Top

Lego Marvel Super Heroes: L’Universo Del Divertimento [RECENSIONE]

Lego Marver Super Heroes rappresenta un vero e proprio universo del divertimento. Non era facile, infatti, per gli sviluppatori della Traveller’s Tale sfornare un titolo che in qualche modo competesse con un sostanzioso predecessore come quel Lego Star Wars che, otto anni fa, aveva decretato il successo degli immortali mattoncini da gioco danesi. Eppure, i ragazzi della Traveller’s sono riusciti a dare vita a un prodotto molto particolare, che pur collocandosi nel solco tracciato da Lego Star Wars guadagna una sua autonomia e una sua originalità. Andiamo a vedere in dettaglio.

LEGO-Marvel-Super-Heroes1

Divertimento Prima Di Tutto

Sin dai primi istanti di gioco si viene proiettati in una New York smisuratamente grande, fatiscente, dove come in un calderone potremo ritrovare sia luoghi realmente esistenti della Grande Mela, da Chinatown a Central Park, a luoghi che popolano l’universo Marvel: Asgard, l’Asteroide M sono solo due esempi.

Questo senso di divertente straniamento proietta il giocatore in un mondo enorme, apparentemente senza confini, da esplorare e scoprire missione dopo missione, e il divertimento resta il primo obiettivo di Lego Marvel Super Heroes.  Infatti, la giocabilità è paurosa, e ce ne rendiamo conto sin dai primissimi momenti di gioco. Nello “story mode” dovremo affrontare ben 15 capitoli il cui filo comune è rappresentato dal nemico giurato di Thor, Loki, che vuole distruggere la Terra, e avremo la possibilità di indossare i panni di uno dei nostri supereroi preferiti per affrontare, capitolo dopo capitolo, dozzine di nemici storici dell’universo Marvel: da Goblin a Magneto, da Klaw a Venom.

Accanto alla storia principale, che si articola con un menù di gioco ereditato dal precedente titolo e che scorre che è un piacere, i ragazzi della Traveller’s hanno inserito sapientemente 12 cosidddette side-quest, che potremmo definire storie collaterali, dove avremo la possibilità di impersonare un villain e affrontare in questi panni altrettante missioni tratte dalle storie del fumetto, oltre che ritrovare tutta l’oggettistica Lego di più recente uscita.

Ma non finisce qui: come se non bastasse, potremo creare da zero un personaggio che vogliamo e utilizzarlo (questa modalità si chiama S.H.I.E.L.D. e ci consentirà di “collezionare” fino a 130 omini Lego diversi di nostra creazione), sbloccare tantissimi altri personaggi, tra cui anche (e solo questo è di per sé divertentissimo) Stan Lee in persona, cioè il padre della Marvel Comics.

Ma veniamo ai supereroi che avremo la fortuna di “pilotare”: ogni beniamino ha molteplici varianti di aspetto, persino di forma, e una marea di abilità sbloccabili o già presenti all’inizio. Solo per citare alcuni esempi, Vedova Nera diventa invisibile ai più potenti radar, Wolverine ha un’abilità incredibile nel trovare oggetti nascosti nel terreno.

Lego Marvel Super Heroes Recensione 1

Una Tecnica Raffinata

Giocabilissimo, divertente, altrettanto buona longevità di gioco. Gli ormai consolidati ingredienti della Traveller’s si sposano con un’architettura grafica (specie quella delle pause narrative tra una missione e l’altra), sonora e di interfaccia che rendono Lego Marvel Super Heroes un piccolo gioiellino che non potrà mancare sotto l’albero di Natale di grandi e piccoli.

La grafica è potenziata rispetto a Lego Star Wars e spazia in una New York assurda, che oscilla tra la realtà e il fantastico dinamismo dell’universo Marvel, così enorme che verrebbe voglia di esplorarla nei panni di un Goblin o di un Hulk solo per vedere come è stata ricreata nella versione mattonata danese.

I palazzi, le strutture della Mela si estendono a perdita d’occhio e il sonoro è inarrestabile, divertente, trascinante. Sarà difficile annoiarsi giocando a Lego Marvel Super Heroes, perché ogni singola componente di questo gioco è incastrata al punto giusto per divertire e ancora divertire, con un gioco di difficoltà non elevata (a proposito, nel gameplay online potremo farci dare una mano da un amico qualora restassimo intrappolati in un meccanismo Lego o fossimo coinvolti un una missione a noi particolarmente ostica).

Saranno necessarie almeno 14 ore di gioco per portare a termine lo story mode principale (quindi una longevità enorme), e in più avremo a disposizione tutto l’arsenale di missioni secondarie, story-quest che amplieranno notevolmente l’esperienza di gioco principale.

Lego Marvel Super Heroes Recensione

E Per Concludere…

Lego Marvel Super Heroes terrà incollati davanti alla console i fans storici della Lego, dei fumetti Marvel (e non solo) ma anche quella eterogenea categoria di coloro che non sono fans dei due precedenti filoni, ma che troveranno nella nuova proposta della Traveller’s ore di gioco divertente, longevo, e con un dinamismo di gioco veramente incredibile.

La Traveller’s riesce quindi a collocarsi sul sentiero tracciato col precedente e fortunatissimo titolo, ma migliora notevolmente la qualità delle carte sulla tavola, anche se manca, questa l’unica pecca del gioco, una vera e propria rivoluzione nello storytelling generale, quasi come se la Traveller’s avesse ormai trovato la formula vincente per pubblicare tutti giochi con lo stesso marchio.

Ma più che pecca questa sarà una prova per gli sviluppatori, che dovranno lavorare adesso per trovare un degno successore di Lego Marvel Super Heroes, che conferma comunque il suo rango di gioco dove divertimento e fumettosità si sposano senza mai collidere tra di loro.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273