Top

Papermaster: La Prima Vittima Dello Scandalo “Antennagate”?

Mark Papermaster, vicepresidente senior e capo degli ingegneri che progettano iPhone e iPod, ha lasciato Apple, secondo quanto riferito dal New York Times e come abbiamo preannunciato poco fa in questo articolo.

Apple alla ricerca del capro espiatorio

Apple, dopo la bufera “Antennagate” e dopo aver trovato un sistema per porre rimedio al difetto (fornendo gratuitamente custodie a tutti i possessori di iPhone), è andata a caccia del responsabile.

Un portavoce di Apple, Steve Dowling, ha confermato la notizia che Papermaster ha lasciato la società. Il nuovo capo del gruppo di progettazione sarà Bob Mansfield, Vice President of Engineering Macintosh. La biografia e la fotografia di Papermaster sono state già tolte dal sito Web di Apple. Infatti la cache di Google ha rivelato che tutto ciò è stato rimosso già Martedì scorso.

Dowling si è rifiutato di fornire spiegazioni circa i motivi dell’abbandono, anche se, immediatamente, i sospetti si sono concentrati sui recenti problemi che l’iPhone 4 ha presentato in tema di ricezione, riassunti poi sotto la definizione di “antennagate”.

Papermaster, 26 anni di lavoro con IBM, nel mese di ottobre 2008 ha lasciato Big Blue per passare alla Apple. Solamente 5 giorni dopo gli fu impedito di lavorare nella famosa azienda di Cupertino, perchè IBM presentò una querela federale dichiarando che Papermaster aveva firmato un accordo di non concorrenza. Inoltre IBM sostenne che lavorare per Apple sarebbe stato “un danno irreparabile” per il suo ex datore di lavoro.

Un’altra causa molto accreditata del licenziamento, potrebbe essere anche i ritardi di produzione del modello bianco di iPhone 4, rimandata a data da destinarsi.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273