Top

Phone Story: L’Applicazione Bannata Dall’App Store

Ancora problemi per Apple. Questa volta non si tratta della Samsung, o di altre case, che denunciano la celebre azienda che sta ottenendo “troppi” successi attirandosi l’odio di molteplici avversari. Non è stato nemmeno AltroConsumo a citare nuovamente in giudizio la mela morsicata per aver mandato in onda uno spot ritenuto ingannevole, ma sono gli utenti a criticare la mela morsicata.

Le persone che visitano solitamente l’App Store per scegliere delle applicazioni da mettere in download, hanno visto rimuovere un gioco molto particolare che emergeva soprattutto per il tema trattato.

Apple ha definitivamente bannato l’app intitolata Phone Story. Il motivo? Secondo Cupertino trattava dei temi “impegnativi” ironizzando troppo. Effettivamente, il games umoristico prendeva in considerazione lo sfruttamento minorile, ma non di certo come arma per strappare un sorriso.

Il gioco rimosso dalla Apple

Il gioco cercava di gettare luce, fra le tante cose, sulle vicende di cui ultimamente si sente spesso parlare: le condizioni di lavoro in cui i dipendenti delle fabbriche danno vita ai prodotti tecnologici di maggiore successo. Ultimamente le notizie più quotate riguardavano l’ormai celebre Foxconn. Per chi non lo sapesse, si tratta di una struttura che produce i prodotti marcati dalla Apple e non solo. La casa madre dove nascono i tanto amati iPhone. Vi immaginate un edificio moderno, sicuro e tranquillo, stile Apple Store? La realtà non sembra essere questa: le condizioni lavorative sono talmente estreme che hanno condotto al suicidio molteplici operai.

Phone Story sembra riprendere, velatamente, queste informazioni cercando di sensibilizzare le persone sulla problematica. Il gioco si divideva in svariate tappe, fra cui troviamo delle scenette in cui dei dipendenti si gettavano dalle finestre di alcune strutture (sembra essere un riferimento alla Foxconn).

La ciliegina sulla torta, che forse ha sollevato l’ira della Apple, sono stati i negozi in cui venivano trasportati i prodotti alla fine del gioco. Gli utenti che avevano scaricato quest’applicazione, vedevano piombare apparecchi, come smartphone, in uno store simboleggiato da una grande pera bianca. Non si può non capire la netta allusione alla mela morsicata.

Nel games vengono trattati altri temi riguardanti l’ambiente e soprattutto di come i prodotti tecnologici lo stiano danneggiando.

Cupertino ha deciso di rimuovere l’applicazione per non far vedere l’iPhone, e altri suoi device, come prodotti “negativi”?

Evidenziamo, inoltre, che Phone Story è ancora disponibile sull’Android Market.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273