Top

Le Mappe Di Apple Sono Le Più Pericolose

Cattura di schermata (69)

 

Fin quando a comunicare dati siano voci di corridoio allora non c’è nulla di certo, ma quando queste voci di corridoio si trasformano in dati statistici, ricavati da prove effettuate sul campo? La situazione diventa più seria e il tasso di credibilità è nettamente superiore. A finire sotto gli occhi degli utenti, oggi, sono le nuove Mappe di Apple presenti in iOS 6 che, come vi abbiamo raccontato in precedenza, non sono famose per la loro esattezza. Sembra che in casa Apple non ci sia un momento di pace, e ce lo confermano i dati emersi da una nuova statistica effettuata da Crowdflower.

Le Più “Pericolose”

la-fi-tn-apple-google-maps-lost-20121220-001

Se dovessimo definire con un aggettivo a caso le nuove mappe di Apple potremmo dire che sono le più pericolose attualmente in circolazione. Ricordate la vicenda della famiglia dispersa nel deserto australiano a causa delle Mappe di Apple? Bene, sembra che il caso non sia isolato. Dalla recente statistica, in cui sono state messe a paragone le mappe di Apple, Google e Bing, è emerso che le mappe di Cupertino sono le più pericolose. Crowdflower ha preso in analisi mille città inglesi e cento statunitensi, prelevando a caso indirizzi di aziende molto famose per vedere quanto i percorsi scelti dalle diverse mappe siano affidabili. Il risultato più negativo lo ha ottenuto, come ci si aspettava, Apple.

Un tasso di errore pari al 3% negli USA e 30% nel Regno Unito. Gli avversari, Google e Bing, hanno combattuto aspramente, ottenendo risultati non molto diversi tra loro. Gli errori delle mappe di BigG e di Redmond sono rispettivamente 1,1-4% e 1.3-5%. Insomma, se proprio dobbiamo viaggiare, affidiamoci ad un buon navigatore e, perché no, alla cara vecchia Cartina.

Link| La Times

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273