Top

Orbit Downloader è un Virus, Giochi con realtà troppo aumentata, Eliminati con JustDelete.me

Orbit Downloader: Dietro Si Cela Un Virus Per Attacchi DDoS

orbit-downloader

Navigando in rete è bene sempre essere protetti da un buon antivirus e soprattutto mantenerlo aggiornato giorno per giorno. Tuttavia ci sono dei virus molto ben fatti che si nascondono dietro applicazioni molto famose ed è dunque matematicamente impossibile riuscire a scovarli. E’ il caso di Orbit Downloader, il famosissimo tool utile ad effettuare  download da molti siti web, tra cui YouTube. La popolarità di questo programmino è dovuta al fatto che lo si trova quasi ovunque nei banner pubblicitari e dunque la gente è più invogliata a scaricarlo.

Dietro Si Nasconde Un Virus

Secondo una recente analisi svolta da ESET, famosa azienda che distribuisce il noto antivirus NOD 32, dietro il codice “innocuo” di Orbit Downloader, si celano diverse funzioni “nascoste” che inviano segnali ad altri computer connessi in remoto. Infatti, dopo aver avviato il software tramite l’eseguibile principale orbitdm.exe, il tool invia diverse richieste HTTP GET  che, all’insaputa dell’utente, installa alcune DLL all’interno del nostro computer, dando inizio alla “infezione”.

Questa DLL, poi, effettua il download di una lista di “obiettivi” da attaccare, segnalando un “source ip casuale, quando in realtà si tratta del nostro indirizzo dal quale stiamo eseguendo Orbit. Secondo i test condotti sulle macchine di Eset, ogni secondo che passa, Orbit genera 140 mila richieste HTTP alla porta 80, generando un traffico dati di dimensioni davvero enormi.

In ogni caso, dopo questa scoperta, Orbit Downloader è stato inserito nel database dei virus di ESET come Win32/DDoS.Orbiter.A. Secondo Welivesecurity, blog di ESET, alcun servizi che offrivano il download di questo programma, come ad esempio Softpedia, hanno eliminato dai loro server tutte le versioni di questo software.

Link| WeLiveSecurity

Quando Il Videogioco Diventa Realtà…

gta4

Probabilmente avrete letto in rete della vicenda che ha come protagonista un bambino di 8 anni che, con molta probabilità, ha sparato a sua nonna 80enne perchè voleva imitare gli idoli del videogioco di GTA. In ogni caso, dopo che in rete si è sollevato un enorme polverone riguardo alla vicenda, a parlare dell’accaduto sono stati direttamente i creatori del videogioco e lo sceriffo che ha preso in carico la vicenda accaduta negli States.

Quando La Realtà E’ Troppo Aumentata

gta4_30ottobre_ign3

Quando acquistiamo un videogioco, nel 90% dei casi, sulla copertina è stampato un numero che indica l’età minima consigliata per giocare a quel titolo. E’ l’indicatore PEGI che, secondo diversi criteri, cataloga i videogiochi in base alle fasce d’età dei videogiocatori; ovviamente sta a chi acquista il videogioco rispettarle o meno.

In ogni caso, la vicenda accaduta, sembra essere stata suscitata da una reazione avuta in seguito a diverse ore di gioco al noto capitolo di Rockstar Games, GTA 4 che, per chi non lo sapesse, è un videogioco d’azione in cui è permesso rapinare negozi, uccidere persone e così via. Secondo le prime indagini, il ragazzino avrebbe sparato alla nonna poco dopo aver smesso di giocare alla sua PlayStation 3.

Ovviamente tutta la vicenda ha scatenato in rete una bufera che ha coinvolto ragazzi e genitori: tuttavia, anche  Take Two, azienda che distribuisce il videogioco, ha voluto rispondere a quanto apparso in rete:

Attribuire una connessione tra quanto accaduto e l’intrattenimento videoludico rappresenta una teoria smentita più volte da numerosi studi e ricerche indipendenti. Serve a minimizzare il problema in questo momento e spostare l’attenzione dalle cause reali.

Ovviamente, nella classifica PEGI, GTA 4 è catalogato 18+ e ciò significa che il titolo non sarebbe tra i più adatti per un bambino di 8 anni. Inoltre tutto ciò, sotto il periodo di lancio di GTA 5, è davvero una cattiva pubblicità per Rockstar. La situazione è davvero molto particolare, voi cosa ne pensate?

Link| CNN 

Elimina Te Stesso Da Internet Con JustDelete.me

Quante volte avete desiderato di eliminare i vostri account sparsi per il web? Con JustDelete.me avrete a disposizione istruzioni passo passo per poter completare il processo di rimozione dell’account. Andiamo a vedere in dettaglio.

Screen Shot 2013-08-26 at 7.37.26 PM

Addio Ad Internet Grazie A JustDelete.me

Tutti coloro che possiedono un account su un social network o qualche servizio online non sanno, però, quanto è complesso rimuovere se stessi da internet. Quando create un account, infatti, non è sempre detto che possiate eliminarlo completamente, dopo qualche anno. Alcuni utenti, tuttavia, desiderano anni dopo eliminare gli account dai database delle aziende, ma non è semplice capire quali sono i passi di effettuare per raggiungere l’obiettivo.

Grazie ad un nuovo sito denominato JustDelet.me avrete a portata di mano tutti i passaggi che dovrete compiere per eliminare i vostri account e, quindi, non perderete tempo a pensare come fare. Creato dallo sviluppatore inglese Robb Lewis, JustDelete.me è un sito web che vuole semplificare la vita degli utenti offrendo link diretti ad alcune pagine web dove potrete trovare le istruzioni riguardanti la rimozione dell’account che anche le policy di ogni piattaforma. All’interno JustDelete.me, quindi, trovate istruzioni per siti web come Amazon, Apple, Facebook, Foursquare, Dropbox e Feedly.

Non tutte le aziende, comunque, utilizzano le stesse procedure per la rimozione degli account, anzi alcune di esse non permettono nemmeno di rimuovere il proprio account, ma attraverso alcune tecniche è possibile eliminare i dati personali. JustDelete.me, infine, racchiude diversi siti web categorizzandoli a partire dal livello “semplice” a quello “impossibile”. Per esempio Amazon.com ed il NewYorkTimes.com sono classificati come “difficili“, mentre siti come IMDB.com e PayPal sono classificati come “semplici“. Altri siti web come Netflix e Pinterest, invece, “impossibili“. La prossima volta prima di iscrivervi ad un servizio web, date un’occhiata a JustDelete.me per vedere se sarà possibile, in futuro, eliminare il vostro account. Cosa ne pensate?

Link | Mashable

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273