Top

La Triste Verità Sull’Espansione Del Mac Pro, Benchmark per MacBook Pro Haswell

La Triste Verità Sull’Espansione Del Mac Pro

L’anteprima del nuovo Mac Pro data, da parte di Apple, alla WWDC che si è tenuta a San Francisco, ha fatto a lungo riflettere gli utenti e gli addetti ai lavori sui livelli di espandibilità di questa macchina che è principalmente dedicata ad un pubblico professionista. Andiamo a vedere quali sono le prime critiche stanno circolando sul web.

macproexpansion-640x375

Mac Pro 2013: Il Caos Regna Sovrano

Il design del nuovo Mac Pro è uno dei principali punti di forza della nuova workstation di Apple, tuttavia molti utenti preferivano avere ancora a disposizione la forma tower classica. A Cupertino, invece, gli ingegneri hanno pensato di sviluppare un sistema di dissipazione del calore avveniristico denominato Unified Thermal Core che, però, ha lasciato molti dubbi sulla sua efficacia. Vi è da sottolineare che il design è veramente innovativo, ma da un punto di vista pratico non sembra efficace quanto lo è per l’occhio degli osservatori.

Una delle prime critiche, infatti, riguarda l’assenza di possibilità di espansione della workstation che obbliga gli utenti ad acquistare decine di periferiche esterne per sopperire alla mancanza del masterizzatore Blu-Ray, dell’interfaccia audio professionale, sistema di ripresa per Facetime e podcast etc… Quindi gli utenti si ritroveranno ad avere una workstation compatta ma, allo stesso tempo, avranno decine di cavi in disordine ed una situazione simile a quella che potete vedere in foto.

Per il momento, inoltre, non è stato reso noto se sarà possibile connettere il Mac Pro in daisy-chain, per sfruttare una maggior potenza di elaborazione. Ovviamente quando si effettua il daisy-chain delle workstation e si connettono decine di dispositivi esterni, tutto ciò ingombra un po’ di spazio rendendo il workspace abbastanza caotico. Non sappiamo, infine, se Apple proporrà alcune soluzioni per poter riuscire ad ordinare i cavi delle periferiche. Cosa ne pensate?

Link | CultOfMac

MacBook Pro Haswell: Ecco I Primi Benchmark

Dopo la presentazione alla WWDC del MacBook Air con i nuovi processori Haswell, molti utenti stanno aspettando l’aggiornamento del MacBook Pro Retina e MacBook Pro “Classico”. Grazie a Geekbench, in queste ultime ore, sono circolati online i primi benchmark del futuro MacBook Pro da 15 pollici. Andiamo a vedere quali sono le prestazioni registrate.

macbook_pro_15_mid_2013

Migliore Autonomia Grazie Ad Haswell

I nuovi processori Haswell di Intel offrono agli utenti prestazioni di alto livello e bassi livelli di consumi. Gli ingegneri dell’azienda di Santa Clara hanno lavorato a lungo per ottimizzare l’architettura hardware ed Apple con il nuovo MacBook Air ha aumentato notevolmente la durata della batteria. Alcuni dati che sono apparsi su Geekbench, riguardanti la possibile futura generazione del MacBook Pro, fanno ben sperare, anche se per il momento non è ancora noto se la macchina testata fosse un modello Retina o non-Retina.

Sebbene siano circolate indiscrezioni, tra gli addetti ai lavori, che Apple non aggiornerà i modelli non-Retina, sappiamo, quindi, solamente che l’azienda di Cupertino continuerà a proporre aggiornamenti hardware per il modello Retina. Il benchmark con codice “APPLJ45,1”, riguarda un MacBook Pro da 15 pollici con processore Intel Haswell e 16 GB di RAM registrando un punteggio totale di 12497, che tutto sommato supera non di molto il punteggio registrato con Ivy Bridge.

Il processore del computer testato con Geekbench 2 è un Core i7-4950HQ con frequenza da 2.4 Ghz che include la nuova scheda video di fascia alta Iris Pro 5200. Secondo l’azienda di Santa Clara il nuovo i7-4950Q con Iris 5200, se comparato al precedente i7-3840QM con HD Graphics 4000, offre prestazioni 2-2.5 volte superiori. Per il momento non sappiamo se la durata complessiva della batteria aumenterà notevolmente, come è successo per il nuovo MacBook Air.

A nostro avviso sarà interessante vedere se Apple adotterà schede grafiche dedicate, oltre ad Iris Pro, e se tutto ciò influenzerà in modo negativo la durata complessiva della batteria. L’attuale generazione di MacBook Pro da 15 pollici offre fino a 7 ore di durata totale, ma crediamo che il futuro MacBook Pro riuscirà ad offrire un’autonomia pari a circa 12-15 ore. Per il momento, quindi, non ci resta che aspettare il rilascio della nuova gamma di MacBook Pro “Haswell” che dovrebbe arrivare a breve.

Link | MacRumors

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273