Top

Lo Smartphone Capace Di “Misurare” Gli Odori

Un futuro in cui gli smartphone sentiranno gli odori è vicino, anzi vicinissimo. Una piccola startup di San Francisco ha messo insieme circa 2000 sensori che sono capaci di poter comprendere ed identificare odori. Andiamo a vedere in dettaglio le principali novità ed i campi di applicazione possibili.

App_newiphone5apps_610x436

Smartphone Che Riconoscono Odori

A cosa potrebbe essere utile uno smartphone che riconosce gli odori? Esistono molteplici campi di applicazione possibili come quello agro-alimentare e medico. Recentemente una piccola startup di San Francisco, Adamant Technologies, secondo quanto ha detto a Business Insider il CEO Sam Khamis, sta cercando di sviluppare un sistema che consenta di dare il senso dell’olfatto e del gusto all’iPhone. Khamis, infatti, sostiene che sta creando un sistema di circa 2000 sensori che permettano di identificare odori rispetto ai “soli” 400 sensori che sono presenti all’interno del naso umano. Questa enorme differenza a livello di numero di sensori tra il “naso” elettronico e quello umano è principalmente dovuta alla difficoltà del computer di poter riconoscere e distinguere 2 diversi odori. Anche IBM, al momento, sta lavorando nella creazione di chip che siano simili al cervello umano ed abbiano la capacità di percepire, comprendere, interagire e d’azione. Nel 2011, infatti, IBM ha già presentato un chip che mima il comportamento del cervello umano e questa tipologia di tecnologia potrà essere utilizzata in molteplici campi applicativi. Un gruppo di sensori che riconoscono gli odori, come quelli sviluppati da Adamant Technologie, potranno essere utilizzati nel controllo del metabolismo in tempo reale, monitorare l’alito, alcool ed altre tipologie di patologie. A nostro avviso, qualora gli smartphone del futuro monitoreranno i nostri odori, gli utenti saranno allo stesso tempo “connessi” con il proprio medico, il quale monitorerà i parametri vitali e non per avere in tempo reale la situazione del paziente. Cosa ne pensate? In quali campi potranno essere utili questi 2000 sensori?

Link | cnet

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273