Top

Scritte Infuocate Sul Desktop Di Windows, Con Napalm

Il napalm, lo sappiamo tutti, è un combustibile utilizzato su lanciafiamme e detonatori. Divenuto (brutalmente) celebre durante la guerra in Vietnam grazie alla preparazione della miscela tutt’ora usata, è conosciuto anche per aver fatto la storia di tanti videogiochi, a partire da Grand Theft Auto.

Purtroppo per l’uomo questa sostanza ha seminato solo morte e devastazione, ma forse oggi ha la possibilità “virtuale” di ricostruire la propria reputazione. Grazie all’omonimo software Napalm per Windows, che consente di disegnare straordinarie scritte infuocate sul desktop. Andiamo a vedere come funziona.

Napalm: scritte infuocate in stile Compiz

L’idea arriva dall’interfaccia grafica ad effetti Compiz, presente su Gnome per i sistemi Linux. L’autore di questo programma freeware ha voluto realizzare qualcosa di simile, ottenendo un risultato davvero di ottima qualità. Il programma è abbastanza datato, ma non l’avevamo mai recensito in passato su ZioGeek, pertanto potrà suscitare l’interesse di tantissimi lettori.

Una volta scaricato da questo link e installato, dobbiamo andare su Computer > Disco locale C: > Programmi > NAPALM, cliccare col destro sul file “NAPALM” (.exe) e nella Compatibilità scegliere “Esegui in modalità di compatibilità per:” > Windows XP.

A questo punto clicchiamo Start Over per pulire lo schermo, e iniziamo a disegnare la nostra scritta di fuoco regolando eventualmente i parametri di luminosità, tonalità di colore (hue) e saturazione. Basterà un click destro del mouse sul desktop per fissare la scritta, e potremo così poi chiudere Napalm (che rimarrà in esecuzione in background, con icona nella traybar). Da provare assolutamente!

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273