Top

Intel Future Showcase: Benvenuti Nel Futuro

Intel, recentemente, ha mostrato in anteprima assoluta quale sarà il futuro dei dispositivi tecnologici e come cambierà il nostro modo di interagire con essi. L’azienda di Santa Clara, infatti, sta sempre di più investendo nella realizzazione della next-generation di dispositivi wearable e nella creazione di prodotti che possano rivoluzionare la nostra esperienza con la tecnologia. Intel Future Showcase, quindi, è stato l’evento in cui l’azienda ha mostrato come sarà il nostro futuro e quale sia la strada da percorrere nei prossimi anni.

 14228796185_35cd921d61_z

Il Futuro E’ Più Vicino Che Mai

Fruire contenuti multimediali, avere strumenti di intrattenimento a portata di mano e aumentare la nostra produttività, sono esigenze che stanno crescendo sempre di più, soprattutto, con l’arrivo dei dispositivi mobile. Smartphone, tablet e dispositivi 2-in-1 sono ormai parte integrante della nostra vita e i processori Intel sono alla base di tantissimi dispositivi versatili che oggi sono presenti sul mercato. Quello che qualche anno fa sembrava un futuro molto lontano, grazie ai processori e le tecnologie di ultima generazione, è stato possibile raggiungere traguardi veramente eccezionali, a riprova del fatto che la tecnologia sta facendo importanti passi in avanti.

Oggi

14042131528_ba2311f971_z

Oggi è possibile trovare sul mercato computer dotati di schermi che possono  essere staccati dalla tastiera e diventare, di fatto, veri e propri tablet. Non solo, vi sono prodotti che integrano schermi che possono essere capovolti, trasformando il dispositivo da computer a tablet. Di fatto, Intel ha investito nel realizzare processori  che vengono utilizzati all’interno di tablet e smartphone, offrendo fino a 32 ore di conversazione e supporto a display Full HD. Anche i Chromebook dispositivi a basso costo che integrano il sistema operativo Chrome OS sono dotati dei processori Intel, prova del fatto che l’azienda di Santa Clara si sta spingendo verso un’elevata ottimizzazione sia per quanto riguarda i livelli di consumo che le performance.

Intel sta crescendo ulteriormente anche nel mondo della sicurezza. Ad esempio, MyDigipass.com è una piattaforma che aggiunge un ulteriore livello di sicurezza che blocca i classici hacker tramite token di sicurezza generati dall’hardware, attraverso la tecnologia Intel Identity Protection. Non solo, la recente acquisizione di McAfee ha permesso ad Intel di realizzare una suite di sicurezza integrata nella tecnologia Intel Identity Protection, per proteggere i cellulari dalle minacce odierne, garantendo allo stesso momento la massima tranquillità.

14042214477_3dcd32e012_z

Non solo protezione, l’azienda americana sta riuscendo ad essere visionaria per quanto riguarda l’imminente futuro, soprattutto con Make it Wearable ed il movimento dei maker. Il fenomeno dei dispositivi indossabili, infatti, può essere considerato una realtà, seppur ristretta, ma ben consolidata. Mike Bell, Vice President e General Manager del New Devices Group di Intel, ha affermato il fatto che la comunità tecnologica si sta avvicinando all’ambiente della moda, con l’obiettivo di trasformare la tecnologia degli indossabili in qualcosa di utile ed anche accattivante. Intel Future Showcase è stato il palcoscenico in cui è avvenuta la presentazione di Health Tracker Basis.

14205653976_deb5d04131_z

Quando si parla di maker, oggi, ci stiamo riferendo ad un’ampia gamma e ben eterogenea di individui che mettono a propria disposizione competenze per la realizzazione di prototipi e prodotti rivoluzionari. L’attenzione posta dal CEO Brian Krzanich, al Maker Faire di Roma, che si è tenuto lo scorso ottobre, ha dimostrato che l’azienda di Santa Clara è attualmente in prima linea per supportare questo “fenomeno” globale. Intel Galileo è il primo dispositivo studiato per la comunità maker e che è stato sviluppato grazie ad un accordo di collaborazione tra Intel e Arduino.

I numeri del fenomeno makers sono chiari, infatti secondo la società di ricerche di mercato Ypulse, il 69% dei giovani nati nel nuovo millennio desidera creare, a partire da zero, un nuovo prodotto, mentre l’81% sarebbe pronto a collaborare con aziende o marchi per la progettazione di un nuovo prodotto.

Domani

GalileoBoard2

 

Il futuro, quindi, sembra essere orientato verso la realizzazione di nuove tecnologie e la creazione di nuovi prodotti. L’azienda americana, su questo fronte, ha già sviluppato importanti novità che sono destinate, nei prossimi anni, a cambiare la nostra concezione della tecnologia.

