Top

IOS5, La Prova Che Apple Tende Ad Inseguire Più Che Innovare

Da qualche giorno è stato presentato il nuovo sistema operativo mobile per iPhone e iPad, al WWDC 2011, ovvero la conferenza annuale Apple degli sviluppatori. Tra i prodotti illustrati, uno dei principali protagonisti è ovviamente il sistema operativo dei più amati, odiati e controversi smartphone/tablet della tecnologia moderna.

Una continua corsa dove tutti inseguono tutti

Se inizialmente, nessuno potrà negarlo, nel mondo smartphone era Apple a dettare leggi e regole, oggi sembra che la storia si sia ribaltata. In questa frenetica corsa all’ultima novità e all’estrema ottimizzazione dei propri dispositivi, sembra che ultimamente i ruoli si siano invertiti. Ma da quanto tempo è successo? E perché ne parliamo solo dopo il WWDC 2011?

Chiedete a un qualunque appassionato di tecnologia e di smartphone, la migliore casa produttrice in ambito di ottimizzazione tra hardware e software ultimamente pare essere HTC. Se invece chiedete chi cerca di contenere sempre e comunque il peso dei propri dispositivi magari rinunciando a scocche più resistenti in alluminio o metallo, probabilmente vi risponderà Samsung. Al di là dei grandi nomi, e ovviamente a seconda dei dispositivi, si può dedurre che tutti stanno cercando di avere appeal sul mercato, in un modo o nell’altro. E Apple? Stare a guardare ovviamente non è da loro, quindi? Quindi si prende cosa c’è di bello e utile in giro, lo si porta  a casa, lo si studia, lo si implementa e magari lo si cerca di migliorare.

Ed è proprio quello che è stato fatto, che nessun Fan Boy della Mela Morsicata si senta offeso, ma iOS5 non presenta nessuna novità sulla scena smartphone. O meglio, nessuna novità rispetto alla sempre agguerrita concorrenza Android e BlackBerry.

Analizziamo più nel dettaglio quest’ultima affermazione. Tra le principali novità di iOS5 troviamo la possibilità di aggiornare il proprio sistema operativo senza l’intermediazione di un PC/Mac, ovvero Over The Air (OTA), ma questo, sbaglio o non è già disponibile da parecchio tempo in tutta la concorrenza? Nokia, Samsung, Htc, ecc. se la memoria non ci inganna lo fanno già da anni!

Altra novità presentata, le notifiche a tendina. Già quest’ultima parola, “tendina”, fa drizzare le orecchie a tutti i possessori di smartphone Android. In effetti quanto presentato da Apple riguardo le notifiche è proprio il sistema Android, ovviamente reso personale da Apple, con alcune configurazioni niente male, come la possibilità di impostare cosa e come notificare attraverso un menù dedicato nelle impostazioni. Adesso arrivano anche dei widget, e se verrebbe da dire “era ora”, si potrebbe pensare che in effetti ormai i possessori di iPhone e iPad non ne sentivano più la mancanza magari, data l’abitudine ad un certo modo di relazionarsi col proprio dispositivo. Ciò nonostante in pieno stile Nokia/Android ecco a voi anche i widget.

iMessage, una bella idea, ma esiste già WhatsApp o BBM, quindi perché farne un servizio nuovo, per di più chiuso? Il perché è ovviamente quello che ha spinto BlackBerry con BBM, strizzare l’occhio ad un pubblico molto attento alla comunicazione a costi zero, e ovviamente convincere la gente ad avere sempre di più lo stesso dispositivo per poter comunicare gratuitamente anche se in maniera esclusiva.

Un’altra “novità” presentata sempre a riguardo di iOS5, è l’integrazione con Twitter, e la domanda è: c’era bisogno di spendere così tante parole? In fondo l’integrazione con i Social Network dovrebbe essere un obbligo per questi potentissimi smartphone, non un optional o una novità di cui parlare dopo un bel po’ di tempo. Sarebbe come fare un automobile senza motore!

In ogni caso, critiche e apprezzamenti a parte, Steve Jobs…good job. In effetti era anche ora di dare un bella rinfrescata ad iOS. L’allinearsi verso la concorrenza non è da vedere come una debolezza, ma anzi come una prova di voler rendere i propri utenti felici del dispositivo che stringono tra le mani, fornendo loro esperienze d’utilizzo e servizi di cui altri utenti erano già provvisti. E poi, una sana concorrenza dove tutti inseguono tutti non ha mai fatto male a nessuno, anzi, noi consumatori finali ci guadagniamo sempre e comunque.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273