Top

Jeff Howe: Cosa E’ Il Crowdsourcing

A partire dal 2006 il fenomeno crowdsourcing è cresciuto esponenzialmente. Oggi, aziende come Kickstarter, Innocentive e iStockPhoto utilizzano il crowdsourcing per mantenere attiva una comunità, sviluppare e completare progetti o problemi. In un mondo in cui l’outsourcing ha ormai conquistato forte rilevanza, soprattutto a livello aziendale, il crowdsourcing, invece, ha ancora un lungo cammino di fronte a sè ma molti addetti ai lavori ritengono che quest’ultimo potrà, in qualche modo, sostituire l’outsourcing. Andiamo a vedere in dettaglio.

Crowdsourcing: Un Fenomeno In Rapida Espansione

Forse molti geek avranno sentito parlare del fenomeno crowdsourcing. Jeff Howe è considerato, a livello internazionale, il padre del crowdsourcing ovvero un modello di business nel quale un’azienda, istituzione o altre persone affidano un determinato problema ad una comunità di utenti a cui viene richiesto di poter partecipare. In un articolo intitolato The Rise of Crowdsourcing pubblicato sul mensile Wired nel giugno 2006, appare questo nuovo termine coniato da parte di Jeff Howe e che dopo qualche anno si tradurra in un vero e proprio modello di sviluppo e di risoluzione di problemi. Può sembrare strano che un gruppo indefinito di persone sia più abile, a risolvere determinati problemi, rispetto a persone specializzate ma è proprio questo il concetto base del crowdsourcing. All’interno del crowdsourcing vi sono ulteriori suddivisioni come: il crowdfunding, ad esempio Kickstarter.com, il crowdcreation, come Prizes.org, e crowdvoting ed infine il crowd wisdom. Tutte queste suddivisioni permettono di analizzare in dettaglio come l’applicazione pratica di una semplice idea ha permesso a molte aziende di svilupparsi in tempi rapidissimi.

Aziende come Innocentive, iStockPhoto, Trendwatching ed altre ancora, collaborano quotidianamente con utenti sparsi nel globo alla ricerca di risolvere problemi o di creare ed innovare “in gruppo”. Uno dei principali benefici, per le aziende, comportato dal crowdsourcing è il basso costo della forza lavoro, poichè gli utenti collaborano a tempo determinato, anche l’ascolto degli utenti può comportare miglioramenti stessi ed il “crowd” risolvendo problemi, in qualche modo, si fidelizza al marchio. Noi di ZioGeek abbiamo avuto il piacere e l’onore di poter intervistare Jeff Howe che ci ha descritto in pochi attimi cosa è il crowdsourcing e cosa ci aspettano i futuri 5 anni. Vi consigliamo, quindi, di guardare il video qui sotto.

Le conclusioni di Lakhani possono essere una novità per il mondo delle imprese e della ricerca scientifica applicata, settori dove da molti decenni vige la specializzazione. Ma combaciano alla perfezione con i risultati di decenni di ricerche di sociologia economica, ribadendo un principio che i sociologi chiamano la “forza dei legami deboli”. Jeff Howe

@albertmarini

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273