Top

Mulve Chiuso Dalla RIAA, Pirate Resta In Piedi

La RIAA, associazione americana per la tutela delle case discografiche (paragonabile alla nostra SIAE), ha recentemente bloccato il programma freeware Mulve, da noi recensito in questo articolo, che consentiva il download ad alta velocità di musica in Mp3.

Già nei primi giorni di vita del programma, diventato popolare a livello mondiale, la Recording Industry Association aveva attuato misure restrittive che avevano costretto gli autori del software a trasferirlo sulla rete torrent. Una mossa che tuttavia aveva rafforzato la celebrità di Mulve. Oggi però le cose non stanno più così.

Mulve perde la battaglia legale

Adesso è stata varata un’ordinanza legale, detta DMCA, che dichiara illegali le attività di cui è oggetto Mulve: gli autori hanno subìto il colpo e hanno immediatamente deciso di sospenderne lo sviluppo e  il funzionamento (“Non abbiamo risorse sufficienti ad affrontare le cause legali“). Insomma, Mulve è l’ennesima vittima celebre del copyright.

Una battaglia che – siamo onesti – è assolutamente lecita in quanto chi scarica da Mulve e simili sta di fatto danneggiando gli autori, anzi artisti, delle opere originali. Tuttavia il fenomeno è più radicato e la colpa, forse, è da riconoscersi nei prezzi troppo alti di musica e cd: se fossero più accessibili si ridurrebbe significativamente la pirateria (scriveteci cosa ne pensate). Ma questa è un’altra storia.

In ogni caso, le alternative non mancano assolutamente: in primis Pirate, che potete trovare qui, software in tutto e per tutto identico a Mulve eccetto che per il fatto di essere opensource e privo di pubblicità. Come reagiranno, stavolta, le major?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273