Top

Inateck HB5001 Hub USB 3.0 [RECENSIONE]

Il nuovo Inateck HB5001 è un hub USB 3.0 dotato di 4 porte USB 3.0 ed 1 porta dedicata per la ricarica dei propri dispositivi mobile. La particolarità di questo prodotto è quella di offrire caratteristiche interessanti con un rapporto qualità/prezzo elevato. Andiamo a vedere in dettaglio.

Inateck HB5001 Hub Usb Recensione (2)

Qualità E Tante Porte USB

Quando si parla di hub USB, vi è da sottolineare come questi dispositivi, pur svolgendo una funzionalità “base”, gestiscono tutto il flusso dati tra computer, hard disk/USB drive e smartphone/tablet. In questi ultimi anni, molti utenti hanno effettuato il passaggio da classico computer desktop verso un notebook. Quest’ultimi, rispetto ai desktop tower, integrano al loro interno un minor numero di porte USB, obbligando di fatto l’utente ad acquistare un hub USB esterno. La scelta di questa tipologia di prodotto, spesso, è affidata al fattore prezzo, ma è evidente il fatto che un hub USB di qualità sia fondamentale per mantenere in sicurezza i propri dati, visto che i cali di corrente potrebbero danneggiare per sempre i vostri hard disk. L’attenzione, quindi, deve spostarsi verso un rapporto qualità/prezzo elevato e, non solo, un’altra caratteristica riguarda la versatilità del prodotto. Sul mercato è possibile trovare hub USB autoalimentati o dotati di alimentatore esterno. A differenza dei primi, quest’ultimi permettono di connettere hard disk autoalimentati senza dover far affidamento alla corrente erogata dal computer. Ovviamente, qualora l’hub USB non venga utilizzato assieme all’alimentatore, è possibile portarlo con sé ed utilizzare un numero consono di periferiche autoalimentate.

Inateck HB5001 Hub Usb Recensione (1)

Inateck HB5001 è un hub USB di ultima generazione dotato di porte USB 3.0 ed una porta USB dedicata alla ricarica dei dispositivi mobile, privata della funzionalità di trasferimento dati. La principale novità in questa tipologia di prodotto è quella di offrire una USB “Charging Port” dotata di 2A e 5V in uscita per poter ricaricare il proprio smartphone, tablet o lettore e-book. Le altre 4 porte USB, invece, offrono fino a 900 mA e 5V in uscita, e sono state sviluppate con la finalità di effettuare il trasferimento dati verso e da dispositivi esterni.

Inateck HB5001 Hub Usb Recensione (8)
Inateck ha posto particolare cura al packaging, adottando materiali facilmente riciclabili quali cartone e plastica. Per quanto riguarda il cavo USB e l’alimentatore (5V 4A), sia per contenere i costi che avere un minore impatto sull’ambiente, è stato deciso di fornirli senza la classica “bustina” di plastica. Le scelte per il packaging, quindi, si ripercuotono positivamente sul prezzo finale del prodotto e sulla possibilità di integrare una migliore componentistica interna. Non appena aperta la confezione troviamo di fronte a noi l’hub ed “al piano inferiore” il cavo USB 3.0 e l’alimentatore esterno. Le fotografie presenti sul sito web ufficiale, ma anche della nostra recensione, potrebbero trarre in inganno sulle dimensioni del prodotto. HB5001, infatti, ha dimensioni pari a 12.5×6.3×1.5 centimetri ed un peso di 80 grammi, risultando un prodotto estramente compatto. Questa compattezza si riflette in un feeling di resistenza e durabilità nel lungo periodo. Gli ingegneri di Inateck hanno deciso di inserire anche un tasto di power on/off, veramente utile, e singoli LED per ognuna delle 4 porte USB dedicate al trasferimento dati.

Inateck HB5001 Hub Usb Recensione (7)
Nei nostri test abbiamo sottoposto l’unità a trasferimenti continui di dati su più dispositivi. Ovviamente il protocollo USB ha confermato che, a differenza del Firewire, non è ancora possibile ottenere ottimi livelli di trasferimento qualora si operino trasferimenti su molteplici dispositivi in contemporanea. I trasferimenti singoli, invece, non hanno mostrato nessun problema e sono risultati nella norma con lo standard USB 3.0. Non solo, Inateck HB5001, durante tutto il periodo di test, che si è prolungato per giorni, non ha mostrato minimi segni di surriscaldamento, fattore veramente positivo, ed è riuscito a gestire tutti i dispositivi connessi. Ovviamente, in assenza dell’alimentatore esterno, non sarà possibile connettere in contemporanea 3 o 4 hard disk autoalimentati, ma siamo riusciti a registrare un “record” di un hard disk autoalimentato da 5400 rpm ed un tablet (presa USB per la ricarica) connessi contemporaneamente. Per esigenze “superiori”, quindi, è necessario l’utilizzo dell’alimentatore presente nella confezione.

Inateck HB5001 Hub Usb Recensione (3)
Abbiamo notato come il cavo USB 3.0 sia di ottima fattura ed abbastanza lungo per soddisfare tutte le esigenze. Anche i connettori sono veramente robusti e ben costruiti. Per quanto riguarda l’alimentatore, come potete vedere dalle fotografie, ci siamo accorti del fatto che i designer abbiamo intuito un’esigenza spesso mai evidenziata adeguatamente. La presa di corrente è dotata di “due alette” esterne che offrono un maggiore grip di presa, che si trasforma di conseguenza in un minor sforzo per rimuovere l’alimentatore dal socket. Questa attenzioni ai particolari è un ulteriore fattore positivo.

Inateck HB5001 Hub Usb Recensione (6)

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273