Top

NewsTech Giugno: Russia Addio Ad AMD ed Intel, Mac OS X Yosemite e Surface Pro 3

Sembra essere proprio un addio quello tra AMD ed Intel, infatti secondo le indiscrezioni dell’ultima ora, il governo russo ha deciso di abbandonare l’utilizzo di processori costruiti da Intel ed AMD.

Questa strategia, molto probabilmente, è una conseguenza dei recenti fatti riguardanti NSA e non solo. La scelta di appoggiarsi a processori Made in Russia, quindi, non è solo una mossa economica, bensì un modo diventare tecnologicamente indipendenti. Andiamo a vedere in dettaglio la notizia e gli sviluppi che ne conseguiranno.

ARM-Baikal-Processors-Russia

Bye Bye Intel E AMD

In questi ultimi anni, Intel è riuscita a stabilire importanti primati, che l’hanno resa una delle aziende chiave per il settore di riferimento, tuttavia con l’arrivo dei dispositivi mobile, l’azienda di Santa Clara ha visto crescere rapidamente ARM. Quest’ultima è una tipologia di architettura, adottata anche da Apple, che permette di customizzare i SoC, in base alle proprie esigenze e necessità aziendali o di mercato.

La notizia scottante è che, a partire dal 2015, il governo russo non acquisterà più computer contenenti processori prodotti da Intel ed AMD. L’idea, infatti, è quella di realizzare in “casa” le future CPU denominate Baikal e, attualmente, basate sul design ARM Cortex A57.

Appoggiarsi all’architettura prodotta da ARM dimostra come la Russia, pur abbandonando Intel ed AMD, rimanga connessa con l’occidente, ma cercando di nazionalizzare le produzioni il più possibile. Infine, molto probabilmente, il sistema operativo che verrà installato su queste macchine sarà Linux, invece di Windows.

Tutte queste scelte, pur mostrando la volontà di “staccarsi” dall’occidente e dai suoi standard, porta la Russia ad abbandonare processori ben più performanti in termini di performance, rispetto a quelli prodotti con architettura ARM.

Non resta, quindi, che attendere il 2015, anno in cui verrà realizzata l’indipendenza dai produttori di processori come Intel ed AMD. Cosa ne pensate e, sopratutto, cosa ne penseranno gli utenti russi di queste novità? Fateci sapere il vostro parere nei commenti.

Mac OS X Yosemite: Chi Può Installarlo?

Mac OS X Yosemite é il nuovo sistema operativo di Apple che è pronto a sbarcare questo autunno. L’azienda di Cupertino ha lavorato a lungo nella realizzazione e nell’ottimizzazione di ogni singola funzionalità. Tutto ciò, quindi, si ripercuote in modo positivo verso gli utenti con la possibilità di effettuare il passaggio da Mavericks a Yosemite anche per i Mac di fine 2007 e 2008. Andiamo a vedere in dettaglio. 

OSxYosemite2-610x343

Mac OS X Yosemite: SO Ottimizzato

Quando si parla di longevità dei computer si accosta la parola obsolescenza sia dell’hardware che del software. Chi possiede un sistema operativo Microsoft conosce bene cosa significhi non poter aggiornare ad una nuova versione poiché il suo computer é “anziano”.

Per quanto riguarda Apple ed i sistemi operativi Linux, il discorso è un po’ diverso. Infatti, l’azienda di Cupertino ha sempre lavorato a lungo nel realizzare software ottimizzato e gli ingegneri di Apple hanno creato strumenti ad-hoc in grado di gestire la memoria ed il processore in modo intelligente.

Mac OS X Mavericks è stato un importante passo in avanti, ma Mac OS X Yosemite rappresenta un ulteriore step che dimostra come il software possa essere aggiornato, anche su macchine che definiremmo anziane.

La lista dei computer compatibili con Mac OS X 10.10 Yosemite Developer Preview è la seguente:

  • iMac (mid-2007 o successivo)
  • MacBook Air (late 2008 o successivo)
  • MacBook (Late 2008 Aluminum, o Early 2009 o successivo)
  • Mac Mini (Early 2009 o successivo)
  • MacBook Pro (Mid/Late 2007 o successivo)
  • Mac Pro (Early 2008 o successivo)
  • Xserve (Early 2009)

Andando ad analizzare ogni singola tipologia di computer presente nella lista vediamo come Apple abbia deciso di “allungare” il supporto a prodotti dotati di processore Intel Core 2 Duo, ormai considerate CPU anziane e non più comparabile con gli attuali processori Haswell.

Tutto ciò, però, si riflette in una maggiore longevità e supporto che viene offerta a computer di molti anni fa. A nostro avviso, le scelte di Apple dimostrano che il software può essere considerato la parte più fondamentale per un prodotto e nel caso di Mac OS X Mavericks e Yosemite, é possibile vedere ed apprezzare tutti gli sforzi fatti per l’ottimizzazione. Cosa ne pensate?

Surface Pro 3: Un’Alternativa Al Portatile?

Microsoft, durante la presentazione del nuovo Surface Pro 3, ha comparato questo prodotto al MacBook Air di Apple. Quest’ultimo occupa un segmento di mercato ben diverso, ma le caratteristiche che accomunano questi due dispositivi permettono di effettuare una comparazione diretta. Andiamo a vedere in dettaglio. 

Microsoft Surface Pro 3

Surface Pro 3 VS  MacBook Air

Il MacBook Air, sin dal suo debutto, è stato considerato il computer portatile per eccellenza per i blogger, programmatori e tutti coloro che necessitano di mobilità estrema. Apple ha continuato ad investire molto in questo prodotto, ma per quanto riguarda il design ed il peso, quest’ultimi sono rimasti invariati nel tempo. La versione da 11 pollici è stata una piccola ventata di novità, ma ancora oggi non riesce a convincere del tutto gli addeti ai lavori che preferiscono quella da 13 pollici.

Microsoft, quindi, con il suo nuovo Surface Pro 3 ha deciso di proporre sul mercato un prodotto abbastanza maturo, dalle ottime performance e che possa essere utilizzato come tablet e classico notebook. Secondo i primi test, la tastiera del Surface Pro 3 può essere ideale per periodi di scrittura di media durata, ma coloro che lo hanno già potuto testarlo hanno sottolineato che la classica keyboard resta ancora inarrivabile.

Surface Pro 3, tuttavia, è un computer vero e proprio che integra un processore estremamente potente ed un display di ottima qualità. In termini di performance, pur avendo un costo elevato, il nuovo tablet di Microsoft si posiziona in diretta concorrenza con alcuni computer portatili.

A nostro avviso, se desiderate scrivere per lunghi periodi di tempo e avete a disposizione un budget che si avvicina ai 1000€, vi suggeriamo di scegliere un computer portatile. Se desiderate, invece, un dispositivo estremamente flessibile e che sia allo stesso tempo un tablet e un notebook, in determinati momenti della giornata, la scelta obbligatoria é il nuovo Microsoft Surface Pro 3. Cosa ne pensate?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273