Tra i principali esempi vi sono la ricarica wireless e la tecnologia Intel RealSense. Uno dei problemi comuni, in una società in cui smartphone e tablet sono al centro della nostra vita quotidiana, è la durata delle batterie. Intel, per ovviare ai principali problemi, ha realizzato un caricabatterie wireless che, grazie ad una serpentina di ricarica permette di ricaricare dispositivi, anche se basati su connettori diversi. Questa tecnologia è integrabile all’iinterno di qualsiasi ambiente, a partire da quello aziendale fino a giungere quello home.

Per quanto riguarda, invece, Intel RealSense, quest’ultima tecnologia di cui abbiamo avuto un’anteprima lo scorso anno, sta crescendo e migliorando rapidamente, passando da webcam ingombranti alla miniaturizzazione in dispositivi all-in-one o all’interno di notebook. La tecnologia alla base di RealSense riguarda, principalmente, l’interazione tra una videocamera 3D e 2D ed un software in grado di comprendere i nostri gesti. Nell’immediato futuro, secondo l’azienda americana, quindi, sarà possibile ottenere un nuovo livello di realismo ed interattività nel lavoro e durante il tempo libero, senza dover necessariamente indossare gli occhialini 3D.

Intel Arduino Ed Intel Edison

14042137509_fce4086eae_z

Una parentesi a parte la meritanodue prodotti hanno dimostrato come i computer stiano diventando di piccole dimensioni ed, allo stesso momento, sono in grado di offrire funzionalità eccezionali sono molteplici punti di vista, stiamo parlando di:

  • Intel Galileo è una scheda microcontroller basata su un System-on-a-Chip di Intel ed è ampiamente compatibile con la piattaforma Arduino. A differenza di Galileo, Edison ha dimensioni maggiormente inferiori che si avvicinano a quelle di un francobollo. Entrambi i prodotti sono perfettamente indicati per dar spazio alla creatività invitando le persone a creare nuovi prodotti ed idee principalmente indossabili.
  • Intel Edison è una scheda di sviluppo pronta per l’installazione nei prodotti, mentre Intel Galileo è focalizzato verso un pubblico “smanettone”. Entrambi i dispositivi, però, sono perfettamente indicati per i maker e rappresentano la base del concorso Intel Make It Wearable.

Futuro

Jimmy2

Cosa ci aspetteremo in futuro? L’azienda di Santa Clara è riuscita a comprendere alcune delle principali esigenze che avremo nei prossimi anni, ma allo stesso tempo le ha trasformate in veri e propri progetti. In primis, lo sviluppo del mondo dei maker porterà alla creazione di oggetti fai da te. Alla Maker Faire di New York, è stato presentato Jimmy, il primo robot creato dal futurologo di Intel, Brian David Johnson, con l’obiettivo di dimostrare che è possibile, tramite un file open source, realizzare il proprio robot e stamparlo con una stampante 3D. Pur essendo un’anteprima, Jimmy sarà presto disponibile per il download e la stampa ad un prezzo accessibile. Dopo aver stampato ed assemblato Jimmy, sarà possibile programmarlo e installarvi applicazioni per aggiungere funzionalità.  Il primo robot fai da te è un’anticipazione di ciò che ci aspetta in futuro.

Secondo l’azienda statunitense, però, nei prossimi anni non vi saranno solamente robot o stampanti 3D, bensì la tecnologia sarà a servizio dell’utente attraverso tecnologie integrate nelle automobili che si guideranno da sole. Il conducente manterrà il controllo, ma le tecnologie permetteranno di comunicare l’indirizzo, riconoscere se a bordo vi siano bambini e avviare, automaticamente, i loro film preferiti per intrattenerli durante il viaggio. Ovviamente le tecnologie permetteranno la gestione efficiente dei pannelli solari, ma la vision di Intel si spingerà oltre con l’introduzione di un controller intelligente, ovvero un pannello solare da 500 cm in grado di sfruttare l’uscita di corrente CC variabile, invece di convertire l’energia solare in corrente alternata. Questa tipologia di prodotto permetterà di ottenere corrente elettrica nei Paesi in via di sviluppo e grazie ad esso sarà possibile ricaricare il Classmate PC Intel, computer sviluppato per i bambini.

Infine, l’internet delle cose è ina delle più importanti tendenze del momento e la stessa azienda ha mostrato, all’Intel Future Showcase, come le attuali automobili siano profondamente computerizzati e, quindi, sensibili ad attacchi esterni. Quindi, nei prossimi anni, ma già oggi, Intel sta lavorando a garantire che i veicoli del domani saranno meno vulnerabili di quelli odierni. Tutte queste novità e la visione del futuro di Intel, a nostro avviso, rappresenta un importante passo in avanti verso un mondo sempre più intelligente e l’Intel Future Showcase è stato il palcoscenico perfetto per vedere un’anteprima di come sarà il futuro prossimo.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273