Top

Romeo: L’Uomo Bicentenario e’ Reale

La trama del film L’Uomo Bicentenario ripercorre l’esistenza di Andrew Martin, uno dei primi prototipi di Robot antropomorfo acquistato con la funzionalità di robot di servizio. Nel corso del film Andrew riesce ad acquistare, prima la fiducia, e poi l’affetto di tutta la famiglia oltre a sviluppare lui stesso dei veri sentimenti. Non vi svelo ovviamente come prosegue il film, ma vi svelo invece un progetto analogo a quello narrato in questo film e che avrà, in un futuro forse non così lontano, degli sviluppi veramente interessanti.

Romeo: L’Uomo Bicentenario e’ Reale

Romeo è un progetto francese del valore di 10 milioni di euro che mira a sviluppare un robot umanoide che sia in grado di interagire ed assistere le persone che non sono più autonome in vari aspetti della loro vita. Romeo dovrà essere in grado di interagire con gli oggetti ed i movimenti più familiari, come aprire e chiudere una porta, afferrare un bicchiere, una bottiglia, un mazzo di chiavi… oppure anche aiutare le persone che hanno bisogno di muoversi, camminare, andare a fare la spesa ed aiutarli.

Oltre alle sue capacità fisiche, Romeo dovrà necessariamente avere un’interfaccia “human-friendly” soprattutto per quanto riguarda i gesti e il suono della voce. Dovrà chiaramente essere in grado di capire che cosa gli viene detto, effettuare colloqui semplici e anche sentire le intenzioni e le emozioni del suo interlocutore, al fine di dedurre le azioni che deve realizzare.

Romeo dalla Aldebaran Robotics è il primo robot umanoide dalle fattezze veramente umane, è infatti alto 1 metro e 43 centimetri (impressionante), ben 13 cm più alto del suo concorrente ASIMO. Questo progetto, sicuramente un grande esempio degli sviluppi che sono stati fatti in questi anni dalla Robotica, è stato in sviluppo per un bel po’ e, dal video diffuso e che potete vedere a fine articolo, sembra ben lontano dall’essere terminato se pensato in funzione di fare assistenza ad anziani e disabili.

E’ un prototipo ancora dalle fattezze, dalla voce e dai movimenti molto robotizzati che tutti noi vorremmo a casa anche a fare niente sul nostro divano e, anzi, ci farebbe piacere assisterlo in tutti i suoi bisogni con la sola soddisfazione di vederlo muoversi e parlare, ma di certo non ancora pronta al mercato dell’assistenza.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273