Top

Kaspersky Lab Previsioni Per Il 2014: Attacchi Android E Bitcoin

Recentemente, Kaspersky Lab ha presentato le ultime previsioni per il 2014. Bitcoin ed attacchi nei confronti di dispositivi mobile saranno i principali trend che caratterizzeranno il prossimo anno. Lo scenario che si delinea dimostra come Android sia, ancora oggi, uno dei sistemi operativi più vulnerabili e la crescita, nel 2013, del numero di malware per Android è un campanello di allarme per i prossimi mesi. Andiamo a vedere in dettaglio.

Kaspersky Lab Android

In un mondo in continua evoluzione anche i trend di attacchi sono destinati a variare in base alle condizioni socio-economiche ed anche politiche. Secondo Kaspersky il 2014 sarà un anno in cui assisteremo a numerosi attacchi verso dispositivi mobili, in particolare Android, ed anche nei confronti della moneta virtuale Bitcoin.

Kaspersky 2014

2013: Crescita Rapida Attacchi, Italia Rischio Moderato

Durante tutto il 2013, Kaspersky Lab ha scovato su internet oltre 315 mila nuovi file maligni ogni giorno. Se questo numero lo compariamo con quello del 2012, notiamo che il numero di nuovi file quotidiani è aumentato di 115 mila unità. Le minacce su internet sono frequenti e per questo motivo è fondamentale dotarsi una suite di protezione completa, in grado sia di proteggere da virus che durante le transazioni bancarie effettuate online.

Negli ultimi due anni, il numero di attacchi basati su browser è quasi raddoppiato toccando quota 1 700 870 654 nel 2013. Kaspersky Lab, inoltre, sottolinea come la media globale di attacchi sia cresciuta del 6.9% durante tutto l’anno e circa il 41.6% di coloro che possiedono un computer sono stati soggetti a questi attacchi, almeno una volta. In questo panorama globale, l’Italia si inserisce in contesto di rischio moderato, vicino ad altre nazioni come Australia, Francia, Spagna, Canada e Stati Uniti.

Quali sono i trend che hanno caratterizzato il 2013? Le vicende di Edward Snowden hanno portato ad un cambiamento di mentalità da parte di buona parte degli utenti. Dopo lo scandalo NSA, infatti, sono aumentate le attenzioni delle intelligence di tutto il mondo ed anche da parte degli utenti. Servizi come VPN e Tor hanno visto una crescita netta a livello di utente e questo trend, secondo Kaspersky Lab, continuerà a crescere.

Una delle campagne di cyber-spionaggio che ha colpito ad ampia scala nel 2013 è stata NetTraveler. Quest’ultima minaccia era già attiva dal 2004, ma negli ultimi 3 anni ha avuto il picco di attività. Sfruttando le vulnerabilità della suite Microsoft Office, i criminali infettavano le vittime tramite email, con documenti Word allegati. NetTraveler, quindi, ha colpito in 40 nazioni in tutto il mondo ed i principali settori di interesse delle attività di spionaggio sono stati l’esplorazione dello spazio, le nanotecnologie, la produzione di energia, il nucleare, i laser, la medicina e le comunicazioni.


Kaspersky NetTraveler

Il 2013, quindi, è stato un anno in cui i criminali hanno sviluppato metodologie di accesso ad infrastrutture, che seppur protette, hanno come punti deboli gli errori commessi dall’uomo. Operazione di cyber-spionaggio come Icefog, scoperta qualche mese fa, ne sono un vero e proprio esempio. Ultimamente, però, per quanto riguarda il mondo mobile, i criminali stanno sviluppando campagne di cyber-spionaggio a danno degli utenti.

A partire dal 2012, il numero di mobile malware è aumentato a dismisura fino a giungere 103 785 malware registrati durante il mese di novembre. Il 98%, circa, di quest’ultimi è distribuito su piattaforma Android, mentre 1.55% è distribuito su piattaforma Java Micro Edition ed infine lo 0.40% è distribuito su Symbian e tutti gli altri sistemi operativi mobile.

Gli obiettivi di questi malware sono principalmente quello di rubare denaro, spiare informazioni personali, inviare messaggi con codice malevolo, effettuare attacchi DDoS ed infine attaccare PC tramite dispositivi Android. Quest’ultimo anno, quindi, ha dimostrato come le nuove tecnologie vengano attaccate da parte dei criminali ed in particolare i malware, nel mondo mobile, sono cresciuti rapidamente.

2014: Cosa Accadrà?

A differenza del 2013, nel 2014 assisteremo alla crescita di alcuni trend riguardanti sia il mondo dei Bitcoin che quello dei dispositivi mobile. Kaspersky Lab sottolinea come i futuri attacchi verranno effettuati attraverso ransomware, cryptolockers, attaccando le vulnerabilità presenti nel sistema operativo Android ed anche con l’utilizzo di trojan per effettuare phishing dei dati, con conseguenti danni economici.

Kaspersky Lab Futuro

Bitcoin: Crisi O Successo?

In questi ultimi mesi, tra gli addetti ai lavori si è spesso parlato della moneta virtuale Bitcoin. Rispetto alle classiche monete, quest’ultima viene archiviata sui computer degli utenti e Kaspersky Lab ritiene che nei prossimi mesi, gli attacchi dei cyber-criminali avranno come target proprio questa moneta virtuale. Riuscire a rubare decine di Bitcoin ed attaccare i principali enti che regolano il mercato di questa moneta saranno alcuni tra i principali target.

La domanda che sorge spontanea è: riusciremo a riconquistare la privacy? Il prossimo anno, Kaspersky Lab stima un aumento a livello di utilizzi per servizi VPN, Tor e tool per criptare i dati sui propri computer. Questi numeri, quindi, dimostrano come il 2014 vedrà una crescita significativa a livello di attacchi ed i dispositivi mobile dotati di Android saranno tra i principali target.

Per questi motivi, vi suggeriamo di dotarvi di una buona suite di sicurezza, per potervi proteggere da tutti i possibili attacchi, che quotidianamente colpiscono migliaia di utenti, con l’obiettivo di iniziare il 2014 protetti ed in sicurezza.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273