Top

Nascondere Il Proprio Indirizzo Email Agli Spammer Sulle Pagine HTML

Uno dei problemi più grossi nel diffondere i propri dati personali sul web sono i cosiddetti spam bot. Possono avere nomi diversi, ma in generale fanno tutti la stessa cosa: navigano sul web a caccia di informazioni (indirizzi email e numeri telefonici soprattutto) che utilizzeranno poi per inviare una caterva di pubblicità o, nel caso peggiore, qualche virus o link a siti web pericolosi.

Per capire a cosa serve il programmino che andiamo a vedere oggi, è necessario fare una breve parentesi sul funzionamenti di questi bot (o crawlers). Sono software molto complessi che utilizzano dei parser per riconoscere ed estrapolare gli indirizzi email dalle pagine HTML. Alcuni sono così sofisticati da essere in grado, ad esempio, di riconoscere persino il testo (OCR) da un’immagine che contiene l’indirizzo.

Proteggere la propria email sul web

Sì, perché uno dei migliori metodi per aggirare gli spam bot è proprio la pubblicazione dell’email non come testo HTML, ma come testo “disegnato” su un’immagine JPEG: se il sito è modesto, infatti, difficilmente sarà adocchiato da uno spam bot molto potente in grado di eludere persino questo sistema.

Se però abbiamo necessità di pubblicare l’email come testo vero e proprio, per essere cliccato tramite link (i famosi “mailto“), allora la questione si fa problematica. Per fortuna, con Cripta Email è possibile trasformare l’email in una sequenza di caratteri Unicode non automaticamente riconoscibile. Lo svantaggio? Purtroppo a volte i bot riconoscono persino queste sequenze di escape. Però intanto è un buon livello di sicurezza.

Per scaricare Cripta Email basta andare in questa pagina (nel sito dell’autore) e inserire la propria email per avviare il download.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273