Top

Microsoft Fa Causa A Google-Motorola Per 7 Brevetti

Non finisce davvero mai, questi brevetti stanno facendo girare la testa a tutti. Ormai “brevettare” qualcosa comporta indirettamente, almeno fino a poco fa poteva sembrare, accaparrarsi una notevole quantità di soldi, tanto prima o poi ci sarà qualcuno che li infrangerà. Microsoft non ha nemmeno lasciato il tempo di “far conoscere” le due neo fuse Google e Motorola che già ha deciso di portarle entrambe in tribunale per la violazione di ben 7 brevetti.

La rivendicazione è alla base

Ha aspettato questo momento solo perché si è appena intromessa Google? Non era possibile farlo prima? Tra Google e Microsoft si sa: non scorre buon sangue. L’azione legale punta a bandire un certo numero di cellulari Motorola in America perché, secondo l’azienda fondata da Bill Gates, violerebbero sette brevetti.

I telefoni Motorola, nonostante la società sia statunitense, vengono costruiti all’estero e la Commissione internazionale per il commercio potrebbe impedire che attraversino i confini USA. Sarebbe dunque la prima di una serie di identiche contestazioni che Microsoft si prepara a esportare su altri mercati in caso di vittoria. Un po’ come ha fatto Apple con Samsung. Una volta visto l’esito positivo della contestazione non ha esitato ad esportarla nei confronti di altri, primi su tutti HTC.

La ricca dote di brevetti che sta nelle casse di Motorola, e che risalgono agli anni di esordio della telefonia mobile, in realtà, sembra proprio sia una delle principali ragioni per cui Google ha deciso di mettere le mani sulla società.

Che dire? Questa non è altro che l’ennesima causa che si aggiunge alle tante altre che stanno tentando di rovinare i patrimoni dei colossi della tecnologia, spostando il confronto per la supremazia nel mercato da quello dell’innovazione a quello delle rivendicazioni legali. Non sanno più che pesci pigliare? Non sanno più cosa inventare? Se così fosse la situazione diventerebbe drammatica.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273