Top

Scoprire Se Sono State Collegate Pendrive In Nostra Assenza: USBDeView

“Come mi accorgo se in mia assenza qualcuno ha approfittato per sbirciare tra i miei file?” Se sei anche tu tra quegli utenti che a lavoro o in famiglia sono costretti a condividere il loro computer con altre persone, ti sarai posto almeno una volta questa domanda. Posto che la soluzione migliore sarebbe quella di copiare tutti i nostri file personali in partizioni protette, appositamente create con software come TrueCrypt, è vero anche che non si può ogni qualvolta si crei un nuovo file, andarlo a spostare lì dentro.

Come controllare il nostro computer con USBDeView

Naturalmente, come potrai ben immaginare, lo strumento più utilizzato da chiunque voglia sbirciare tra i tuoi dati, è una pendrive ben equipaggiata con appositi tool (come per esempio quelli per copiare automaticamente i file dal computer alla pendrive); per ciò può risultare utilissimo un tool che ci permetta di verificare se ed eventualmente quali pendrive siano state collegate al computer in nostra assenza.

Certo è che anche nel caso scoprissimo che una pendrive è stata collegata, per i file eventualmente sottratti ci sarebbe oramai ben poco da fare, ma almeno potremmo attraverso il tipo della pendrive risalire a chi è stato a collegarla di nascosto (sempre ovviamente che sia qualcuno di nostra conoscenza).

Ebbene, il tool per verificare tutto questo esiste e si chiama USBDeView, un software free compatibile con tutti i sistemi Windows; ridurre le sue features ad una semplice verifica delle pendrive collegate sarebbe riduttivo…

USBDeView permette infatti di avere una completa gestione dei dispositivi USB attualmente e precedentemente collegati, offrendo tra le sue features:

  • la possibilità di eseguire automaticamente dei file batch all’inserimento della pendrive
  • la possibilità di personalizzare l’autoplay di ciascuna pendrive
  • la possibilità di verificare le prestazioni in termini di velocità nel trasferimento dei dati delle pendrive collegate
  • la possibilità di visualizzare tutte le informazioni sulle pendrive collegate e quelle inserite precedentemente in nostra assenza

Per ciascun dispositivo rilevato, USBDeView mostrerà nella sua interfaccia:

  • Device Name (il nome del dispositivo)
  • Device Description (la descrizione del dispositivo)
  • Device Type (il tipo di dispositivo)
  • Connected (per verificare se il dispositivo è attualmente collegato, nel caso lo fosse USBDeView mostra il pulsante “Disconnect Selected Devices” per scollegarlo in sicurezza)
  • Drive Letter (visualizza la lettera relativa al dispositivo collegato)
  • Serial Number (visualizza il serial number del dispositivo collegato)
  • Created Date (visualizza la data e l’ora in cui è stato installato il dispositivo, spesso è la data della prima volta in cui è stato collegato; in alcuni computer può essere visualizzato un valore scorretto)
  • Last Plug/Unplug Date (visualizza la data e l’ora dell’ultimo inserimento della pendrive; questo dato viene però perso con il riavvio del computer)
  • Hub/Port (visualizza informazioni sulla porta USB in cui è stato collegato il dispositivo)

Per il nostro fine dunque, la verifica dei dispositivi collegati in nostra assenza, USBDeView andrà bene, ma solo nel caso in cui il computer non sia stato riavviato. In caso contrario infatti, i dati relativi ai dispositivi collegati verrebbero persi da USBDeView.

Purtroppo un rimedio a questo problema non c’è, ma possiamo limitarci a dei semplici quanto utili consigli:

  • se possibile applica una password di accesso al tuo account utente (non sempre però è permesso farlo nei computer usati a lavoro)
  • non salvare i tuoi file personali su computer che condividi con altre persone, ma acquista una pendrive capiente o un hd autoalimentato, per archiviare i tuoi file e portarli sempre con te
  • se proprio vuoi salvare i tuoi file personali sul computer, allora mettili in partizioni protette (qualora sia possibile crearne)

Ovvio che ci sarebbe sempre la soluzione keylogger per registrare tutto quanto sia stato fatto sul nostro computer, anche i tasti digitati, ma questa resta una soluzione per utenti avanzati che sanno cosa stanno usando.

Se temi che anche sul tuo computer sia stato installato un keylogger, affrettati ad effettuare una scansione con un buon antikeylogger

E tu conosci altre utility free per scoprire se qualcuno ha approfittato della tua assenza per sbirciare tra i tuoi file?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273