Top

Salvare Il Cellulare Dall’Acqua, Ecco Come

Vi è mai capitato di far cadere il vostro telefono in acqua? Proprio oggi? Bene, allora siete capitati nel posto giusto. I cellulari, si sa, sono come i gatti: non vanno d’accordo coi liquidi. Eppure non è affatto raro che, vuoi perché scivolato dalla tasca, vuoi perché sfuggito dalle mani, il vostro amato telefonino faccia un bel… tuffo! Ecco allora alcuni semplici consigli da mettere in atto per prevenire i danni.

Telefono in acqua? Niente paura, ecco la soluzione

Telefono bagnato, telefono (s)fortunato. Sì, perché l’acqua – in particolare quella marina – è ricca di sali minerali che a contatto col rame e il silicio di un qualsiasi dispositivo elettronico si ossidano e “uccidono” repentinamente e definitivamente i contatti elettrici.

Se non vi è ancora capitato, sappiate che è necessario recuperare il telefono dall’acqua entro 20 secondi per evitare danni irreparabili. Se invece è già troppo tardi, nulla è perduto: seguite questi semplici step.

  • Estraete immediatamente la batteria e la scheda SIM dal telefono.
  • Non asciugate per nessun motivo il telefono o le componenti con l’asciugacapelli (phon): è deleterio. L’acqua infatti evapora e i sali minerali si ossidano più velocemente.
  • Smontate tutte le componenti del cellulare e asciugatele con carta assorbente (come gli scottex). Così facendo assorbirete immediatamente l’acqua e i minerali in essa contenuti.
  • Altra possibilità è quella di introdurre le componenti nell’acqua distillata o nell’alcool denaturalizzato: specie quest’ultimo tende ad evaporare in fretta e diluisce la percentuale di minerali nell’acqua, riducendo drasticamente il rischio di ossidazione.
  • Una volta asciugate le componenti con uno dei precedenti metodi, non reinserite la batteria o la SIM. Cercate piuttosto delle bustine di silice (un materiale poroso che assorbe l’umidità), quelle che si trovano nei vestiti o nei mobili. Introduce le componenti in una scatola assieme al silice, sigillatela in modo che l’aria non entri o esca, e aspettate 24-48 ore.
  • A questo punto rimontate il cellulare e accendetelo.

Se seguite questi passaggi, e comunque in generale, un telefono rimasto per meno di 20 secondi nell’acqua (soprattutto se non salata) funziona anche se asciugato per errore col phon nel 90% dei casi. Tuttavia alcune parti, come le antenne o la batteria sono più soggette di altre al guasto.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273