponesi possano al più presto riuscire a creare innovazione e creare maggiormente competizione sul mercato. Staremo a vedere.

Link | VentureBeat

@albertmarini

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273