Top

Microsoft Offre 15GB Su SkyDrive ma si Cambia Nome

Microsoft Offre 15GB Su SkyDrive

Recentemente Microsoft ha presentato, tramite i social network, una nuova iniziativa nella quale offre agli ex abbonati di MobileMe uno spazio di archiviazione di 15GB su SkyDrive. Andiamo a vedere in dettaglio.

skydrive_04_thumb

SkyDrive Corre In Aiuto

Dopo la chiusura di MobileMe, avvenuta qualche anno fa, Apple ha offerto temporaneamente un piano gratuito di archiviazione per il successivo passaggio ad iCloud. Tutti coloro che hanno approfittato di questa possibilità si ritroveranno il 30 settembre 2013 ad vedersi ridimensionato le dimensioni dello spazio su iCloud a soli 5GB. Se lo spazio utilizzato su iCloud supererà i 5GB, alcuni servizi come Backup iCloud, Documenti e iCloud Mail smetteranno temporaneamente di funzionare fino a quando l’utente non ridurrà la quantità di spazio in uso o acquisterà un piano con maggiore spazio per l’archiviazione.

Microsoft, quindi, ha deciso di offrire a tutti gli ex utenti MobileMe 15 GB gratuiti su SkyDrive per la durata di un anno. Al momento, però, l’azienda di Redmond non ha a disposizione alcuni servizi che permettano di fare il backup dei dispositivi iOS su Internet. I 15GB  permetteranno, tuttavia, agli utenti di poter salvare immagini, video o altre tipologie di file su SkyDrive ed, ovviamente, di poter avere un maggior spazio di archiviazione rispetto a quello su iCloud.

A nostro avviso, servizi come SkyDrive o anche Dropbox dovrebbero realizzare, grazie al supporto di Apple, applicazioni in grado di poter permettere agli utenti iOS di effettuare i backup sul cloud senza dover necessariamente appoggiarsi ad iCloud. A volte il backup del proprio dispositivo su iCloud può superare i 5GB e ciò obbliga gli utenti a salvarelo sul proprio computer tramite iTunes. Cosa ne pensate? Se siete ex utenti MobileMe ed avete un account Outlook o Hotmail, vi suggeriamo di inviare l’e-mail di downgrade a HelpMeSkyDrive@outlook.com per ottenere i 15GB di spazio in modo gratuito.

Link | Twitter

Microsoft Perde La Causa: SkyDrive Cambia Nome

Farà certamente discutere la decisione di  una corte del Regno Unito che ha decretato che SkyDrive è una violazione del marchio registrato dal network britannico British Sky Broadcasting. Inizialmente Microsoft aveva deciso di dare battaglia e ricorrere in appello, tuttavia secondo le ultime news pare che il colosso americano abbia deciso di lasciar perdere e cambiare nome al servizio di cloud SKyDrive.

Niente appello per Microsoft, meglio cambiare nome

Si tratta, forse, una scelta di coerenza visto che Microsoft ha brevettato (o tentato di brevettare) nomi come Windows (finestre) e Office (ufficio), e non poteva certo prendersela se qualcun’altro, seguendo l’esempio, ha brevettato la parola sky (cielo). I creativi Microsoft staranno quindi lavorando alacremente per trovare un altro posto dove posizionare il proprio servizio di cloud (anche se sarà difficile trovare per una nuvola un posto migliore del cielo).

La questione può anche strappare qualche sorriso, ma soffermandosi a pensare, ci sono diversi spunti di riflessione.

Il prima questione che colpisce è che fondamentalmente le due aziende non operano esattamente nello stesso settore, questo non ha però impedito alla corte inglese di confermare la sanzione. Questo significa probabilmente che non potremo più chiamare nulla con il nome xxxSKY o SKYyyy. (come diretta conseguenza seguirà una causa anche contro SKYpe ?!?!)

Un’altra questione interessante è una considerazione dei costi sostenuti per queste spese legali: la prossima volta che acquistate una licenza di Office, non stupitevi del prezzo elevato, ma ricordate che state pagando uno stuolo di avvocati che tutelano il marchio. Nel vostro interesse, sia ben chiaro, non vorrete mica correre il rischio di acquistare una suite alternativa ?

La considerazione finale riguarda i brevetti. Le guerre scatenatesi tra i colossi (non solo dell’IT) stanno rallentando notevolmente lo sviluppo tecnologico e danneggiando alla fine gli utilizzatori finali. Si arriva al paradosso di aziende che sopravvivono solo grazie alla detenzione di alcuni brevetti, senza di fatto produrre alcunché. Non vi sembra arrivato il momento di riformare questa istituzione ?

Ovviamente ciò non significa che si occupa del lavoro creativo (o che comunque ha un’idea vincente) debba essere esposto al furto da parte della concorrenza, ma pensate un’attimo se il titolo giuridico che oggi chiamiamo brevetto fosse esistito ai tempi della ruota, oggi ci troveremo allo stesso livello tecnologico ?

Qual è la vostra opinione a riguardo ? Fateci pensare cosa ne pensate nei commenti!

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273