Top

Ottimizzare Gli Annunci AdSense, Qualche Consiglio

I possessori di siti web sanno che uno strumento serio di guadagno online è certamente il circuito pubblicitario Google AdSense, che permette agli iscritti – semplicemente inserendo qualche riga di codice nelle proprie pagine – di visualizzare banner selezionati direttamente da Google.

Ad ogni click ricevuto, si riceve una percentuale di guadagno. Non sempre però il rendimento degli annunci AdSense è quello atteso: siti con poche visite (meno di 1000 al giorno) possono avere guadagni altalenanti e costi per click molto bassi. La soluzione è allora quella di ottimizzare gli annunci per massimizzare gli introiti. Come? Ecco alcuni consigli.

Consigli per aumentare i guadagni con AdSense

1. Non puntare sugli stessi colori del sito

Molti webmaster inesperti, e anche analisti di una certa esperienza, sono convinti che annunci pubblicitari “mimetizzati” nel proprio sito portino a click maggiori. Per questo tentano di “imbucare” i propri annunci in mezzo a menu e altre parti facilmente cliccabili della pagina, colorando i link della stessa tonalità dei link del sito.

Così facendo, il risultato diventa solo quello di ingannare utenti. Questo non ha nessun beneficio, il perché è presto detto. Anzitutto, utenti che cliccano per sbaglio su annunci pubblicitari sono soliti chiudere immediatamente le pagine: in questo modo, il click ci verrà pagato pochissimo da Google (perché non genera alcun ROI, ovvero molto grossolanamente nessun “vantaggio” per chi ha messo la pubblicità). Non solo: il rischio sarà quello di mostrare nel sito pubblicità totalmente slegate dai contenuti, in quanto molto cliccate dagli utenti (ma a caso!).

Solitamente, è un bene che gli annunci siano del colore predefinito. In questo modo, se gli utenti ci cliccano, lo fanno perché realmente interessati. Inoltre non si pensi affatto che un utente non clicca su link pubblicitari solo perché ha capito che si tratta soltanto di sponsor. Infine, è dimostrato statisticamente che il colore predefinito degli annunci testuali AdSense genera spesso il massimo degli introiti possibili (anche colori di sfondo contrastanti e in risalto hanno un effetto simile).

2. Posizionare bene gli annunci

La posizione degli annunci è fondamentale: Google, nel suo blog ufficiale di Adsense, possiede alcune tavole grafiche che illustrano la miglior soluzione di posizionamento in base al tipo di sito.

In un blog, ad esempio, si consiglia di avere un header orizzontale (grande) affianco o sotto il titolo, e poi due riquadri sotto il titolo di un articolo e tra i paragrafi. Notate bene che il massimo numero di annunci inseribili in una pagina è tre, non se ne possono aggiungere altri (a meno che non si tratti di insiemi di link).

3. Usare canali personalizzati

E’ consigliato infine usare i canali personalizzati di Google Adsense per monitorare separatamente i rendimenti di diverse combinazioni di posizioni/colori. Ad esempio, il primo canale avrà banner rettangolari con scritte bianche su sfondo scuro. Il secondo canale avrà banner orizzontali con scritte scure su sfondo bianco.

Monitorandoli per alcuni giorni, scopriremo quale tra le due (o tra le tante) combinazioni ci permette di raggiungere guadagni migliori.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273